La Speranza continua a cullare il suo sogno proibito: i playoff

385
La Speranza Agrate che culla ancora il sogno Playoff
La Speranza Agrate che culla ancora il sogno Playoff

Dopo la sconfitta con il Casati Arcore di domenica scorsa in casa, quella che sta iniziando è una settimana decisamente importante per la Speranza Agrate di Pizzi. I playoff, malgrado la battuta d’arresto, rimangono ad un solo punto di distanza e domenica i rossoverdi saranno ospiti della Concorezzese, a Fort Conco, in uno dei derby brianzoli più caldi in assoluto. All’andata al “Missaglia” di Agrate la partita era terminata a reti bianche, malgrado la tanta intensità messa in campo dalle due squadre. Ora la partita sembra rappresentare uno spartiacque assai decisivo: i ragazzi di Pizzi in caso di vittoria potranno ancora alimentare il loro sogno proibito chiamato playoff, mentre sull’altra sponda i biancorossi in caso di vittoria potrebbero una volta per tutte archiviare la pratica salvezza, andatasi a complicare nelle ultime settimane, visti i tre stop consecutivi.

 

In casa Speranza, però, si hanno le idee molto chiare su quella che è stata la stagione fino ad ora, come conferma lo stesso tecnico al termine della sfida contro il Casati: «Siamo soltanto a un punto dalla zona playoff, venga quel che venga faremo di tutto per qualificarci facendo più punti possibili nelle due sfide rimanti: in trasferta con la Concorezzese e in casa con la Colico Derviese, per provare a sorpassare l’Alta Brianza Tavernerio. Voglio sottolineare, però, che anche se non ci fosse la qualificazione ai playoff resterà un campionato di altissimo livello per la Speranza Agrate: avere 40 punti dopo 28 giornate sono già sinonimo di una stagione ben al di sopra delle aspettative societarie».

 

Ora parola al campo, domenica a Fort Conco ci sarà un derby che vale doppio.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.