16 Maggio 2021

Carlo Tavecchio all’assalto, non sarà come la passata stagione, stavolta la LND dovrà mettere mano al portafogli

Le più lette

Pomigliano-Brescia Serie B Femminile: Merli-Magri rimontano le granata, salvezza raggiunta per le leonesse del garda

Serviva una prestazione maiuscola e sopratutto fare punti per raggiungere la salvezza e il Brescia non manca l'obbiettivo vincendo...

Nichelino Hesperia: Nicola Sgueglia dà fiducia ai tecnici, confermati Francesco Bonasera, Luigi Munno e Domenico Giangreco

Quasi tutto pronto in casa Nichelino per quanto riguarda il parco allenatori. Tra le quattro categorie del Settore giovanile...

Lombardia Uno-Enotria Under 16: un incontenibile Pellegrino stende i padroni di casa con una doppietta

Si torna finalmente sul campo al Palauno, casa calcistica del Lombardia Uno, e l'Enotria di Catera decide di farlo...
Claudio Verretto
Claudio Verretto
Direttore irResponsabile, bastian contrario, sempre dalla parte degli indiani

La passata stagione si è conclusa con ristorni a dir poco insufficienti per i club, ma questa volta non sarà così, non finirà allo stesso modo, a partire dalla Lombardia che sta predisponendo un documento che verrà presentato al prossimo consiglio di lega che si terrà giovedì. La ridiscesa in campo di Carlo Tavecchio ha modificato gli equilibri politici e questa volta la Lega Nazionale Dilettanti dovrà tenerne conto. Un documento, quello della Lombardia, che mira ad ottenere due obiettivi. Da una parte ristorni adeguati per le società, dall’altra l’opportunità di organizzare la prossima stagione andando incontro alle esigenze anche dei tesserati. In particolare dei giovani.

Questi in sintesi i punti salienti:

  • Quote di iscrizione: restituzione quote di iscrizione 2020-2021 e utilizzo dei contributi provenienti dai diritti Tv per compensazione e gestione. Superare la Legge Melandri che impone al momento l’utilizzo delle risorse esclusivamente per progetti di sviluppo e non per la gestione ordinaria.
  • Quote tesseramento: restituzione significativa del tesseramento e forte riduzione dei costi assicurativi.
  • Giovani: blocco delle annate dall’Eccellenza alla Seconda categoria
  • Premi di preparazione: Sospensione del diritto al premio per la stagione 2020-2021, allungare di un anno il tesseramento del Settore Giovanile per costituzione Under 18, mettere allo studio un nuovo premio (tenendo conto che a breve andrà in vigore la legge Spadafora) istituendo un tavolo tecnico nazionale per la definizione.
  • Format dei campionati (quello che punta a fare il Crl tenendo conto che è di propria competenza): gironi a numero ridotto, aumento del turn over con più promozioni, play off allargato a più squadre e senza distacco punti (modello serie B).
  • Corso allenatori: adeguamento permanente agli ultimi corsi promossi online per aumentare frequenza e iscritti abbattendo o addirittura eliminando il criterio di ingresso. Anzi, primo criterio l’invito della società con la quale il tecnico si impegna poi al tesseramento almeno biennale.

Una road map chiara che probabilmente incontrerà il parere favorevole anche di altri comitati regionali, un po’ quello che è successo con il format dell’Eccellenza. Sul tema tesseramenti / assicurazioni è stato inserito in commissione il presidente Christian Mossino che nella vita di tutti i giorni svolge la professione di agente assicurativo e quindi in possesso di tutte le competenze per ridiscutere con il broker che gestisce la polizza. E sempre in Piemonte anche le società stanno chiedendo a gran voce l’Under 18 e il comitato sembra tutt’altro che contrario. I punti di contatto sembrano quindi già essere più di uno.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli