13 Luglio 2020 - 23:46:55

#restiamoincontatto: Milano, si parla di giustizia sportiva

Le più lette

Scanzorosciate Serie D, Bertacchi e Moraschini continuano in giallorosso

Due importanti conferme per lo Scanzorosciate. Un mix di gioventù ed esperienza per la rosa di Nicola Valenti che...

Speciale Moncalieri Academy: il ritorno nei Campionati Regionali e molto altro!

Sul numero in edicola di SprinteSport di lunedì 13 luglio, servizo speciale dedicato alle grandi ambizioni del Moncalieri Academy.   L’importante...

Aldini, sciolte le riserve sulla panchina dell’Under 14: ecco Mayco Bonetti

Ufficiale: la panchina dell'Aldini Under 14 sarà affidata a Mayco Bonetti. Il tecnico ex Atletico Alcione, dopo varie esperienze...
Avatar
Mattia Polver
Vivo la mia vita una designazione alla volta

Si è svolto sempre in videoconferenza il tradizionale ritrovo online tra la delegazione provinciale e le società meneghine. Argomento del settimo appuntamento di #RestiamoInContatto la Giustizia Sportiva, presieduta dall’avvocato Davide Fenaroli. Un tema spigoloso da digerire ma estremamente centrale se si considerano che in media «otto ricorsi su dieci non vengono processati per errori di forma».

La riunione ha toccato tutti i punti in materia, dalla presentazione sino al momento decisionale da parte degli organi competenti, con l’obiettivo di illustrare nella maniera più semplificata possibile l’iter sequenziale. Attenzione ai dettagli e procedure da seguire con meticolosa scrupolosità è l’estrema sintesi portata alla luce dall’intervento del dottor Fenaroli (a tal proposito la vicepresidente Regionale Paola Rasori ha ricordato alle società che dal prossimo 1 luglio sarà obbligatorio dotarsi di indirizzo PEC per poter appellarsi alla Giustizia Sportiva). È di recente attualità un caso di applicazione delle norme capitato all’Atletico CVS, categoria Under 16. In breve, in mancanza dell’effettiva identificazione dell’autore di insulti a sfondo discriminatorio da parte del direttore di gara, il Giudice Sportivo ha squalificato il capitano (art. 5 comma 2 CGS). Successivamente il club è risalito al responsabile, comunicandolo nei modi e nei tempi opportuni agli organi competenti, ottenendo la conseguente modifica della sanzione.

Inevitabile per le società guardare con interesse all’immediato futuro. La data cruciale sarà il prossimo 25 maggio, con la riunione della LND per decidere il destino dei campionati. Il Delegato Provinciale Luigi Dubini ha inoltre anticipato il topic dell’incontro venturo: la gestione sanitaria degli impianti sportivi in periodo di Covid-19.

 

Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli