5 Agosto 2020 - 13:27:29

Promozione, Castelleone e il riscatto di bomber Lera: «Ora dipende tutto da noi»

Le più lette

Un enorme balzo verso il futuro: la Pro Sesto presenta un nuovo logo e progetti innovativi

Un enorme balzo verso il futuro, un passo da gigante. La nuova Pro Sesto si è svelata ufficialmente nella...

Olginatese, scelto l’allenatore dell’Under 14: panchina affidata a Luca Donato

Definito anche l'ultimo dubbio in casa Olginatese. Dopo aver ufficializzato da diverso tempo le due panchine dell'élite, e conseguentemente...

Elezioni Federcalcio, schiaffo (politico) di Gabriele Gravina a Cosimo Sibilia

La Lega Nazionale Dilettanti stava cercando con un blitz di organizzare tutte le assemblee elettive regionali il 15 settembre...

Nel libro “Cuore” si racconta la storia della piccola vedetta lombarda. Un eroe di guerra morto sul campo di battaglia. Era capace di guardare quasi lontano un miglio. Dove vedeva lui, non vedeva nessun’altro. La storia della Vedetta Lombarda ricorda quella di Lera, attaccante del Castelleone in questo momento a quota 10 reti nella classifica cannonieri del girone E di Promozione. Nel campo verde come sul campo di battaglia, lui lotta per far sì che il Castelleone possa vincere e possa dare il tutto per tutto. E’ un ragazzo che in campo si ispira a Ronaldo il Fenomeno e a Zlatan Ibrahimovic.

Parlando della sua esperienza racconta la sua voglia di riscatto e l’infortunio che per quasi un’anno lo ha messo fuori dai giochi: «L’anno scorso ero al Tribiano, ma dopo 2 mesi mi ruppi il 5° metatarso e la mia stagione finì poiché dovetti stare fermo 8 mesi», la convalescenza ha dato però i suoi frutti con il Castelleone, una squadra di casa per la vita quotidiana di bomber Lera e che ha dato la sua disponibilità per farlo ripartire alla grande, mettendolo subito a disposizione della compagine di Bettinelli.

Dopo un’annata negativa, ripartire da zero con il Castelleone e dare il tutto per tutto è prova di un vero campione, concreto dentro e fuori dal campo cercando di porsi l’obiettivo di raggiungere le 20 reti stagionali: «Mi sono fissato i 20 gol come obiettivo ed è solo grazie ai miei compagni, il mister, lo staff e tutta la società. Siamo un gruppo fantastico sia fuori che dentro al campo e mi trovo davvero bene con tutti». Ora però l’obiettivo per il Castelleone è quello di raggiungere i playoff e magari sperare nel primo posto per raggiungere direttamente l’Eccellenza visto i rallentamenti nella corsa per il primo posto della Soresinese e, soprattutto, il periodo negativo della Sangiu, anche se i ragazzi di Bettinelli e Lera si dimostrano titubanti sull’argomento: «Per ora non ci poniamo obbiettivi, è ovvio che stare lì davanti ti fa pensare in grande, ma sappiamo che dipende solo da noi. Proveremo comunque ad andare in campo per vincerle tutte, questo è poco ma sicuro». Resta però il desiderio e il sogno di arrivare in Eccellenza con la maglia gialloblù: «Avrei il desiderio di provare a confrontarmi con giocatori di categoria superiore, e perché no magari con il Castelleone ce la faccio ad esaudirlo nei prossimi 2 anni».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli