25 Settembre 2020 - 11:17:30
sprint-logo

Ultima sentenza sul fu Varese, due punti che non verranno mai scontati

Il Calcio Varese è stato dichiarato fallito dal tribunale il mese scorso ma le sentenze della Giustizia Sportiva non sono terminate: a Benecchi altri sei mesi

Le più lette

P.Polonghera-Bricherasio Coppa Prima: Rivoiro mette ko un Pro ancora acerba

In una struttura fatiscente per via delle ultime disposizioni del governo, Rivoiro ammutolisce il Polonghera, minaccia l'Atletico Racconigi e...

Castellanzese Under 17, Colombo punta in alto: «Il nostro obiettivo è vincere il girone»

Un girone di fuoco attende gli uomini di Colombo, che si apprestano a effettuare gli ultimi ritocchi pre campionato....

Sedriano-Magenta Promozione: Paoluzzi e Pellegata regalano il passaggio del turno a Bestetti

Il Sedriano con Paoluzzi e Pellegata passa aritmeticamente il primo turno di Coppa Italia. Se nel primo tempo le...

Che l’Eccellenza della passata stagione fosse stata falsata l’abbiamo detto (e scritto) numerose volte e l’ultima sentenza di oggi è l’ennesima conferma. Claudio Benecchi è stato inibito per altri sei mesi per il mancato pagamento dei calciatori, ma il capolavoro finale è quello dei due punti di penalizzazione da scontare quando il Calcio Varese (dichiarato fallito dal tribunale lo scorso agosto) dovesse riscriversi al campionato. Se tutte le sentenze fossero arrivate entro maggio, forse, in Eccellenza ci sarebbe un’altra società…

DEFERIMENTO PROCURA FEDERALE – datato 16 luglio 2019 a carico di

BENECCHI Claudio, Amministratore Unico e legale rappresentante del SSD VARESE CALCIO SRL, per violazione dell’Art. 1 bis, comma 1, del CGS in relazione agli Art. 94 ter, comma 11, della NOIF e dell’Art. 8, commi 9 e 10, del pevigente CGS, per non aver pagato ai calciatori, Nicolò Palazzolo e Federico Sassi, le somme accertate dalla Commissione Accordi Economici della LND con decisioni rispettivamente prot. n. 38 Cae/18-19 e prot. n. 39/Cae/18-19 del 19.12.2018 pubblicate con CU n. 179 di pari data nel termine di trenta giorni dalla comunicazione della suddetta pronuncia;

– SSD VARESE CALCIO SRL, a titolo di responsabilità diretta ai sensi dell’Art. 4 CGS in relazione al comportamento posto in essere dal proprio Amministratore Unico e legale rappresentante.

Il Tribunale Federale Territoriale del CRL, esperiti gli incombenti di rito,

– preso atto che all’udienza fissata per il giorno 29.08.2019, nessuno dei deferiti è comparso nonostante regolare convocazione a mezzo pec;

– preso atto che il rappresentante della procura ha chiesto di comminare a:

BENECCHI Claudio, 6 mesi di inibizione;

SSD VARESE CALCIO SRL, due punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato di appartenenza dalla prima squadra in caso di iscrizione e/o reiscrizione ai campionati della FIGC di competenza ed Euro 500,00 di ammenda,

Osserva

dagli atti e dai documenti depositati dalla Procura Federale emerge chiaramente che BENECCHI Claudio, Amministratore Unico e legale rappresentante del SSD VARESE CALCIO SRL, non ha ottemperato a quanto disposto dalle decisioni adottate dalla Commissione Accordi Economici della LND (prot. n. 38 Cae/18-19 e prot. n. 39/Cae/18-19 del 19.12.20189) pubblicate con CU n. 179 in data 19.12.2018 nel termine di trenta giorni dalla comunicazione della suddetta pronuncia, in forza delle quali veniva condannata a corrispondere ai calciatori, Federico Zazzi e Nicolò Palazzolo, rispettivamente gli importi di Euro 8.500,00 e Euro 9.100,00.

Tale comportamento comporta la violazione del disposto di cui all’Art. 1 bis, comma 1, del CGS in relazione agli Art. 94 ter, comma 11, della NOIF e dell’Art. 8, commi 9 e 10, del pevigente CGS così come contestato dalla Procura Federale nell’atto di deferimento.

Da ciò discende altresì chiaramente la responsabilità diretta della società SSD VARESE CALCIO SRL, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 4 del CGS.

Tanto premesso e ritenuto, il Tribunale Federale Territoriale

condanna

BENECCHI Claudio, 6 mesi di inibizione;

SSD VARESE CALCIO SRL, due punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato di appartenenza dalla prima squadra in caso di iscrizione e/o reiscrizione ai campionati della FIGC di competenza ed Euro 500,00 di ammenda.

Manda la Segreteria del CRL di comunicare direttamente alle parti la presente delibera, nonché di provvedere altresì alla pubblicazione dello stesso sul Comunicato Ufficiale.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli