Pelati, eroe del Forza e Costanza
Pelati, eroe del Forza e Costanza

Sembra non conoscere fine lo straordinario cammino del Forza e Costanza di Alessandro Bertoncelli, che strappa il pass per il quarto turno dei playoff riuscendo a superare nel doppio confronto l’agguerrita Altabrianza di Pietro guadagno, grazie al pareggio per 1-1 maturato in terra orobica. Felicità e gioia immensa al termine del match per i ragazzi bianconeri, autori di una stagione da favola: partiti a fari spenti e giunti ora a un passo al salto in Eccellenza. Sul fronte opposto, invece, sono l’amarezza e la delusione a farla da padrone tra i comaschi, a cui va però dato il merito e l’onore di averci creduto fino all’ultimo senza mai arrendersi. Il match, esattamente come quello di sabato scorso, è stato intenso e decisamente divertente. Conosci del risultato da ribaltare, sono infatti i comaschi a partire con il piglio giusto, ma la prima grande occasione è targata Forza e Costanza: al 6’ Sirtioli ci prova con una velenosa punizione dal limite deviata dalla barriera, Santaniello è battuto ma la sfera termina di un niente a lato. L’occasione sembra togliere quel torpore iniziale all’Altabrianza che inizia a giocare sul serio, manovrando velocemente palla e mettendo in mostra tutte le sue doti tecniche. Il giro palla e l’intensità del gioco comasco mettono in affanno i bergamaschi che rispondono con molta fatica agli attacchi comaschi. I giochi vengono rimessi in parità al 22’ quando l’Altabrianza trova il gol del vantaggio. Dopo una lunga azione manovrata palla a terra sulla sinistra, viene innescato in velocità sulla fascia Pizzi, che tiene in vita un pallone destinato sul fondo, scarica dietro per Canevari che al limite appoggia la sfera all’accorrente Rossetti; vista la ghiotta chance il puntero biancoblù non ci pensa due volte e libera un preciso destro che infila Pelati con anche l’aiuto del palo. Ristabilita la parità il match aumenta d’intensità e il Forza e Costanza prova a reagire subito. La risposta orobica avviene ancora da piazzato, questa volta è Pasini ad incaricarsi della battuta da destra disegnando una traiettoria fantastica che però sbatte in pieno sulla traversa. Prima della pausa ecco il momento clou del match. Al 42’ Gandola prova a sfondare a destra e una volta giunto in area Monselli lo atterra ingenuamente. Per il direttore di gara non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto la responsabilità della battuta la prende Rossetti, che però si fa ipnotizzare da Pelati che salva i suoi deviando il tiro in corner. Dagli sviluppi del calcio d’angolo è nuovamente l’Altabrianza a sfiorare il raddoppio, visto che si genera una pericolosissima mischia in area sulla quale è nuovamente fenomenale Pelati a salvare la sfera praticamente sulla linea di porta. Con dunque l’Altabrianza avanti di un gol e con il match in totale controllo si chiude così la prima frazione di gara. La ripresa inizia sostanzialmente con lo stesso copione dei primi 45’, ma tra le file dei padroni di casa sembra essere aumentata la consapevolezza di potercela fare. Infatti dopo un primo tempo sonnecchiato, ad aprire le emozioni nella ripresa ci ha pensato all’11’ il bomber di casa, Marco Longaretti che ricevuta palla sulla trequarti prova a fare tutto da solo seminando il panico tra le fila comasche e, una volta giunto al limite, incrocia un velenoso destro che attraversa tutta l’area e termina di poco a lato. Malgrado sia sempre l’Altabrianza a tenere in mano il pallino del gioco, sembra che i padroni di casa abbiano seriamente cambiato atteggiamento. Con il passare dei minuti, e l’aumentare dell’intensità della pioggia, le emozioni iniziano a latitare, mentre aumentano i decibel provenienti dagli spalti: entrambe le tifoserie sanno che saranno gli ultimi minuti quelli decisivi per il passaggio del turno. A poco meno di un quarto d’ora al termine, ecco che nuovamente la partita subisce la svolta visto che, come un fulmine a ciel sereno, il Forza e Costanza trova la rete del pareggio con Avantaggiati che dai 25 metri prova a mettere dentro un pallone insidioso, ma il suo tentativo si trasforma in un tiro che rimbalza davanti a Santaniello beffandolo colpevolmente. Il gol cambia nuovamente l’inerzia del match spostandola verso i bergamaschi. L’Altabrianza subito il pareggio prova a reagire e si riversa in avanti alla disperata ricerca del gol qualificazione. In questo finale l’unico vero tentativo dei comaschi verso la porta di Pelati è di Donghi che al 41’ ci prova dal limite, ma la sua conclusione è centrale e facile preda dell’estremo difensore. Malgrado l’assedio comasco, nel finale il risultato non cambia. Un pareggio dolce, dolcissimo che manda in estasi i bergamaschi che accedono al quarto turno di playoff, avvicinandosi sempre più a quell’Eccellenza mai così vicina.

FORZA E COSTANZA  1

ALTABRIANZA                       1

RETI: 22’ Rossetti (A), 31’ st Avantaggiati (F).

FORZA E COSTANZA (4-4-1-1): Pelati 8, Iore 6, Monselli 6, Stefanelli 6.5, Bertola 7, Randazzo 7, Avantaggiati 7.5 (35’ st Palazzini sv), Sirtioli 5.5 (22’ st Piazzalunga 6), Longaretti 6, Ceresoli sv (8’ Ranghetti 6.5), Pasini 6. A disp. Bonomi, Lamera, Alaoui, Mannino, Borali. All. Bertoncelli 7.

ALTABRIANZA (4-1-4-1): Santaniello 5, Conti 5.5, Mondella 6 (34’ st D’Angelo sv), Boni 6.5, Cozza 6.5 (43’ st Galtarossa sv), Mauri 6, Pizzi 6.5, Canevari 6 (38’ st Debellario sv), Rossetti 6.5, Donghi 5.5, Gandola (18’ st D’Onofrio 6). A disp. Ricco, Zanvettor, Fiore, Frigerio, Consonni. All. Guadagno 6.

ARBITRO: Aloise di Lodi 6.5.

FORZA E COSTANZA

Pelati 8 Grande prestazione, prima della pausa salva due volte i suoi (prima dal dischetto e poi sul corner successivo), aprendo le porte della qualificazione.

Iore 6 Prestazione ordinata. Non spinge praticamente mai, rimane fermo dietro per contenere gli avversari.

Monselli 6 Macchia una buona prestazione con quell’ingenuità sul finale di tempo che poteva davvero costare cara ai bergamaschi.

Stefanelli 6.5 Giocatore d’ordine e di idee in mezzo al campo. Cerca di dettare i ritmi del gioco con buoni risultati.

Bertola 7 Difensore centrale al posto di Pala, offre un’altra grande prova di carattere e qualità, limitando al meglio l’attacco comasco.

Randazzo 7 Come sabato si francobolla su Rossetti rendendo davvero complicata la vita al puntero comasco.

Avantaggiati 7.5 Eroe di serate grazie alla sua conclusione beffarda che vale la qualificazione.

Sirtioli 5.5 Giocatore un po’ in ombra. Non spicca né per qualità né per quantità in mezzo.

Longaretti 6 Nel primo tempo è uno spettatore non pagante, qualche buono spunto ad inizio ripresa e poco altro.

Ceresoli sv Costretto ad uscire troppo presto, sfortunato.

Dal 8’ Ranghetti 6.5 Entra a freddo ma si vede da subito che ha il piglio giusto: frizzante e imprevedibile, danza tra le linee con qualità.

Pasini 6 Lo si vede solo a metà primo tempo, quando la sua punizione si stampa in pieno sulla traversa.

All. Bertoncelli 7 La squadra si dimostra ancora una volta dannatamente solida e con grande carattere. Visti i 180’ la qualificazione è stata meritata, per la forza d’animo vista in campo.

ALTABRIANZA

Santaniello 5 Serata nera da cancellare alla svelta. Sul gol del pareggio dei bergamaschi ha grandi colpe.

Conti 5.5 Prestazione incolore. Non spinge molto sulla fascia, si limita a difendere con affanno.

Mondella 6 Prova a spinge con più continuità, anche se al cross non ha la giusta precisione.

Boni 6.5 Solito metronomo in mezzo al campo. Tocca una miriade di palloni alzando ed abbassando di continui i ritmi del match.

Cozza 6.5 Solido e roccioso al centro della difesa. Ingaggia con Longaretti un bel duello.

Mauri 6 Uomo di esperienza in campo per i comaschi. Non demerita nulla durante il match.

Pizzi 6.5 S’accende e si spegne di continuo, ma in velocità e con la palla al piede fa davvero la differenza.

Canevari 6 Prestazione di sacrificio. Prova a mettere una pezza sugli errori dei compagni giocando praticamente a tutto campo.

Rossetti 6.5 Come sabato lotta da solo contro l’arcigna difesa bergamasca, trova il gol a metà primo tempo, ma si divora la qualificazione facendosi ipnotizzare da Pelati dal dischetto.

Donghi 5.5 Decisamente più attivo di sabato, ma non riesce comunque ad incidere come vorrebbe al match.

Gandola 6 In chiaro scuro. Hai i colpi e qualche volta trova anche lo spunto, ma dopo il penalty si eclissa.

All. Guadagno 6 La squadra entra bene in partita e gioca un primo tempo da urlo. Subito il gol, però, la squadra si fa prendere dalla frenesia e non riesce a trovare il raddoppio.

ASCOLTA LE PAROLE DI GUADAGNO

SENTI LE DICHIARAZIONI DI BERTONCELLI


Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.