10 Agosto 2020 - 04:42:29

Alzanese Under 15, la quarantena tra esercizi e playstation

Le più lette

#stiamoincontatto Brescia: ripartono campionato e BresciaOggi. Pasquali: «Fiducioso sui protocolli»

Condotta e moderata dal delegato Alberto Pasquali, martedì 4 agosto alle ore 20 sulla piattaforma Cisco Webex si è...

Benarzole, in attacco arriva Castagna

Il Benarzole trova il suo numero 9 e lo va a pescare con un curriculum di un certo livello....

Federico Albisetti, dalla cantera dell’Alpignano all’Under 18 del Torino

Non c'è ancora la firma, ma è solo una questione di giorni, a settembre Federico Albisetti sarà un giocatore...

Dopo anni passati da vice allenatore, Diego Rossetti è alla sua prima esperienza come tecnico sulla panchina dell’Under 15 dell’Alzanese: una stagione, fin qui, ricca di sorprese, e molto positive. È lo stesso Rossetti, in questo periodo di pausa forzata, a tirare le somme della stagione fin qui disputata: «È stata una stagione finora molto al di sopra delle aspettative, considerando che siamo un gruppo che proviene dall’ambiente degli oratori, al primo anno in FIGC». Un gruppo che, comunque, aveva già dimostrato nelle stagioni precedenti di avere potenzialità, come conferma il tecnico: «Conoscevo già le qualità di questi ragazzi, l’anno scorso hanno vinto la TIM cup del CSI, arrivando anche in finale di coppa Bergamo, che poi hanno perso contro il Cenate. La loro maturazione continua, e con gli innesti che ci sono stati ho a disposizione un gruppo davvero molto valido». Ma il fatto di essere una piccola società non è sempre negativo, soprattutto per ragazzi di questa età: «Sono un gruppo davvero molto affiatato e coeso perché provengono tutti da qui vicino, si conoscono e tra loro sono anche buoni amici. Ed oltre a questo, sono molto soddisfatto di come stanno in campo, la tecnica di base è molto valida, qualità che ci aiutano a colmare la nostra più grande lacuna, ovvero la fisicità». Quali, dunque, le aspettative per quando riprenderà il campionato? «Penso che possiamo fare molto bene, ed arrivare fino alla terza posizione, mentre per quanto riguarda le prime due posizioni, occupate da Albino Gandino e Rovetta, penso non ci sia nulla da fare: in una partita secca te la puoi giocare ad armi pari e giocartela, ma penso che in campionato abbiano qualcosa in più: sulla distanza sono superiori». Quanto alla pausa, Rossetti rivela: «Ovviamente sono in contatto con la società, e anche con i miei ragazzi: consiglio loro qualche esercizio con la palla, ma non manca neanche qualche sfida all’ultimo sangue con la Playstation».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli