Il capitano rossoverde Stefano Foini che riceve la Coppa
Il capitano rossoverde Stefano Foini che riceve la Coppa

Si chiude un cerchio per il Cassina, che conquista la tanto agognata promozione in Prima Categoria grazie alla vittoria per 3-1 nella finalissima di Coppa Lombardia contro il San Michele. Un percorso iniziato con la dolorosa retrocessione della scorsa stagione, che ha temprato nell’animo, e nel cuore, l’esercito rossoverde, diligente nel rimettere a posto i cocci del vaso per rialzare perentoriamente la testa. È bastato un solo anno di purgatorio alla truppa di Locatelli per riconquistare sul campo ciò che si era perso in quel maledetto pomeriggio del 13 Maggio. Dopo aver mancato il treno campionato dietro la locomotiva Lesmo, i rossoverdi hanno colto al balzo la loro seconda occasione. Una chance troppo ghiotta per essere lasciata sul piatto. Il tutto condito da un’eroica battaglia contro il San Michele, che ha dovuto alzare bandiera bianca solo dopo i tempi supplementari, annichilito dai colpi di Titire e Foini. Per la selezione di Varese, comunque, nulla è perduto. Visto che, a proposito di seconde occasioni, domenica basterà un punto negli ultimi novanta minuti di campionato per poter accodarsi al treno promozione, ormai quasi vicino a raggiungere il capolinea.

Per quanto riguarda il campo, la sfida inizia sotto il segno dei rossoverdi di Cassina, che approcciano bene la gara. La chiave è la conquista immediata della mediana, dove Palermo entra in cabina di regia illuminando il gioco con le sue dolci pennellate. Dal canto loro i gialloneri del San Michele partono in maniera prudente, cercando di prendere le misure agli arrembanti avversari. Con questo copione le occasioni non tardano ad arrivare. Il primo squillo della gara porta la firma di capitan Foini, spunto personale murato dal numero uno avversario, mentre il secondo arriva su un’accelerazione di Angulo Henriquez, ma ancora una volta De Leo risponde presente. La terza volta, però, è quella buona per il Cassina, che al tredicesimo passa in vantaggio con una magia di Cintioli, il quale gonfia la rete con una fantastica stoccata di prima intenzione su una palla in uscita dall’area di rigore. Il gol serve da sveglia per la truppa di Varese, che si toglie di dosso il torpore iniziale e comincia a produrre diversi pericoli verso la porta avversaria. Dopo la traversa colpita sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è Landi ad avere sui piedi la palla del pareggio sul finire del primo tempo, ma Zoghaib salva tutto con un’uscita tempestiva. Ad inizio ripresa sembra quasi di assistere ad una sorta di dejavu, con il Cassina che approccia bene la gara e chiama subito in causa De Leo con i fendenti di Foini e Palermo. Nonostante ciò, con il passare dei minuti, il San Michele entra in ritmo, prendendo campo sospinto da una reazione d’orgoglio. Il tutto culmina nella rete del pareggio di Mastropietro, che, ad un quarto d’ora dalla fine, riequilibra le sorti del match con un delizioso pallonetto. Tuttavia le emozioni non sono ancora terminate. Oltre al dubbio per un possibile fallo da rigore ai danni di Foini, in pieno recupero c’è tempo per un’ultima occasione per parte. Ad aprire le danze ci pensa il San Michele con il tentativo fuori-misura di Mastropietro, mentre la risposta del Cassina si infrange sui guantoni di De Leo, miracoloso sul duo Foini-Lucarelli.

Nei supplementari la fatica, i crampi e la stanchezza prendono il sopravvento. A salire sul palcoscenico sono le ultime forze nervose rimaste nei 22 elementi in campo, consci dei propri limiti fisici ma pronti a battagliare sino all’ultimo secondo. Nell’equilibrio regnante serve una scintilla, una palla ferma, un episodio chiave per rompere il ghiaccio. Detto, fatto. La svolta arriva al quinto minuto del primo tempo supplementare, quando Titire gonfia la rete con un’imperiosa incornata sugli sviluppi di un calcio d’angolo e porta nuovamente avanti il Cassina. A questo punto il San Michele prova un generoso forcing finale per pareggiare la sfida, ma Zoghaib risulta insuperabile e Foini fa partire la festa rossoverde con il tris, a porta sguarnita, servito sui titoli di coda del match.

 CASSINA                               3

SAN MICHELE                        1 (dts)

RETI (1-0, 1-1, 2-1, 3-1): 13’ Cintioli (C), 32’ st Mastropietro (S), 5’ pts Titire (C), 17’ sts Foini (C).

CASSINA (4-3-1-2): Zoghaib 7, Paternicola 6.5, Carluccio 7 (7’ sts Meroni 6), Pianta 7, Seminario Valderra 7, Palermo 8, Colombo 6.5 (1’ sts Rossetti S. 6), Lucarelli 7, Cintioli 7.5 (20’ st Rossetti J. 6.5), Foini 7.5, Angulo Henriquez 7 (36’ st Titire 7.5). A disp. Bassi, Battaglia, Corno, Braglia, Scalone. All. Locatelli 8. Dir. Erba.

SAN MICHELE (4-3-3): De Leo 7.5, Agosti 6.5 (1’ sts Bartolomei 6), De Taddeo 6, Ghezzi 7, Piccinelli 6 (1’ st Ena sv; 26’ st Braga 6), Caturano 6.5, Tenti 6 (22’ st Mastropietro 7.5), Bilato 6, Ciccone 6.5, Landi 7, Nicora 6.5 (42’ st Ceccarelli 6.5). A disp. Bianchi, Danieli, Bartolomei, Cova, Speltra. All. Lorenzi 7. Dir. Mezzera

ARBITRO: Raineri di Como 6.5

ASSISTENTI: Arizzi di Bergamo (1°)/ Montanelli di Lecco (2°).

AMMONITI: 25’ Angulo Henriquez (C), 42’ Paternicola (C), 17’ st Bilato (S), 32’ st Mastropietro (S), 40’ st Lucarelli (C), 2’ sts Ghezzi (S),6’ pts Titire (C), 17’ sts Foini (C).

PAGELLE CASSINA

Zoghaib 7 Nel momento di maggior difficoltà tiene in partita i suoi con diversi interventi importanti.

Paternicola 6.5 Terzino dai piedi vellutati, disegna insidiosi cross a rientrare dalla trequarti. Merce rara di questi tempi.

Carluccio 7 Ruvido nello stile ma sempre, dannatamente, efficace. Dalle sue parti non lascia nemmeno le briciole agli avversari. (7’ sts Meroni 6)

Pianta 7 Dove non arriva con il fisico, ci pensa la sua esperienza a fare la differenza. Si disimpegna bene anche come regista basso, quando Palermo è marcato.

Seminario Valderra 7 Qualunque cosa passi nel suo raggio d’azione, sia il pallone o un giocatore, viene respinto senza possibilità di appello.

Palermo 8 Il campo di Pozzuolo è la tela bianca su cui disegna un’opera d’arte, a tinte rossoverdi, con le sue pennellate. Poetico, ma battagliero quando necessario.

Colombo 6.5 Contribuisce attivamente alla creazione della marea rossoverde che si abbatte sul San Michele, specialmente a centrocampo. (1’ sts Rossetti S.6)

Lucarelli 7 Prezioso il suo lavoro di taglio e cucito in mezzo al campo. Solo un super De Leo gli nega il gol della vittoria in piena zona cesarini.

Cintioli 7.5 Apre le danze con un gol da cineteca che vale da solo il prezzo del biglietto. (20’ st Rossetti J. 6.5)

Foini 7.5 Immancabile il timbro del goleador. Nel finale fa partire la festa rossoverde.

Angulo Henriquez 7 Quando accelera son dolori, se parte in progressione c’è solo da prendere la targa.

36’ st Titire 7.5 L’uomo della provvidenza per il Cassina, la sua incornata del 2-1 rimarrà scolpita nella storia del club.

All. Locatelli 8 Raggiunge l’obiettivo della promozione in Prima categoria con il successo in Coppa Lombardia. La chiusura perfetta per un gruppo fenomenale.

PAGELLE SAN MICHELE

De Leo 7.5 Miracoloso in un paio di occasioni, compie alcune parate quasi al limite del pensabile. Felino.

Agosti 6.5 Partita dalla difficile interpretazione senza punti di riferimento da marcare. Anche lui viene fuori nella seconda frazione. (1’ sts Bartolomei 6)

De Taddeo 6 Marcare Foini non è un compito facile, comunque si disimpegna bene.

Ghezzi 7 Nella ripresa alza l’asticella del rendimento e non sbaglia più una scelta. Nel finale si getta in avanti per emulare un “Samuel dai tratti Mourinhiani”

Piccinelli 6 Gioca solo 45 minuti, ma lascia tutto quello che ha sul campo. (1’ st Ena sv; 26’ st Braga 6)

Caturano 6.5 Prova a mettere ordine nel gioco giallonero. Le sue qualità da metronomo tornano utili, quando la pressione avversaria si attenua.

Tenti 6 Corsa e grinta al servizio della squadra, lotta senza risparmiarsi su ogni pallone vagante.

22’ st Mastropietro 7.5 Con il suo pallonetto vellutato regala altri trenta minuti di battaglia, anche se al novantesimo getta alle ortiche il colpo del KO tecnico.

Bilato 6 In mediana non è una giornata da facile decodifica, deve lavorare tanto per risalire la china ma alla fine anche lui fa vedere le sue qualità.

Ciccone 6.5 Svaria su tutto il fronte offensivo alla ricerca del varco giusto, partita di grande sacrificio.

Landi 7 Il più attivo, soprattutto nel torpore del primo tempo, su di lui Zoghaib è chiamato a fare gli straordinari.

Nicora 6.5 Grande intesa con Landi, i due si trovano praticamente ad occhi chiusi. Non è un caso che ci sia sempre il suo zampino sulle occasioni del compagno. (42’ st Ceccarelli 6.5).

All. Lorenzi 7 Partenza in sordina, ma alla lunga i suoi ragazzi vengono fuori con veemenza. Nei supplementari gli episodi gli costano caro. Nonostante ciò Domenica c’è la possibilità di rifarsi con gli interessi.

GUARDA LA FOTOGALLERY

ASCOLTA LE PAROLE DI FOINI

SENTI L’INTERVISTA FATTA A LOCATELLI


Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.