Longuelo Under 14, la ricetta di Stefano Gargantini: 3-5-2 e squadra votata all’attacco

Le più lette

Care società, se votate per chiudere la stagione non pensate di organizzare i tornei

Il Comitato Regionale Lombardia chiede alle società il parere sulla sospensione della stagione: molti ragionano per un tornaconto personale

Prima categoria, Legnano: il calvario di Daniel Soto, il diamante del Corbetta

Nella trilogia del Batman d'autore diretto da Christopher Nolan, una delle frasi più famose, riuscite e maggiormente rimaste nell'immaginario...

Under 16 Regionale, la top 11 da sogno del girone D

Quarto ed ultimo appuntamento con la speciale rubrica sull'Under 16 regionale. Dopo A, B e C tocca finalmente al...

Il Bergamo Longuelo è la squadra per eccellenza della bergamasca cittadina “occidentale”: l’Under 14 è allenata da Stefano Gargantini e prima della sospensione dell’attività veleggiava nella media classifica del Girone B. Il sabato dello stop di tutti i campionati a causa della nuova epidemia globale, il Longuelo aveva perso 3-2 contro l’AlbinoGandino. Gargantini motiva: «A volte ci troviamo in difficoltà quando ci manca qualche pedina importante e la partita con l’AlbinoGandino è andata proprio in questa direzione». Gli ultimi due gol del Longuelo prima sello stop li han messi a segno Luca Crotti su rigore e Rami Dababbi. Una delle partita più belle della squadra di Gargantini è stata la vittoria per 7-3 contro la Virtus Ciserano Bergamo, e anche il trionfo con l’Aurora Trescore ha lasciato ottimi ricordi: «Vittorie schiaccianti in cui abbiamo giocato on spensieratezza, allegria e anche molta grinta». La squadra è trascinata dai gol di Alessandro Fuzier, un prospetto molto interessante, così come Andrea Angioletti e Rami Dababbi. Il riferimento difensivo invece è Michele Bizzoni, un centrale molto veloce e bravissimo negli anticipi.

Michele Bizzoni
Michele Bizzoni

Il Longuelo ha perso tre gare solamente di un gol: 3-2 contro il Villa Valle e il Paladina, e 4-3 contro il Ponte San Pietro: «Tre sconfitte dovute anche a qualche svista arbitrale, ma nelle quali abbiamo giocato comunque bene. In generale ho notato l’inizio di un miglioramento tecnico generale da parte di tutti i miei ragazzi». Infine, un cenno sui due portieri: Davide Carrara e Nicolò Pizzagalli: «Carrara ha una buona prestanza fisica e tecnica, e anche Pizzagalli è ben dotato. Sotto questo punto di vista non posso certo lamentarmi». Adesso la testa è al difficile momento che l’Italia e soprattutto Bergamo stanno attraversando, ma la speranza è di poter rivedere al più presto in campo il 3-5-2 gialloverde: «Con questo modulo attacchiamo con più facilità. In allenamento e in partita privilegio il gioco a palla bassa, i ragazzi mi seguono: giocano con impegno, serietà e rispetto verso gli avversari».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy