12 Agosto 2020 - 13:43:50

Uboldese – Gavirate Promozione: l’incornata di Maraschio condanna una grande Uboldese

Le più lette

Verbania, Domenico Vono si dimette dall’Under 19

Dopo aver confermato Luca Porcu alla guida della prima squadra, il Verbania dovrà cercare un nuovo allenatore per l'Under...

Castellazzo, Nobili al posto di Adamo in panchina

D'un tratto il Castellazzo diventa l'ultima panchina di Eccellenza a registrare uno scossone. Dopo due anni la strada di...

Verbano, lascia il direttore sportivo Enzo Genco: «Non mi vedevo più in certe situazioni»

Notizia inaspettata da Besozzo dove, nelle scorse ore, il direttore sportivo Enzo Genco ha rassegnato le dimissioni. «Non mi...

Uboldese – Gavirate Promozione – Un dibattito costante nel calcio moderno è quello che contrappone i sostenitori del bel gioco e quelli del risultato. Una diatriba divenuta popolare negli ultimi tempi e che trova una grandissima dimostrazione nella gara tra Uboldese e Gavirate, che danno vita al copione perfetto: la spunta la capolista Gavirate, che consolida la vetta ottenendo la dodicesima vittoria in campionato e laureandosi ufficialmente campione d’inverno al giro di boa, grazie all’incornata di Maraschio a pochi minuti dal termine di una difficile gara, condotta quasi esclusivamente dagli uomini di Maestroni. Non serve, dunque, a nulla una grande partita dei rossoneri, che mostrano un costante dominio territoriale, un bel gioco, ma poca concretezza negli ultimi venti metri, dove gli ospiti, in una delle pochissime occasioni concesse, puniscono e portano a casa bottino pieno. Una prima frazione di gioco molto tesa quella di Uboldo, in cui i ventidue in campo adottano due strategie differenti, su un terreno di gioco reso abbastanza pesante dalle abbondanti piogge dei giorni scorsi. Sin dalle prime battute sono i padroni di casa a fare proprio il controllo del match, partendo subito forte dopo una manciata di minuti, con la conclusione a giro da parte di Mattia Giglio, che fa la barba al palo e termina di poco a lato sul fondo. Risponde, qualche istante dopo, il Gavirate, con la bella imbucata di Maraschio, che pesca sul filo del fuorigioco Seno, che sul più bello viene bloccato da un’ottima uscita da parte di Giordano Giglio, che frana addosso all’undici ospite e nega la rete del possibile vantaggio ospite. L’occasione più clamorosa è però l’errore di Maiorano, che al 18’ fallisce clamorosamente da due passi: su un contropiede architettato alla perfezione, Besati innesca sulla destra Calizzi, che mette al centro un pallone radente a rimorchio per il capitano rossonero, che quasi colto impreparato, devia ma colpisce in pieno Teseo. Un costante pressing casalingo che frutta diverse conclusioni da parte di Giglio, Maiorano e Arrigoni, ben parate da un super Teseo, fa sì che nell’ultimo quarto d’ora i padroni di casa respirino e ne approfittino gli uomini di Caon, che rialzano il baricentro e si rendono pericolosi al 35’ ancora con Seno e con il colpo di testa di Maraschio, che terminano rispettivamente a lato e di poco alto sopra alla traversa. Nella ripresa, in cui Maestroni tiene in campo gli stessi undici per tutti i novanta minuti, l’Uboldese continua a creare e a mettere in difficoltà la capolista Gavirate, che scampa al pericolo in più occasioni, grazie a Teseo. L’estremo difensore gaviratese para, in ordine cronologico, il destro incrociato (8’), il mancino a giro (12’) e il destro ravvicinato (19’) di Mattia Giglio, vede scorrere a lato (20’) e respinge i mancini piazzati di Arrigoni (23’). Una grande quantità di occasioni uboldesi fallite, fanno sì che l’equilibrio della gara spinga in avanti gli ospiti, che incentivati dall’entrata in scena dell’ex di turno Tartaglione, si portano pericolosamente all’attacco e vanno vicini alla rete del vantaggio al 36’: in neoentrato Montagner pesca sul filo del fuorigioco Maraschio, il quale prova a concludere col destro incrociato ma trova la scivolata e la deviazione decisiva in corner da parte di Valenzano. È dallo stesso corner che nasce la clamorosa rete del vantaggio ospite: batte Caon, incorna Maraschio, che anticipa tutti sul primo palo e regala i tre punti alla sempre più capolista Gavirate, che si aggiudica i tre punti in una soffertissima trasferta.

IL TABELLINO DI Uboldese – Gavirate Promozione

UBOLDESE – GAVIRATE 0-1
RETE: 37’ st Maraschio (G).
UBOLDESE (4-3-3): Giglio G. 6.5, Calizzi 6.5, Bartucci 7, Fiore 6.5, Valenzano 7, Sponga 6.5 (45’ st Maggioni sv), Besati 6.5, Maiorano 5.5, Giglio M. 6.5, Di Dio 6, Arrigoni 5. All. Maestroni 6.5. A disp. Buffoni, Masserini, De Milato, Alliata, Turconi, Gambino, Martucci, De Carlo.
GAVIRATE (4-3-2-1): Teseo 7.5, Masinari 6 (26’ Scotti 6.5), Nyanzu 7 (36’ st Bertani sv), Esteri 7, Clerici 6, Candeliere 6, Garri 5.5 (32’ st Montagner sv), Caon 6.5, Maraschio 7, Miele 6 (13’ st Testa 6), Seno 6 (24’ st Tartaglione 6). All. Caon 7. A disp. Riva, Jammeh, Broggini, Bocci.
AMMONITI: Giglio M. (U), Caon (G).
ARBITRO: Pina di Como 6.5.
ASSISTENTI: Pozzi di Varese 6.5 e Toniolo di Varese 6.5.

LE PAGELLE DI Uboldese – Gavirate Promozione

uboldese gavirate promozione
Uboldese: gli undici titolari scelti da Alberto Maestroni

UBOLDESE (4-3-3)

Giglio G. 6.5 Si supera su Seno nel primo tempo, per i restanti minuti, gol escluso, è abbastanza inoperoso.
Calizzi 6.5 Spinta costante sulla corsia di destra, regge bene il confronto con Nyanzu.
Bartucci 7 Ottima prestazione la sua, alterna ghirigori da ala affermata a provvidenziali chiusure difensive senza fronzoli.
Fiore 6.5 Contrasta e lotta, nella fangosa mediana di Uboldo è lui ad emergere con grande carisma.
Valenzano 7 Decisive due deviazioni sulle conclusioni di Seno (primo tempo) e di Maraschio (secondo tempo), autorevole.
Sponga 6.5 Buona prestazione anche la sua, preciso e puntuale in ogni suo intervento o chiusura.
Besati 6.5 Nel primo tempo fa letteralmente ciò che vuole sulla sua corsia di competenza, poi cala nella ripresa.
Maiorano 5.5 Mostra poca lucidità nei momenti decisivi del match, l’infortunio da cui ha recentemente recuperato può essere un’attenuante, ma nel complesso può dare di più.
Giglio M. 6.5 Sempre pimpante e vivace, i maggiori pericoli li disegna lui.
Di Dio 6 Un po’ anonimo nel centrocampo rossonero, non riesce a dare il consueto cambio di marcia.
Arrigoni 5 Giornata decisamente da dimenticare, mostra poco altruismo e poca brillantezza nelle occasioni chiave, ha i mezzi e si rifarà.
All. Maestroni 6.5 Dal punto di vista prestazionale la partita dei suoi è quasi perfetta, ma a far la differenza sono i tanti gol sbagliati e soprattutto il risultato finale.

 

 

 

uboldese gavirate promozione
Gavirate: gli undici titolari scelti da Cristian Caon

GAVIRATE (4-3-2-1)

Teseo 7.5 Giornata da ricordare per lui, pur senza effettuare grandi miracoli, si oppone alla perfezione a tantissime conclusioni avversarie.
Masinari 6 Regge bene il confronto con Arrigoni, poi dà forfait per infortunio. (dal 26’ Scotti 6.5 Tiene a bada Arrigoni prima e Besati poi).
Nyanzu 7 Chiamatelo ‘flash’, spinge con decisione sulla sinistra, quando accelera diventa imprendibile.
Esteri 7 Direttore d’orchestra del centrocampo gaviratese, non sbaglia praticamente nulla e trova sempre modo per disegnare traiettorie di difficile lettura.
Clerici 6 Qualche sbavatura la commette, per più tratti si mostra incerto e insicuro.
Candeliere 6 Stesso discorso di Clerici, non la miglior prova da parte della retroguardia di Caon.
Garri 5.5 Nei minuti giocati non incide particolarmente sull’economia della gara, sostituito.
Caon 6.5 Tanta corsa e molto sostegno in avanti, disegna l’assist del vantaggio e nel finale sfiora il gol in rovesciata.
Maraschio 7 Da bomber di razza l’istinto del posizionamento e il senso del gol, la sua incornata vale tre punti d’oro.
Miele 6 Apporto un po’ leggerino il suo, non si intravede particolarmente e viene sostituito.
Seno 6 Nei primi minuti è uno dei più pimpanti, ma non sembra in gran giornata e non trova il guizzo.
All. Caon 7 Se la sua squadra vince anche quando non riesce a dominare le partite sarà molto difficile rubare la supremazia, inanellata la ‘duodecima’.

ARBITRO: Pina di Como 6.5 Nessuna decisione discutibile, nel complesso mantiene l’ordine in campo.
ASSISTENTI: Pozzi di Varese 6.5 e Toniolo di Varese 6.5 Decisioni giuste e nessun errore significativo.

 

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A MAESTRONI (UBOLDESE)

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A CAON (GAVIRATE)

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli