13 Luglio 2020 - 21:59:52

Care società, se votate per chiudere la stagione non pensate di organizzare i tornei

Il Comitato Regionale Lombardia chiede alle società il parere sulla sospensione della stagione: molti ragionano per un tornaconto personale

Le più lette

Chiavazzese, l’ultima novità è Nicolò Rizzato

Per la Promozione la Chiavazzese sta macinando acquisti e ufficialità e l'ultimo innesto risponde al nome di Nicolò Rizzato....

Chieri, ufficiale l’arrivo di Luca Bonofiglio

Come anticipato sul giornale, Luca Bonofiglio è il nuovo portiere del Chieri. Il classe 1999, in uscita da Bra...

Settimo Milanese, Marco Falsettini è il nuovo Responsabile del Settore Giovanile

Nome pazzesco quello annunciato dal Settimo Milanese come nuovo Responsabile del Settore Giovanile. Alla corte del presidentissimo Alberto Albertani...

Il Comitato Regionale Lombardia nella giornata di lunedì ha avviato, tramite le Delegazioni, una consultazione tra le società riguardo la sospensione definitiva della stagione. Una consultazione che, visto il momento, si concluderà con un plebiscito in favore della sospensione. Posizione che, tra l’altro, è quella che il Crl caldeggia. Le nostre perplessità riguardo il sondaggio le abbiamo espresse ieri (perché non parlare dei criteri riguardo la composizione delle eventuali classifiche?), ma nelle ultime ore – parlando con diversi rappresentanti delle società – c’è l’impressione che molti voteranno per la sospensione per un mero tornaconto personale.

Con oltre due terzi di stagione disputati gli unici a puntare al ritorno in campo sono coloro che erano in testa nei rispettivi campionati, tutte le altre – diciamolo chiaramente – sono per chiudere. Chi sta per retrocedere, o è già virtualmente retrocesso (ogni riferimento a qualche società con pochi punti in 21 partite è puramente voluto), è per chiudere sperando nel “congelamento”. Chi invece non ha più nulla da chiedere alla stagione vede nella sospensione la mano amica per risparmiarsi gli ultimi mesi di rimborsi. La stagione è andata, ma almeno diamo ossigeno alle casse. Discorsi legittimi, per carità. Anche perché la salute viene prima di tutto. Però, allora, dovete spiegare perché il concetto sopra esposto valga solo quando dovete salvare la categoria, tenervi le rette incassate dalla Scuola Calcio o non pagare i giocatori delle prime squadre, mentre non valga per i tornei che volete organizzare a giugno. «Chiudiamo la stagione così facciamo i tornei», ci è capitato di sentire da più parti da ieri. E no cari, non funziona così. Se votate per sospendere tutto è implicito che i tornei delle salamelle di fine stagione ve li scordate. Senza quei soldi non potete iscrivervi? Ok, allora ecco provato che della sospensione per “motivi di salute pubblica” vi freghi poco o nulla: la priorità di chi ragiona in questo modo è salvare le casse e la categoria. Volete  votare per sospendere? Fatelo, ma sappiate che i tornei ve li bloccherebbero da Roma. Da regolamento i campionati hanno la priorità rispetto ai tornei. Che sia chiaro a tutti.

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli