Roberto Boni, Altabrianza
Roberto Boni, Altabrianza

Quando si dice che il calcio è fatto di episodi. Ne sa qualcosa il Casati Arcore che vede interrompersi il suo sogno vero l’Eccellenza a causa di un rimpallo. Già proprio dagli sviluppi un rimpallo in area ad inizio ripresa Canevari si trova da solo davanti a Labate e da due passi non sbaglia mandando al settimo cielo l’Altbrianza che continua la sua corsa prepotente in questa fantastico post season. La partita in sé è stata molto intesa, maschia e combattuta: dal 1’ al 94’ ogni pallone è stata una lotta. Pronti via e fin da subito si capisce che la partita sarà frizzante, visto che dopo nemmeno un minuto il Casati va vicino al vantaggio con Mantellini che, dopo una bella combinazione sulla destra tra Redaelli e Crimaldi, taglia sul primo palo anticipando tutti, mandando però la sfera di poco a lato. La risposta dei comaschi non si fa attendere, e di fatti al 3’ Labate si supera deviando sul palo la bella conclusione di Donghi dal limite dopo una bell’azione di Pizzi a centro area. Dopo questi due lampi in avvio la partita vive di sole fiammate, concentrando il gioco in mezzo al campo senza però vedere nessuna squadra prevalere nettamente sull’avversaria. Chiuso il primo tempo in equilibro, la ripresa si apre con lo stesso copione, ma al 7’ ecco un gran break di Boni in mezzo al campo e palla subito giocata sulla sinistra; la sfera arriva a centro area e la difesa di casa fatica a spazzare. Complice anche un rimpallo la sfera rimane tra i piedi di Canevari che rimane freddo davanti a Labate e sigla il vantaggio ospite. Il Casati subito il gol prova a gettarsi in avanti, trovando però un muro invalicabile nella difesa biancoblù. Viste le difficoltà nello scardinare la difesa comasca, il Casati tenta la via del pareggio sfruttando le abilità di Borsotti dagli sviluppi dei piazzati. Il forte centrale arocrese per ben due volte sfiora il gol del pareggio, ma in entrambi casi la dea bendata soccorre i comaschi. Il finale è molto concitato, con molto nervosismo in campo ed in tribuna. Alla fine però il forcing del Casati risulta nullo, e l’1-0 targato Canevari permette ai ragazzi di Guadagno di avanzare al terzo turno di playoff. La strada per l’Eccellenza è ancora aperta per l’Altabrianza.

CASATI ARCORE 0
ALTABRIANZA 0
RETE: 7’ st Canevari (A).
CASATI ARCORE (4-3-2-1): Labate 6, Redaelli 6.5, Dana 6, Bottazzo 5.5, Corbetta 6.5, Borsotti 7, Crimaldi 6.5, Galbiati 5.5, Mantellini 6.5, Ciotta 6 (23’ st Castelmare 6.5), Colaianni 5.5 (14’ st Verderio 5.5). A disp: Calamita, Tarenga, Dal Miglio, Ciceri, Montrasio, Piovan, Galluccio. All. Bosis 6.5.
ALTABRIANZA (4-1-4-1): Ricco 6, Conti 6, Mondella 6.5, Boni 7.5, Cozza 6.5, Mauri 5.5, Pizzi 6.5 (43’ st Consonni sv), Ghezzi 6.5, Rossetti 6 (45’ st Debellario sv), Donghi 7, Canevari 7. A disp: Santaniello, Zanvettor, Fiore, Gandola, Mauriello, Galtarossa, D’Onofrio. All. Guadagno 7.
ARBITRO: Radice di Sesto San Giovanni 5.5.
ESPULSO: 43’ st Mauri (A).

PAGELLE CASATI ARCORE
Labate 6 Incolpevole sul gol di Canevari
Redaelli 6.5 Trenino sulla fascia destra, attacca e difende sbagliando davvero poco.
Dana 6 Ordinato dietro, timido in avanti.
Bottazzo 5.5 In mezzo a volte sembra spaesato.
Corbetta 6.5 Al centro della difesa si dimostra ancora una volta molto affidabile.
Borsotti 7 Grantico dietro: con lui Rossetti combina molto poco là davanti.
Crimaldi 6.5 Altra grande gara per l’ex Juvenilia: grinta e classe le sue armi.
Galbiati 5.5 Quando bisogna alzare i giri del motore lui non riesce a stare al passo.
Mantellini 6.5 Davanti è troppo isolato dai compagni, ma lui lotta come un leone.
Ciotta 6 Non demerita nulla, ma da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più.
Colaianni 5.5 Sente la partita e si eclissa dal match troppo presto. Peccato.
All. Bosis 6.5 La squadra approccia bene la gara e forse avrebbe meritato il vantaggio. Nella ripresa subito lo svantaggio fatica a raddrizzare la situazione.

PAGELLE ALTABRIANZA
Ricco 6 Praticamente mai chiamato in causa.
Conti 6 Si limita al compitino senza strafare.
Mondella 6.5 Rispetto al compagno interpreta il ruolo in maniera più dinamica e propositiva.
Boni 7.5 Regista perfetto del trionfo comasco.
Cozza 6.5 Con le buone o con le cattive, da lui non si passa praticamente mai.
Mauri 5.5 Troppo irruente negli interventi, poteva costare cara l’espulsione.
Pizzi 6.5 Parte forte mostrando le sue doti, poi si spegne e si riaccende nel finale.
Ghezzi 6.5 Uomo di sostanza in mezzo al campo: utile filtro per i biancoblù.
Rossetti 6 Borsotti gli si francobolla adesso escludendolo di fatto dal gioco.
Donghi 7 Non balza molto all’occhio per giocate di fino, ma fa sempre la cosa giusta.
Canevari 7 L’uomo dell’impresa: si fa trovare al posto giusto al momento giusto.
All. Guadagno 7 Gara preparata molto bene: la squadra soffre davvero poco gli attacchi dei padroni di casa, anche se sembra mancare qualcosa negli ultimi metri.

ASCOLTA LE PAROLE DI GUADAGNO

GUARDA LE FOTO DI SQUADRA

SENTI L’INTERVISTA FATTA A BOSIS


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.