21 Settembre 2020 - 15:58:46
sprint-logo

Un enorme balzo verso il futuro: la Pro Sesto presenta un nuovo logo e progetti innovativi

Le più lette

Gassino SR – La Chivasso Coppa Prima Categoria: Gazzera da applausi, biancorossi travolti

Quando ad una gara di sacrificio e di lotta abbini anche due gol, difficile che i compagni non si...

Accademia Bustese Under 15, Simone Locatelli ai nastri di partenza: «Il nostro obiettivo deve essere la salvezza»

Tra le ultime squadre entrate ai regionali c’è l'Accademia Bustese Under 15. Una compagine nuova ed inesperta che, stando...

Isokinetic agli Stati Generali Mondo Lavoro dello Sport: Il ruolo del manager medico-sportivo

Il ruolo del manager medico–sportivo, questo il tema dell'intervento del Dr. Fabrizio Tencone di Isokinetic Torino agli Stati Generali...

Un enorme balzo verso il futuro, un passo da gigante. La nuova Pro Sesto si è svelata ufficialmente nella mattinata del 3 agosto 2020 in una location suggestiva come il Grand Hotel Villa Torretta, che ha ospitato il lancio ufficiale delle prime novità dei biancazzurri di Sesto San Giovanni. Un totale re-branding nel segno del rinnovamento e con un occhio al futuro, che vede la squadra del Presidente Gabriele Albertini giocare nella tanto desiderata Serie C: «Negli ultimi anni dopo il fallimento vi sono stati moltissimi cambiamenti e il logo è il cambiamento più significativo perché concretizza il passaggio che abbiamo sognato negli ultimi anni. Era un’idea che da un po’ avevamo da un po’ di tempo. Ci sono state tante proposte e come si può notare il cambiamento è notevole ed iCom Sport Group ha fatto un lavoro incredibile, l’immagine di Pro Sesto sarà importantissima. C’è grande interesse nei nostri confronti: a Firenze ci hanno fatto tanti complimenti e ne siamo orgogliosi, è tutto molto bello». Un completo restyling ad opera di una compagnia moderna, che opera proprio nel settore sportivo e che renderà sempre più imponente e moderna l’immagine della società sestese, che ha agito anche sulle infrastrutture, come testimoniano le parole dell’ad Mauro Ferrero: «Un grazie va ad iCom, il cui impatto è stato notevole: le nostre conoscenze si fondono alle loro e oggi possiamo lanciare questo grande progetto. In questi cinque anni di gestione abbiamo avuto un grande supporto, stiamo prendendo coscienza di ciò che stiamo riuscendo a fare, è stato un traguardo importante, ma ora vogliamo rendere il territorio orgoglioso della squadra che stiamo costruendo. Sullo Stadio e sul Centro Sportivo sono stati fatti ingenti investimenti, come ad esempio un impianto di videosorveglianza con diciassette telecamere. Oggi lanciamo un progetto importante e crediamo che possa essere una grandissima opportunità per l’intero territorio, riteniamo che non sia più il tempo delle parole». Particolare attenzione non solo alle strutture ma soprattutto al rettangolo verde, dove la nuova Pro Sesto sarà guidata ancora una volta da Francesco Parravicini, che si mostra molto entusiasta e con le idee molto chiare: «C’è grande emozione, c’è voglia di iniziare perché siamo stati fermi tanto e non vediamo l’ora di riprendere ad allenarci. Ringrazio la società che ha dato l’opportunità a me e i ragazzi di dare tutto per la società. Sicuramente cercheremo di salvarci attraverso la vittoria e non stando dietro e cercando di portare a casa un pareggio. Alla dirigenza ho chiesto giocatori funzionali ma soprattutto ragazzi umili che abbiano voglia di fare sacrifici e di raggiungere obiettivi attraverso il lavoro. La caratteristica della Pro Sesto del prossimo anno sarà far sognare la città con umiltà».

I confermati in casa Pro Sesto per la stagione 2020-21 posano al termine della conferenza stampa di presentazione dei nuovi progetti biancazzurri

Ragazzi umili che saranno ricercati sul mercato dal direttore sportivo Jacopo Colombo, che parla così dei piani societari: «Sta nascendo una Pro Sesto che andrà ad affrontare un campionato difficile, che assieme al mister abbiamo ritenuto idonea, mancano solo cinque ragazzi per completare la rosa ma il mercato è lungo. Come obiettivo non mi pongo dei limiti, quello che ho detto al mister è di mantenere la propria indole e di attaccare ogni partita, sicuramente sarà più difficile ma se questi ragazzi hanno un’ambizione devono trasformare le idee della società in atteggiamento pratico in campo». Non solo campo ma anche molte iniziative al di fuori, una su tutte il nuovo Comitato Medico-Scientifico, guidato dal dottor Cesare Massa Saluzzo, iniziativa rivolta a tutta la cittadinanza di Sesto San Giovanni: «Il nostro compito è quello di confrontarci con tutti quelli che vogliono avere notizie e scambiare opinioni sul delicato momento che abbiamo affrontato. Il Comitato è composto da dieci persone che si occupano di ogni ambito medico a partire dalla virologia sino alla psicologia, è un percorso nuovo e sarà curioso vedere come saremo essere utili. Dovremo sicuramente rispondere alle domande di tutta la cittadinanza di Sesto San Giovanni e non solo ai membri della Pro Sesto». E a proposito di cittadinanza, si mostra orgoglioso il Sindaco Roberto Di Stefano: «Finalmente siamo riusciti a riportare Sesto San Giovanni in una categoria che mancava da tempo. Mantenere un certo livello è importantissimo e ad un Sindaco interessa un valore sociale che si dà ad un’attività. Ci sono tante iniziative che servono a creare un livello familiare e Pro Sesto sa insegnare bene e dare regole ai ragazzi, finalmente ritorniamo in una categoria professionista. La città è con voi, forza Pro Sesto!». Una lunga e ricca presentazione che lascia nei presenti un’idea ben chiara: la Pro Sesto ha voglia di ripartire e di proporsi come un ambiente innovativo a trecentosessanta gradi. Il cambiamento non coinvolgerà solamente la Prima Squadra maschile, ma anche quella femminile e l’intero settore giovanile, per quella che non rappresenterà una ventata d’aria fresca ma una vera e propria tempesta rigenerante.

Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli