18 Giugno 2021

Virtus Binasco-Assago Coppa Promozione: poche emozioni e meno tiri, pareggio senza squilli

Le più lette

Volpiano-Chisola All Stars Under 19: Liberti fermato dal palo, Berutti firma il successo vinovese

Al Chisola basta una zampata di Berutti per avere la meglio sul Volpiano e ipotecare il secondo posto del...

Speranza Agrate Eccellenza, Parla Pizzi:«Contento per la prima vittoria ma non facevamo drammi prima perché c’erano le prestazioni»

Per la Speranza Agrate di Gianmaria Pizzi è ormai il momento di tirare le somme riguardo il percorso intrapreso...

Lascaris-Chisola Under 15: De Robertis in extremis gela i bianconeri, è festa per i vinovesi

L'urlo di Alex De Robertis, la festa del Chisola che inizia quando ormai, in pieno recupero, il 2-2 sembrava...

La Virtus Binasco, dopo aver battuto a domicilio il Locate per 2-1, ospita l’Assago in una sfida molto sentita, soprattutto dopo gli ultimi scontri. Lo spettacolo e le emozioni, sia per l’inizio della stagione sia perché il pareggio non avrebbe scontentato nessuno, latitano per tutta la durata del match portandolo all’unico epilogo possibile: pareggio senza reti né parate da ricordare. Sin da subito le squadre mostrano una grande difficoltà nel rimanere corte, comportando così un fraseggio molto difficile e molte meno possibilità di farsi cogliere impreparati. La squadra di Zanoni si schiera con una linea a quattro e i terzini liberi di offendere; un centrocampo a tre con un mediano di rottura e le due mezzali molto dinamiche sia in fase di copertura che a ridosso dell’area avversaria e i tre in attacco con molta libertà di movimento. Gli ospiti, guidati da Gallanti, scelgono di scendere in campo con il più classico dei 4-4-2: la linea difensiva molto compatta e i terzini che badano maggiormente alla fase difensiva rispetto a quella offensiva; i due centrocampisti centrali con dovere sia di rompere sia di creare il gioco e i due esterni con movimenti alternati; i due attaccanti molto mobili per cercare sia di creare spazi sia di trovare il fraseggio con qualche compagno. Il primo brivido del match arriva al ventesimo: Rossi dopo essersi smarcato molto bene trova in mezzo all’area Iacuanello, che con il piattone gonfia la rete. Chanchoul, però, non fa neanche iniziare i festeggiamenti segnalando, giustamente, il fuorigioco del nove gialloblu. Il match scorre sotto gli occhi dei tifosi, tra un lancio lungo e un passaggio sbagliato, arrivando all’intervallo con una sola azione pericolosa al minuto ventinove. Panara combina con Cavallotti, che con un po’ di fortuna si ritrova con il pallone tra i piedi in area di rigore, dove libera un destro potente ma sul primo palo, che diventa così una facile preda per Ghirardelli. Nella ripresa i due allenatori provano con i cambi a rendere più elettrico il match ma, nonostante il cambio degli addendi, il risultato non è diverso rispetto al primo tempo. Le due uniche azioni degne di nota avvengono in soli due minuti, dal trentaduesimo al trentaquattresimo. Al trentaduesimo una bella triangolazione tra Galletti e Iacuaniello, porta quest’ultimo a tirare di piattone dal mezzo dell’area, ma manca la precisione e la palla finisce alta. Al trentaquattresimo il subentrato Prada prova a far venire giù lo stadio di Binasco con una rovesciata, che finisce debolmente a lato.

IL TABELLINO

VIRTUS BINASCO-ASSAGO 0-0
VIRTUS BINASCO (4-3-1-2): Crudo 6, Nascimbene 6.5 (13’ st Di Mauro 6), Calvi 6, Alberizzi 6.5, Brega 6, Italiano 5.5 (38’ st Mantelli sv), Lombardo 6.5, Vailati 6 (7’ st Caldarone 6), Panara 5 (28’ st Prada 5.5), Cavallotti 6 (33’ st Baldini sv) , Cesana 5. A disp. Fabbretti, Piva, Modoni, Sacchini. All. Zanoni 6. Dir. Piva-Ciampa.
ASSAGO (4-4-2): Ghirardelli 6, Galletti 6, Trimboli 6.5, Mangiarotti 6, Avino 6, Schiavoni 6.5 (31’ st Mancosu sv) , Bortolotti 6, Putignano 6.5, Iacuaniello 5 (39’ st Celichini sv) , Rossi 6 (36’ st Grimaldi sv), Sorrenti 4.5 (7’ st Scorti 6). A disp. Guasco, Lorino, Sandor, Lusci. All. Gallanti 6. Dir. Gavina
ARBITRO: Chanchoul di Monza 6 La partita è molto tranquilla e non gli richiede grandi sforzi. Gestisce bene quando si alzano i toni al diciottesimo del secondo tempo.
ASSISTENTE 1: Omrani di Gallarate 6
ASSISTENTE 2: Minardi di Milano 6
AMMONITI: 37’ Italiano (B), 18’ st Scorti (A), 18’ st Crudo (B), 46’ st Baldini (B).

LE PAGELLE

VIRTUS BINASCO
All. Zanoni 6 Conclude da esordiente il girone di coppa con quattro punti. Buon inizio, ma il lavoro è ancora molto lungo.
Crudo 6 Non viene mai realmente impegnato.
Nascimbene 6.5 Mostra da subito un’ottima gamba nonostante il periodo, in difesa è attento e in attacco arriva spesso al limite dell’area. (13’ st Di Mauro 6)
Calvi 6 Viene sollecitato molto poco dalle sortite offensive avversarie e tiene bene, nell’altra metà campo si presenta poco.
Alberizzi 6.5 Prestazione molto concreta da parte del giovane centrale, difficile saltarlo o sorprenderlo con dei movimenti.
Brega 6 Tiene molto bene la posizione non permettendo agli attaccanti avversari di rendersi pericolosi.
Italiano 5.5 Fatica a dare velocità all’uscita del pallone, compensa in parte con l’ottimo apporto difensivo. (38’ st Mantelli sv)
Lombardo 6.5 Tantissimo lavoro oscuro per lui nella gara odierna, corre in tutte le zone del campo per recuperare il pallone o per mettere i compagni in condizione di servirlo.
Vailati 6 Non ruba l’occhio ma merita pienamente la sufficienza per il lavoro fatto in fase di non possesso. (7’ st Caldarone 6)
Panara 5 Fatica a trovare la giusta collocazione in campo per rendersi pericoloso, finendo per non graffiare mai.(28’ st Prada 5.5)
Cavallotti 6 L’unico che si salva dei tre davanti perché mostra una grande voglia di essere protagonista, oltre a degli spunti interessanti. (33’ st Baldini sv)
Cesana 5 La squadra lo serve poco, ma anche lui non riesce a mettersi nelle condizioni migliori per ricevere in maniera ottimale i pochi suggerimenti a lui offerti.

ASSAGO
All. Gallanti 6 Per essere la prima uscita stagionale si conquista la sufficienza, ma una squadra con queste ambizioni deve fare dei passi avanti nel corso della stagione.
Ghirardelli 6 Mostra qualche problema con i piedi, compie un intervento buono (anche se sul primo palo) e niente pià.
Galletti 6 Viene adattato in un ruolo non suo e, seppur con tutte le difficoltà del caso, si comporta discretamente.
Trimboli 6.5 Buona prestazione in tutte e due le fasi, difensivamente si dimostra sempre molto attento e offensiva prova a fare qualche sortita.
Mangiarotti 6 Preciso e pulito negli interventi che gli vengono richiesti.
Avino 6 Dopo un piccolo brivido iniziale rialza la testa e conduce una partita di sostanza.
Schiavoni 6.5 Gli è richiesto di provvedere ad ambedue le fasi di gioco e lo fa con grande spirito per tutto il tempo che gli viene concesso in campo.(31’ st Mancosu sv)
Bortolotti 6 Si limita a fare il suo compito, senza eccessi e nemmeno sbavature.
Putignano 6.5 Tira le fila del centrocampo, anche se la manovra spesso è lenta, grande lavoro in fase d’interdizione.
Iacuaniello 5 Non riesce mai a rendersi pericoloso, toccando veramente pochi palloni. (39’ st Celichini sv)
Rossi 6 Con Schiavoni crea un’ottima mediana in vista della stagione a venire. (36’ st Grimaldi)
Sorrenti 4.5 Sbaglia tantissimi palloni, alcuni anche molto facili. La cosa più grave è che i suoi errori sono più di concetto che tecnici. (7’ st Scorti 6)

LE INTERVISTE

ZANONI, VIRTUS BINASCO

«Ritengo queste partite più utile per conoscere la squadra, che è cambiata quasi in toto, che per il risultato da raggiungere. È cruciale continuare a crescere e ad applicare il lavoro che stiamo facendo negli allenamenti. In questo momento, secondo il mio parere, abbiamo diciotto giocatori buoni, ci mancano ancora due giocatori fondamentali, ma nelle prossime due settimane torneranno con il gruppo. Questa squadra è già pronta, non possiamo pensare di non esserlo in nessuna partita. La squadra che son convinto di poter avere si vedrà tra un mese, quando avrò tutti a disposizione e avrò capito cosa possono darmi. Sono molto fiducioso per la stagione entrante. L’obiettivo della società è quello di non soffrire e io lo perseguirò, ma se c’è la possibilità di essere protagonisti lo saremo. In qualunque caso venderemo cara la pelle».

GALLANTI, ASSAGO

«Abbiamo trovato delle difficoltà con le dimensioni del campo. Non avevamo giocato su campi di queste dimensioni e in erba, quindi oggi è stato un test molto importante per noi. Abbiamo corso tantissimo, anche a vuoto, ma dobbiamo abituarci a questi campi perché nel nostro girone ne troveremo moltissimi. Nel secondo tempo avevamo in campo tre 2002, tre 2000 e un 2001 sono tutti giocatori che hanno bisogno di fare esperienza. Non abbiamo corso grandi rischi e della prestazione sono soddisfatto, la mia squadra è pronta! L’obiettivo dell’Assago è quello di mettere nella miglior condizione i nostri giovani e di tornare ai playoff come l’anno scorso».

Zanoni, il neo allenatore della Virtus BinascoZanoni, il neo allenatore della Virtus Binasco

Gallanti, allenatore Assago


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli