26 Novembre 2020 - 18:58:37

Sibilia replica all’esposto del Codacons: «C’è chi preferisce screditarmi che confrontarsi sui programmi»

Le più lette

Sibilia replica all’esposto del Codacons: «C’è chi preferisce screditarmi che confrontarsi sui programmi»

Incompatibilità tra le cariche sportive e la carica di Deputato della Repubblica: è questo che, nelle ultime settimane, viene...

Mozzo Under 16, Alberto Capoferri: «L’aspetto mentale gioca tanto in una squadra»

Alberto Capoferri inizia la sua avventura da tecnico alla Polisportiva Berbenno, con i gialloblù passa i primi due anni...

Castanese, la parola al Responsabile delle Attività di Base Alessio Sconfienza: «Vogliamo continuare a migliorarci»

Per la stagione 2020/2021 la Castanese ha scelto Alessio Sconfienza come Responsabile del Settore Giovanile. Il rapporto di quest'ultimo...

Incompatibilità tra le cariche sportive e la carica di Deputato della Repubblica: è questo che, nelle ultime settimane, viene “contestato” a Cosimo Sibilia.

Nella giornata di ieri, giovedì 19 novembre, la questione è tornata alla ribalta dopo l’esposto del Codacons che, richiamandosi la legge del 1953, contesta a Sibilia la compatibilità tra cariche sportive (Presidente della LND, membro del CONI-Campania, vice-presidente vicario della FIGC e presidente del CdA della Federcalcio Servizi.
Si legge nell’esposto: “I membri del Parlamento italiano non possono ricoprire cariche, né esercitare funzioni di amministratore, presidente in associazioni o enti che gestiscono servizi di qualunque genere per conto dello Stato o della pubblica amministrazione, o ai quali lo Stato contribuisce in via ordinaria, direttamente o indirettamente”. E ancora: “Gli incarichi dirigenziali interni ed esterni, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico di livello nazionale, regionale e locale sono incompatibili con l’assunzione, nel corso dell’incarico, della carica di parlamentare”.

La risposta di Cosimo Sibilia non si è fatta attendere, ed è arrivata oggi (venerdì 24) attraverso un comunicato stampa, nel quale sembrano leggersi già le schermaglie elettorali. “Apprendo che diversi siti e qualche agenzia di stampa stanno rilanciando l’iniziativa di una Associazione dei Consumatori che, invocando una Legge del 1953, ipotizza una mia presunta incompatibilità tra il ruolo di deputato e l’incarico di Presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Non voglio annoiare con approfondimenti giuridici, che peraltro interessano a pochi – dichiara Cosimo Sibilia, Presidente della LND da gennaio del 2017, con riferimento a un’iniziativa del Codacons – tuttavia faccio notare che, per l’appunto, dal 1953 ad oggi, numerosi sono i presidenti non solo di associazioni di diritto privato come le Leghe, ma di Federazioni Sportive Nazionali e di Enti di Promozione che sono stati e sono ancora oggi in carica pur servendo il Paese come parlamentari e nessuno ha mai eccepito una cosa del genere. Offenderei l’intelligenza comune, quindi, se non evidenziassi che questa scoperta della mia presunta incompatibilità avviene quando mancano ormai pochi mesi allo svolgimento delle Assemblee elettive. Segno evidente – conclude Sibilia – del nervosismo di chi preferisce tentare di screditarmi piuttosto che confrontarsi sui programmi, sul piano dialettico e nei consensi. Tuttavia, la mia storia lo conferma, non mi faccio certo intimidire da queste iniziative. Chi mi conosce sa che risponderò in tutte le sedi con la forza dei risultati ottenuti”.

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli