Lissone
Lissone

“Il successo non viene solo con la vittoria, ma talvolta anche già col voler vincere” sermoneggiava il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche. E ottiene un successo, mostrando una grandissima voglia di rivalsa il Lissone, che dopo un periodo piuttosto negativo scaccia tutti i problemi alle spalle, battendo per 5-2 la Di Po Vimercatese. Una ‘manita’ pesante che proietta gli uomini di Amato verso posizioni di classifica più tranquille, lontane dalla zona playout, avvicinatasi pericolosamente nelle ultime uscite. Il primo tempo risulta molto equilibrato, con gli uomini di Amato che si portano avanti dopo dodici minuti con Lorenzo Colombo, bravo ad addomesticare un lancio di Motta e a beffare Genchi con un pallonetto. I padroni di casa spingono ma sono troppo imprecisi sottoporta, fallendo prima con Dell’Occa e poi trovando la buona opposizione di Genchi su un destro ravvicinato di Raimondo. E così ecco la legge del ‘gol sbagliato, gol subito’, con gli ospiti che trovano il pari al 27’ con un gran colpo di testa di Biella, bravo a staccare sul primo palo, su corner di Baggioli, anticipando tutti i difensori lissonesi. Se il primo tempo è piuttosto equilibrato è nella ripresa che matura la vittoria degli azzurri, che partono letteralmente ingranando la quarta, portandosi avanti al quarto minuto, con Raimondo, bravo a raccogliere un cross di Lucente sul secondo palo. Tempo altri quattro minuti e gli uomini di Amato si portano sul 3-1, ancora una volta con Lorenzo Colombo, con un tiro-cross che si insacca nell’angolino basso alla destra di Genchi. Finita qui? Assolutamente no, perché al quattordicesimo Lorenzo Colombo decide di portarsi a casa il pallone, firmando la tripletta personale raccogliendo un invito delizioso da parte di Dell’Occa, aggirando l’estremo difensore avversario e depositando in rete la palla del 4-1. Ci pensa invece Raimondo a siglare la rete che vale il 5-1, trasformando una meravigliosa azione corale sull’asse Colombo-Lucente. Poco valgono, al trentunesimo, la rete dell’ex di Centemero, bravo in mischia a trovare il tap-in, e allo scadere la traversa colpita da Biella, perché il Lissone raccoglie finalmente i frutti di un arduo lavoro, trovando quella concretezza e quel cinismo sottoporta, mancato per gran parte della stagione. Ora gli azzurri si trovano in una posizione di relativa tranquillità in una classifica che vede concentrate in sei punti ben dodici squadre, con i playoff a soli tre punti e i playout a una sola lunghezza.

LISSONE-DI PO VIMERCATESE 5-2
RETI (1-0; 1-1; 5-1; 5-2): 12’ Colombo L. (L), 27’ Biella (D), 4’ st Raimondo (L), 8’ st Colombo L. (L), 14’ st Colombo L. (L), 27’ st Raimondo (L), 31’ st Centemero (D).

LISSONE (4-3-3): Mauri 6, Bolis 6.5, Galimberti 5.5 (21’ st Calò 5.5), Liprino 6, Crimella 6.5 (28’ st Colombo E. sv), Motta 6.5, Lucente 6 (32’ st Perez sv), Brunati 6.5 (24’ st Orlandi 6), Raimondo 7.5 (35’ st Biancardini sv), Dell’Occa 6.5, Colombo L. 8. All. Amato 7.5. A disp. Citterio, Brasca, Scandolara, Sala.

DI PO VIMERCATE (4-2-3-1): Genchi 5.5, Lavelli 5.5, Verderio 6.5, Lazzari 6 (28’ st Pinna sv), Biella 7, Riboldi 6.5, Brambilla 6.5, Parolini 6 (24’ st Centemero 7), Magni 6 (35’ st Gatti sv), Baggioli 5.5, Nardiello 6. All. Villa 6. A disp. Doto, Gervasi, Misani, Peratello, Crippa, Alcamo.
ARBITRO: Sacchi di Lecco 6.5.
AMMONITI: Dell’Occa (L), Lavelli (D), Verderio (D).

PAGELLE LISSONE

Mauri 6 Non è troppo sull’attenti, a volte rischia qualcosa di troppo, tuttavia è incolpevole sui gol, entrambi da corner.
Bolis 6.5 Pendolino sulla corsia di destra, dà sempre il suo contributo in fase offensiva, svolgendo diligentemente anche la fase difensiva.
Galimberti 5.5 Prova un po’ opaca, il sacrificio si vede ma gli errori, che in un classe ’00 possono starci, sono alcune volte da matita rossa.
Liprino 6 Non una prestazione eccezionale, ma nel complesso dirige bene la difesa, senza grosse lacune.
Crimella 6.5 Un gradino più in alto rispetto al compagno di reparto, salva i suoi in numerose occasioni e si propone spesso in avanti.
Motta 6.5 Le chiavi della regia nelle sue mani sono al sicuro, garantisce quantità e qualità ai suoi, ‘spezzando’ il ritmo in ripartenza.
Lucente 6 Mezzo punto in meno perché da lui ci si aspetta sempre di più, sforna due assist ma sottoporta deve essere più concreto.
Brunati 6.5 Prova di gran carattere, con ‘garra’ è dappertutto, parafrasando Fabio Caressa, proprio come il prezzemolo.
Raimondo 7.5 Indispensabile, illumina la scena con una doppietta pesante e con tante giocate utili alla squadra.
Dell’Occa 6.5 Primo tempo sottotono, nella ripresa alza il livello delle sue giocate e offre una palla d’oro a Colombo, che non perdona.
Colombo L. 8 Protagonista assoluto, porta a casa il pallone con una tripletta d’oro che riporta il sorriso in casa Lissone.
All. Amato 7.5 Dopo un primo tempo in cui il copione sembrava essere lo stesso, ecco che nella ripresa la squadra finalmente raccoglie ciò che semina, tre punti meritati.

PAGELLE VIMERCATESE

Genchi 5.5 L’unico demerito che ha è quello di raccogliere cinque palloni dal sacco, giornata no.
Lavelli 5.5 Si perde Raimondo in più occasioni, tuttavia in fase offensiva dà sempre il suo contributo.
Verderio 6.5 Ci mette grinta, anzi l’anima. Entra con cattiveria su tutti i palloni ed è trascinatore.
Lazzari 6 Primo tempo di gran caratura, nella ripresa cala e i palloni transitano proprio dalle sue parti.
Biella 7 È il migliore dei suoi: trova un gol di rara fattura con un gran colpo di testa nel primo tempo, nel finale sfiora la doppietta colpendo la traversa.
Riboldi 6.5 Cervello del centrocampo bianco verde, raramente sbaglia un passaggio e ha sempre le idee chiare.
Brambilla 6.5 Ago pungente della squadra ospite, con le sue discese mette spesso in difficoltà Galimberti.
Parolini 6 Si sistema in mezzo al campo al fianco di Riboldi, divide i compiti con lui smistando bene i palloni. (24’ st Centemero 7 Ha pochi minuti ma riesce a trovare il gol dell’ex, buon ingresso).
Magni 6 Tanto lavoro sporco, si costruisce molti spazi ma non trova la zampata vincente.
Baggioli 5.5 Nel primo tempo fa il suo, nella ripresa cala e perde i riferimenti non facendo più da filtro sulla trequarti.
Nardiello 6 Prova un po’ anonima, cerca di costruirsi lo spazio per colpire ma è piuttosto innocuo.
All. Villa 6 Ricevere i complimenti dalla panchina avversaria dopo un 2-5 non è un aspetto da sottovalutare, i suoi ragazzi sono in crescita e meritano forse di più.

LA FORMAZIONE DELLA VIMERCATESE

Vimercatese
Vimercatese