13 Agosto 2020 - 00:07:00

Promozione: Il destino rossonero e il Tribiano, Aquilante si racconta…

Le più lette

Fossano, Sangare saluta e continua l’intrigo Aloia

La telenovela Aloia continua. L'attaccante 2000 della Giovanile Centallo ha fatto parlare di sé andando a fare il primo...

Svelati i gironi di Prima Categoria, ecco le neopromosse e le ripescate

A pochi giorni dalla formulazione dei gironi di Eccellenza e Promozione, ecco svelati i sette gironi di prima categoria...

Verbano, lascia il direttore sportivo Enzo Genco: «Non mi vedevo più in certe situazioni»

Notizia inaspettata da Besozzo dove, nelle scorse ore, il direttore sportivo Enzo Genco ha rassegnato le dimissioni. «Non mi...

E’ ormai una bandiera del Tribiano dove gioca da quasi 6 stagioni consecutive con la stessa casacca. Ha giocato per 9 anni nel settore giovanile del Milan, facendo tutta la trafila rossonera. Stiamo parlando di Claudio Aquilante, giocatore aitante della squadra di Crotti. Nella sua lunga carriera da giocatore del Milan ha sempre dato il massimo e la sua esperienza da giocatore rossonero lo ha quasi graziato negli anni avvenire. Oggi gioca con il Tribiano di Crotti. Oramai come già detto, gioca da 6 stagioni con la stessa maglia e del Tribiano parla come se fosse la sua famiglia:”Ormai sono 6 anni che gioco in questa squadra, diciamo che è un rapporto che và al di là del semplice rapporto calcistico ! Devo molto a questa squadra anche perché oltre al calcio lavoro per l’azienda del mio presidente ! È diventata una famiglia !”, aggiungendo con un po’ di rammarico la mancanza del toccare il terreno di gioco:”Per quanto riguarda la classifica, è un peccato che si sia bloccato tutto, perché penso che potevamo fare cose importanti!”. Il calcio per lui è più di un gioco è quasi un’amore e quest’anno ha potuto anche sperimentare anche diversi ruoli. Lui nasce come trequartista ma l’allenatore Crotti, lo ha voluto impiegare come mediano davanti alla difesa:”Diciamo che il mio ruolo ideale è trequartista dietro le due punte, ma è difficile trovare nel corso della carriera, allenatori che usano un sistema di gioco adatto a quel ruolo!, comunque a mio parere posso ricoprire molto ruoli,(mezzala destra/sinistra, mediano, alto a destra/ sinistra ). Diciamo che mi hanno aiutato tanto i 9 anni di settore giovanile del Milan. Quest’anno Crotti per quasi tutte le partite mi ha fatto giocare davanti alla difesa!”. Per Aquilante la sua esperienza al Milan è stata molto formativa e molto importante, il chè gli ha dato molti strumenti da mettere in pratica poi in campo, anche se però lo ha visto protagonista di un occasione sfuggita e di un futuro sfumato dal sapore amaro:” E’ passato un treno che non ho preso ! Potevo sfruttare meglio l’occasione ma ero giovane e se già a quell’età non hai una mentalità da calciatore, non diventi nessuno”. E’ anche vero però che l’amore per il calcio da parte di Aquilante non ha rivali, perchè magari può essere anche sfuggito un treno che passa una volta sola ma sicuramente ha preso il treno della vita e dell’amore per il calcio. Che comunque rimane uno sport e non solo un’occasione di vita, ma una passione. La sua carriera è partita alla grande e ha sempre dato il tutto per tutto per le squadre in cui ha giocato e nei suoi ricordi, anche più felici nella sua esperienza da calciatore, c’è la partita che gli è rimasta nel cuore: “Partita che mi è rimasta nel cuore sono le Finali nazionali, Milan – Cagliari con doppietta e gol personali dedicati a mio zio che non c’è più !”. In questo momento il Tribiano di Crotti è in zona play off in classifica e l’attesa per la fine della quarantena è lunga. Sperando comunque di tornare in campo, Aquilante e il Tribiano sogna l’aggancio in classifica alle 3 fuggitive Castelleone, Soresinese e Città di San Giuliano per provare almeno a far diventare il sogno di gloria in realtà. Quello di andare in Eccellenza.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli