La Casport nella passata stagione (Facebook)

Sarà il centro sportivo di Via Brughèe a Castelveccana (località di circa duemila abitanti) a battezzare l’esordio calcistico del Città di Varese. Come ripetuto più volte dalla dirigenza del sodalizio fondato nel luglio 2019, il Città di Varese non è il Varese Calcio ma il Calcio a Varese, ma è innegabile che la società presieduta da Stefano Pertile abbia catturato l’attenzione e la curiosità di gran parte del tifo. Per i “fedelissimi” l’obiettivo è quello di tifare la squadra cittadina, e pazienza se – dopo le vicissitudini estive che hanno portato alla scomparsa del Varese Calcio – si debba stare assiepati attorno a una rete o seduti su dei gradoni senza nulla che possa riparare il capo in caso di maltempo. La passione è passione indipendentemente dalla categoria di militanza. E domenica probabilmente sarà così anche per la trasferta sulle sponde del Lago Maggiore dove la Casport, tramite il presidente Fabrizio Saccone, annuncia l’ingresso libero per tutti. «Ci godremo lo spettacolo di far entrare tutti i supporter del Varese. Da quello che sento verrà organizzato un pullman – dice il numero uno della Casport – Nella nostra cittadina c’è tanta curiosità e sicuramente vedremo al campo persone che non sempre seguivano la nostra squadra. Speriamo che sia una bella domenica di sport e di pubblico».

Cominciare la stagione con la principale favorita del campionato è certamente affascinante e spingerà tutti i protagonisti a cercare di dare qualcosa in più. «Incontrare il Città di Varese alla prima giornata può farci partire male ma siamo consapevoli che la nostra stagione comincerà settimana prossima con l’Oratorio di Cuvio», dice il presidente Saccone. La Casport, che domenica potrebbe vedere il tecnico Alessio Boscaro lontano dalla panchina causa un ritardo nel tesseramento, in estate ha visto un profondo rinnovamento con gli innesti di elementi quali De Marchi, Ghelfi, Covella, Hadji, Giannini e Rognoni. «Avevamo il problema del gol ma con gli arrivi dell’estate dovremmo averlo risolto. Sono tutti ragazzi che hanno accettato il nostro progetto e questa è una cosa bellissima visto che siamo una società che da anni raccoglie quindici-venti punti. Quest’anno vogliamo arrivare almeno a trenta punti».

LA ROSA DELLA CASPORT

Nicholas Basso, Matteo Bonari, Nicholas Cosco, Fabio Costanzo, Francesco Covella, Mattia De Marchi, Nouf Faraj, Alessandro Garippa, Jonathan Ghelfi, Alessandro Giannini, Adbi Hagj, Alessandro Macaluso, Daniele Maiuolo, Haka Mustafa, Gioele Piazza, Daniele Ponzetta, Francesco Ponzetta, Andrea Porzio, Andrea Querini, Alessandro Rognoni, Yari Salvatelli, Gabriele Tedesco, Lorenzo Tirotta, Edmondo Venturino.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.