21 Settembre 2020 - 15:20:41
sprint-logo

Promozione, La Spezia pronto! Il pres Siani: «Prima la salvezza, poi si vedrà»

Le più lette

Gassino SR – La Chivasso Coppa Prima Categoria: Gazzera da applausi, biancorossi travolti

Quando ad una gara di sacrificio e di lotta abbini anche due gol, difficile che i compagni non si...

SuperOscar, tutti i risultati dei quarti di finale

Questa sera seconda tornata dei quarti di finale del 40° SuperOscar, in campo le quattro categorie del settore giovanile,...

Nuova Valsabbia – Vighenzi Coppa Promozione: un rigore di Negrello abbatte la Valsabbia

La Vighenzi espugna il sintetico di Sabbio e conquista tre punti importanti nel girone di Coppa. Decisivo il rigore...

Tempo di preparazione, tempo di programmazione. Fasi della stagione che accomunano tutte le compagini in gioco all’interno del campionato, nelle quali però si riescono sempre a distinguere profili differenti. Caratteri facilmente individuabili, in base a quello che è il modus operandi della squadra e della società. Silenziosa ma per nulla inattivo è La Spezia, compagine milanese che vanta oramai una solida tradizione all’interno del campionato di Promozione. I panni dell’outsider gli calzano a pennello visti i risultati che è riuscita a raggiungere nelle passate edizioni del campionato. Quello appena passato verrà ricordato da tutti come un’opera incompiuta vista l’interruzione improvvisa, non è del tutto da archiviare visti gli ottimi spunti che ci ha offerto nel periodo in cui ha avuto svolgimento. Partiti per centrare una salvezza tranquilla, i ragazzi guidati da Danilo Quaranta hanno osato più del previsto riuscendo ad avvicinarsi in modo quasi decisivo alla zona playoff. In questa fase di costruzione sono già stati fissati gli obbiettivi per la stagione, che non si distaccano troppo da quelli dell’anno scorso, come confermato e ammesso dal direttore sportivo Budroni: «L’obbiettivo primario rimane quello della salvezza, le esperienze passate ci hanno però insegnato a non sottovalutarci. Come nel campionato dell’anno scorso. Il nostro è un profilo silenzioso, abbiamo come diktat l’attaccamento alla maglia, fattore che ci ha dato diverse soddisfazioni in passato. Il gruppo è solido ed è per lo più invariato, abbiamo messo a segno alcuni colpi con l’obbiettivo di migliorare la rosa a disposizione del tecnico, che anche per quest’anno sarà Danilo Quaranta». I colpi di cui parla il direttore hanno già un nome ed un cognome e per l’esattezza sono quattro. Il primo rinforzerà il reparto avanzato, si tratta di Ibrahim Sow, classe 1997 è una prima punta in arrivo dal Vighignolo, compagno di reparto sarà Andrea Fantozzi 1998 scritto sulla carta d’identità, professione “jolly d’attacco”, capace di ricoprire svariati ruoli all’interno del reparto avanzato. Un profilo d’esperienza è quello di Spinelli, ’94 centrocampista classico a disposizione del tecnico Quaranta. Dulcis in fundo il più giovane di tutti il portiere classe 2000, Tommaso Lodigiani pronto a difendere i pali dei milanesi nella prossima stagione. Le ambizioni sono chiare, primo obbiettivo la salvezza, come dichiarato dal presidente Matteo Siani: «La squadra è completata, non andiamo oltre i nostri obbiettivi, tutto quello che verrà in più sarà tanto di guadagnato. La squadra è stata migliorata in tutti i reparti, il gruppo è sempre quello, tutti i ragazzi sono legati alla società, speriamo di toglierci diverse soddisfazioni. Abbiamo riaperto il centro da una quindicina di giorni, sanificando tutto l’impianto, siamo pronti per partire». Una squadra silenziosa ma sempre sul pezzo, ed il concetto è semplice: voglia, maglia e pallone.

Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli