mercoledì, 27 Maggio 2020

Trofeo Maurizio Mosca 2020: il punto della situazione a 18 giorni dal via

Le più lette

Milano City, il Dg Andrea Scandola è furioso: «Quattro retrocessioni? Proposta inaccettabile, una pugnalata alle spalle»

Le linee guida per la Serie D sono chiarissime: le prime in C e le ultime quattro in Eccellenza....

FIFA Sprint eSport Piemonte, 7ª edizione: Francia subito out, volano Spagna e Inghilterra

Solito giovedì dedicato alla parte destra del tabellone, con la seconda parte di ottavi di finale che prometteva spettacolo...

Serie D, 31 club fondano il Gruppo ‘Salviamoci’ e diffidano FIGC e LND

Le linee guida emanate venerdì dalla LND non potevano che creare diversi malumori. La risposta dei club 'condannati' all'Eccellenza...

Il 3 aprile di dieci anni fa ci lasciava all’età di 69 anni il celebre giornalista, opinionista sportivo e conduttore televisivo romano Maurizio Mosca. Oltre al Leone XIII, di cui l’uomo che ha «cercato di spargere allegria tra la gente» è stato prima dirigente e poi persino allenatore, anche l’ACD Macallesi 1927 è sempre stata particolarmente affezionata a Maurizio, tanto da organizzare, dall’anno seguente, un torneo per ricordare la sua persona. Finora si sono disputate ben nove edizioni a partire dal 2011, grazie all’organizzazione dello staff gialloblù e ai contributi della famiglia Mosca, di Piero Borgazzi, del presidente Giovanni Vender e del giornalista Luca Serafini, ma soprattutto di Francesco Capriglia, direttore generale della Macallesi e ideatore del “Trofeo Maurizio Mosca”.

Manifesto Mosca
Il manifesto dell’ultima edizione del Trofeo Maurizio Mosca

Ed è proprio dal figlio del dg gialloblù, il direttore sportivo Giancarlo, che arrivano gli ultimi aggiornamenti sul torneo che si sarebbe dovuto disputare dal 26 aprile al 24 maggio 2020: «Ovviamente non si potrà giocare nelle date prestabilite. Il nostro obiettivo sarebbe quello di farlo slittare in autunno, o in alternativa rimandarlo comunque all’anno prossimo, ma prima di dare comunicazioni ufficiali attendiamo che sia formalizzato lo stop a questa stagione, la soluzione più probabile a quest’emergenza di carattere mondiale». Questa del 2020 sarebbe stata la decima edizione della competizione, la prima con il nuovo format. Si sarebbe giocato ogni domenica, concedendo una giornata a ogni categoria, a partire dai Piccoli Amici 2014 fino agli Esordienti 2008. Chiusura con il botto, con l’amichevole tra i padroni di casa della Macallesi e la Pro Patria (Pulcini 2009) e un “torneo nel torneo” per squadre femminili miste, con i gialloblù, la Rhodense, la Juvenilia Fiammamonza e la Polisportiva K2 Caselle. Quest’anno non avrebbe partecipato, invece, l’agonistica per questioni logistiche, mentre gli Esordienti 2007 sarebbero stati i rappresentanti della Macallesi nel Trofeo Virginio Garoia. Rimane rammaricato Capriglia: «Avevamo invitato tutte le principali testate giornalistiche alla conferenza stampa di presentazione. Volevamo fare le cose in grande per il decimo anniversario della scomparsa di Maurizio Mosca, ma in questa situazione bisogna essere cauti poiché con la salute non si scherza ed è giusto che il calcio passi in secondo piano». Tra l’altro la Macallesi è stata una tra le prime società a sospendere gli allenamenti. Inoltre, ha recentemente compiuto un gesto di solidarietà importante in un momento così critico per il nostro Paese: la prima squadra, infatti, ha deciso di donare il ricavato dalle multe previste dal regolamento interno alla Regione Lombardia a sostegno dell’emergenza Coronavirus.

idrostar macallesi pulcini 2009
I Pulcini 2009 che avrebbero dovuto affrontare i pari età della Pro Patria

Tra i tornei organizzati dal club di via Marco Fabio Quintiliano non c’è solo l’importante Trofeo Maurizio Mosca, ma anche, come accennato in precedenza, l’altrettanto prestigioso e storico Trofeo Virginio Garoia (dal 2 maggio al 6 giugno 2020), che raccoglie decine di squadre di giovanissimi calciatori di Milano e provincia e che è stato intitolato a un ex dirigente delle giovanili dell’Inter. Nato da un’idea congiunta di nerazzurri, Macallesi e Dindelli, sarebbe giunto questa primavera alla trentanovesima edizione e sarebbe tornato sul campo di viale Ungheria come in principio, dopo moltissimi anni in cui si è disputato invece in casa Dindelli.

Il Trofeo Garoia 2012, organizzato in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dell'U.S. Dindelli
Il Trofeo Garoia 2012, organizzato in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dell’U.S. Dindelli

La società di Giovanni Vender è già pronta a ripartire e si è già posta degli obiettivi per la prossima stagione, come racconta il ds Capriglia: «La missione principale è ovviamente migliorare il comparto tecnico. Vogliamo innanzitutto riconquistarci nel giro di qualche anno l’ammissione al campionato regionale con tutte le categorie – Juniores, Allievi 2004 e Giovanisssimi 2006 competono nei rispettivi campionati provinciali – e puntare sui portieri e soprattutto sulla scuola calcio femminile. Sono rimasto davvero sorpreso dall’elevato numero delle adesioni. Per questa stagione abbiamo disputato solamente alcune amichevoli con squadra mista che sono andate molto bene. Parecchie ragazze sono assai forti. La mentalità riguardo al calcio femminile si sta evolvendo e lo dimostra il fatto che il livello tecnico-tattico sta salendo notevolmente. Avremmo voluto introdurre la categoria mista in questa edizione del Mosca, tuttavia non è stato possibile sempre per ragioni logistiche. Sarà per il prossimo anno…».

La squadra femminile mista della Macallesi
La promettente squadra femminile mista della Macallesi

Infine, l’omaggio che l’ACD Macallesi 1927 ha voluto dedicare tramite Facebook all’amico Maurizio:
«Il 3 aprile 2010 ci lasciava Maurizio Mosca, giornalista e opinionista sportivo che, nel corso della sua carriera, ha saputo parlare di calcio divertendosi e facendo divertire il suo pubblico. Ironico, irriverente ma sempre sincero, precursore dei programmi calcistici moderni. La Macallesi è particolarmente affezionata a Maurizio. Dal 2011, infatti, con l’ausilio di Luca Serafini e Piero Borgazzi, organizza un torneo per ricordare la sua figura e farla conoscere anche ai più piccoli. Un momento di ritrovo per i suoi amici e familiari in un contesto sportivo che Maurizio avrebbe sicuramente apprezzato. Anche quest’anno, in questo contesto difficile, non vogliamo far venir meno il nostro impegno nel ricordarlo e, anche se sappiamo, caro Maurizio, che avresti preferito che il tuo ricordo, la tua festa, avvenisse sui campi della Macca, ci piace pensare che avresti apprezzato anche queste semplici parole. Ti vogliamo bene! Ciao Maurizio!».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy