24 Ottobre 2020 - 14:17:00
sprint-logo

San Pellegrino Under 14, parla Capoferri: «Gruppo forte e coeso, ora pensiamo a farci forza»

Le più lette

Garino – Bra Under 17: Manfredi Mvp, dominio giallorosso

Il Bra di Carena mette in evidenza il livello tecnico dei suoi uomini, i quali pur esprimendo solo a...

Collegno Paradiso – Alpignano Under 14: Salvatore, tripletta, trascina la squadra di Gigliotti

Un discreto Alpignano batte un grandissimo Paradiso. Grande partita quella tra i blu di Mezzapesa e i bianchi di...

C’è l’interpretazione del Ministero dell’Interno: stop solo ai campionati giovanili provinciali

In Lombardia lo stop sarà fino al 6 novembre, in Campania vige una disposizione che ha portato il Comitato...

Quarantena da capolista quella che sta attraversando il San Pellegrino Under 14, allenato da Alberto Capoferri, che dopo un girone di andata concluso al sesto posto sembra aver cambiato marcia, attestandosi in cima alla graduatoria. Sebbene Capoferri sia al primo anno alla guida di questo gruppo, il tecnico ha già da diverse stagioni alle spalle nel settore giovanile del San Pellegrino: «Da tempo ormai seguo i giovani: le ultime esperienze sono state l’anno scorso con i giovanissimi ’05, e l’anno prima con i ’03. Devo dire che l’ambiente del settore giovanile mi piace, mi ci trovo bene, soprattutto a livello umano». Capoferri poi ritorna sui suoi ragazzi: «Li avevo già visti giocare, prima di quest’anno, intravedendo delle buone potenzialità. Oltretutto, sapevo che erano stati in buonissime mani, essendo stati seguiti da mister Arioli, che aveva dato inizio ad un buonissimo processo di maturazione. Quando sono arrivato, la squadra ha confermato le impressioni positive che avevo avuto, ma la cosa che mi ha colpito è stata la loro capacità di adattamento, passando da calcio a 9 a quello a 11 senza problemi, mantenendo un equilibrio quasi perfetto, con le giuste distanze e buon senso della posizione». Ma ovviamente le lacune ci sono, anche se il tecnico ha già individuato l’aspetto su cui concentrare l’attenzione alla ripresa degli allenamenti: «Si abbattono facilmente, e quando capita un episodio negativo non sempre hanno la forza di reagire: su questo c’è da lavorare. E poi piccole cose, come giocare a testa alta, andare a cercarsi lo spazio: sono ragazzi svegli, e possono migliorare ancora tanto». Capoferri poi conclude soffermandosi sul periodo particolare che, come tutti, stanno attraversando lui ed i suoi ragazzi: «Dopo le primissime direttive del governo abbiamo sospeso gli allenamenti consigliando ai ragazzi al massimo di trovarsi per qualche partitella, ora che le regole si sono inasprite c’è poco da fare. Ci sentiamo, ma soprattutto per farci forza in questo periodo così particolare e difficile».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli