L'undici di partenza della Masseroni di Zonca
L'undici di partenza della Masseroni di Zonca

Anticipo del Giovedì che vale il primato, la Masseroni è campione con una giornata d’anticipo dopo la sofferta vittoria sulla Solbiatese-Insubria. La squadra di Magrini si è presentata con la voglia di non essere l’agnello sacrificale in quel di Milano, mentre la squadra di casa non fatica ad abituarsi al campo della Masseroni 1 dopo un’annata in via Terzaghi. Sono infatti quattro i minuti che bastano ai ragazzi di Zonca per portarsi in vantaggio: palla a Cominetti che si smarca fuori area e insacca alle spalle di un incolpevole Carullo con un tiro che vale oro. La reazione non si fa aspettare, i quindici minuti successivi sono all’insegna di voglia e grinta. Costantini, Casu e Cardani sono una vera spina nel fianco, ma sotto le direttive di capitan Ronzoni la Masseroni non cade e si riprende alla grande. Prima Cominetti cerca la doppietta, poi prova a colpire Berra, ma il pallone non vuole entrare, anche grazie alle parate di Carullo, che al quarantesimo però quasi rischia l’espulsione dopo un erroraccio fuori area. La Solbiatese regge e restituisce tutto, con Casu che spreca l’occasione di pareggiare i conti a tu per tu con Ravarelli. Il pareggio arriva però più tardi, al 4′ del secondo tempo, quando Peloni finalizza di testa il calcio d’angolo a favore. Il gol è la sveglia necessaria per la squadra di casa, che d’ora in avanti si propone in fase offensiva con dinamismo e voglia. Cerasani, fulcro della manovra offensiva nel secondo tempo, ci prova per tre volte da calcio piazzato: al 7′ Carullo para facilmente, all’11 impatta con grande forza ma Carullo si fa trovare ancora pronto, infine al 19′ il tiro rasoterra passa sotto la barriera ed entra in porta sfiorando il palo. Dopo il ritrovato vantaggio i ragazzi in casacca bianca vogliono chiudere definitivamente la partita, e solo cinque minuti più tardi ci pensa l’appena subentrato De Astis con un tiro al volo a breve distanza. Al 29′ ritenta la fortuna il solito Cerasani da calcio piazzato: Carullo respinge, ma questa volta Berra è nel posto giusto al momento giusto, e calcia in rete siglando il gol del 4-1 finale. «Dopo la partita con la Castellanzese di Dicembre abbiamo fatto un patto: ci siamo detti che per vincere il campionato dovevamo vincerle tutte, e così abbiamo fatto. Stasera forse dovevamo chiuderla subito, ma siamo stati comunque bravi a ritrovare il vantaggio» commenta Zonca, che torna campione insieme alla Masseroni dopo ben cinque anni.

MASSERONI-SOLB.INSUBRIA 4-1

RETI (1-0, 1-1, 4-1): 4′ Cominetti (M), 4′ st Peloni (S), 19′ st Cerasani (M), 23′ st De Astis (M), 29′ st Berra (M).

MASSERONI: Ravarelli 8, Errico 7.5, Priore 8 (27′ st Baggio 7), Pelà 7.5, Ronzoni 9, Marchesotti 7.5, Cerasani 9 (32′ st Parmeggiani sv), Grattacaso 8 (32′ st Lo Verso sv), Berra 8 (30′ st Vergani sv), Carparelli 7.5 (12′ st De Astis 7.5), Cominetti 8 (22′ st Conte 7). A disp. De Narda, Grimaldi, Mutinelli. All. Zonca 10. Dir. Moschiari-Amaretti.

SOLBIATESE INSUBRIA: Carullo 7, Mezi 6 (1′ st Medde 6.5), Peloni 7.5, Colombo 7 (17′ st Minelli 6.5), Andreotti 7, Bernasconi 7, Canciani 6 (1′ st Rizzon 6), Sinicco 6.5, Cardani 7, Costantini 7, Casu 6.5. A disp. Francomacaro, Crespi.  All. Magrini 7. Dir. Canciani

ARBITRO: Santoro di Legnano 6.5 Qualche decisione dubbia, forse in qualche occasione il cartellino rosso era da tirar fuori.

 

MASSERONI 4-3-3

All. Zonca 10 16 vittorie consecutive danno un certo spessore.

Ravarelli 8 Eccezionale quando chiamato in causa.

Errico 7.5 Nel secondo tempo attacca senza sosta.

Priore 8 Sontuoso sia in difesa che in attacco. (27′ st Baggio 7).

Pelà 7.5 Schermo davanti alla difesa, primo regista.

Ronzoni 9 Dirige la squadra in tutto. Carisma e qualità.

Marchesotti 7.5 Sempre sul pezzo.

Cerasani 9 La svolta parte dai suoi piedi. (32′ st Parmeggiani sv).

Grattacaso 8 Mezzala pura, appoggio fondamentale. (32′ st Lo Verso sv).

Berra 8 Tanta qualità e senso del gol. (30′ st Vergani sv).

Carparelli 7.5 Sue le migliori giocate del primo tempo.

12′ st De Astis 7.5 Quando entra dà uno scossone con la sua velocità.

Cominetti 8 Trova il vantaggio e ci riprova più volte. (22′ st Conte 7).

A disp. De Narda, Grimaldi, Mutinelli.

Dir. Moschiari-Amaretti.

 

SOLBIATESE INSUBRIA 4-3-1-2

All. Magrini 7 I suoi non si danno mai per persi.

Carullo 7 Qualche errore macchia una prestazione altrimenti perfetta.

Mezi 6 Perde due palle pericolose. (1′ st Medde 6.5).

Peloni 7.5 Onnipresente, difende e attacca.

Colombo 7 Leader della difesa, con lui non passa niente. (17′ st Minelli 6.5).

Andreotti 7 Sempre attento in difesa, per poco non trova il gol.

Bernasconi 7 In mezzo al campo lotta su ogni palla.

Canciani 6 Senza infamia ne lode. (1′ st Rizzon 6).

Sinicco 6.5 Fa il lavoro sporco.

Cardani 7 Tanto pressing lì davanti.

Costantini 7 Impensierisce la difesa avversaria più di una volta.

Casu 6.5 Crea e inventa, ma quel gol mancato lascia l’amaro in bocca.

A disp. Francomacaro, Crespi.

Dir. Canciani.

ASCOLTA LE PAROLE DI ZONCA

ECCO IL COMMENTO DI MAGRINI

GUARDA LE FOTO DELLA GARA


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.