5 Agosto 2020 - 13:32:29

Azzano Fiorente Grassobbio-Uso Zanica Under 15: poker rossoblù, ora caccia al Ciserano

Le più lette

Trevigliese, il mosaico è completo: Giuseppe Parise è il nuovo allenatore dell’Under 17

Mosaico completo in casa Trevigliese, con il direttore Giulio Galimberti che riempie ufficialmente la casella mancante nei quadri tecnici...

Calciomercato Rivoli: fatta per Tommaso Trisolino da La Pianese

Ormai è ufficiale: Tommaso Trisolino, giovane classe 2000, passa da La Pianese al rinnovato Rivoli. Giocatore tattico fortemente voluto...

Un enorme balzo verso il futuro: la Pro Sesto presenta un nuovo logo e progetti innovativi

Un enorme balzo verso il futuro, un passo da gigante. La nuova Pro Sesto si è svelata ufficialmente nella...
Uno Zanica esagerato straripa in casa dell’Azzano allungando proprio sui diretti avversari e mettendo nel mirino la Virtus Ciserano Bergamo. Partita già complicata per i padroni di casa considerate le varie assenze e la panchina estremamente corta. Perico comunque cerca di ovviare alle gravi defezioni puntando su un accorto 4-3-3 che in fase di non possesso prevede l’abbassamento dei due esterni d’attacco Feruglio e Faccini. A fare a sportellate con i due centrali avversari è invece Marrucci. Zambelli invece propone il 4-4-2 con rombo a centrocampo. Sulla trequarti agisce Abazi, pronto ad innescare il duo Paone-Ronzoni. Veniamo al match. Nonostante la distanza organica accennata in precedenza è un Azzano sul pezzo, cattivo nei contrasti e lesto sulle seconde palle. Lo Zanica tiene il pallino del gioco ma non arriva nell’ultimo quarto di campo con estrema facilità. Al 13′ c’è bisogno di un lancio panoramico di Zanchi per il movimento davanti al terzino di Paone che controlla splendidamente ma tenta un pallonetto che termina di poco alto sulla traversa. Gli ospiti alzano i giri del motore e tre minuti dopo trova il vantaggio. Cross dalla destra di Ravizza per Abazi che, lasciato solo dai radar difensivi giallorossi, di testa gonfia la rete. Ospiti che non abbassano l’intensità e che al 22′ raddoppiano grazie a Ronzoni. Il 9 riceve palla in seguito ad una rimessa laterale, gioca bene con il corpo e dal vertice dell’area piccola gira col destro trovando il palo lontano. La sfera termina in rete con Rapizza immobile. L’Azzano è comunque vivo, comportandosi bene sia in uscita palla che in fase di non possesso. La sterilità offensiva si conclude alla mezz’ora quando Nessi illumina per Faccini. Anche l’11 tenta il pallonetto a tu per tu con Colombi ed anche lui sbaglia la mira di poco. Lo Zanica, passato lo spavento, triplica al 33′: palla verticale per la sovrapposizione da centrocampo di Ravizza che resiste al corpo a corpo con il diretto marcatore e da angolo ristretto calcia un perfetto diagonale che si spegne in fondo al sacco. Il secondo tempo non ci regala il rimontone da film ma è un Azzano sicuramente più pericoloso e intraprendente e che vive degli strappi di Taramelli. Il 10 illumina due volte per i compagni che però sbagliano sul più bello. La prima volta al minuto cinque quando il movimento in profondità è di Faccini che da sinistra prova il diagonale alto. Palla che fa la barba al palo a Colombi battuto. La seconda chance capirà invece al 26′. Stavolta il destinatario dell’assistenza è Bendotti che taglia da destra ma calcia col mancino alto. La legge del gol è crudele e a gol sbagliato, gol subito. Sul rovesciamento di fronte linea dell’Azzano troppo alta e uno-due facile tra le punte rossoblu che manda in porta il neo entrato Colleoni che scarta il portiere e col mancino fa gol. L’Azzano continua a macinare alla ricerca del gol della bandiera ma la palla sembra non avere intenzioni di entrare. Nel finale tiro potente di Schintu che costringe Colombi alla deviazione corta. Sulla palla si avventa Bettoni che centra però il palo prima che l’esterno difensore recuperi la sfera. Termina dunque 0-4 lo scontro delle seconde per decretare l’anti Virtus. Prestazione cinica degli ospiti, mentre per l’Azzano rimane l’orgoglio.
Azzano Fiorente Grassobbio-Uso Zanica 4-0
RETI: 16′ Abazi (Z), 22′ Ronzoni (Z), 33′ Ravizza (Z), 27′ st F Colleoni (Z).
Azzano Fiorente Grassobbio (4-3-1-2): Rapizza, Galessi, Schintu, Aiello, Abati, Vacis, Feruglio (8′ st Bendotti), Nessi, Marrucci (17′ st Bettoni), Taramelli, Faccini. A disp. Martino, Papini. All. Perico
USO ZANICA (4-3-3): Colombi, Ravizza, Bolis (29′ st S Colleoni), Zanchi (37′ st Rovelli), Rota, Nesi, Abazi (34′ st Agazzi), Gotti (32′ st Locatelli), Ronzoni (22′ st F Colleoni), Vergani (18′ st S Paone), V Paone (26′ st Antari). A disp. Salem. All. Zambelli
ARBITRO: Monteleone di Bergamo 7 Attento su ogni decisione.
PAGELLE AZZANO FIORENTE GRASSOBBIO
Rapizza 6.5 Paratona nel finale che fa dimenticare il passivo.
Galessi 6 Sale col contagocce, dietro sufficiente.
Schintu 6.5 Ci mette tanta intensità, spesso in anticipo.
Aiello 6.5 Bravo soprattutto in fase di non possesso ma non disdegna inserimenti senza palla.
Abati 6 Soffre la fisicità di Ronzoni, complicato da marcare.
Vacis 6.5 Sempre al centro dell’azione. Preciso nei passaggi.
Feruglio 6 Un po’ disordinato, gli manca il guizzo. (8′ st Bendotti 6).
Nessi 6.5 Ottima interpretazione del ruolo. Non rischia mai.
Marrucci 6 Fa a sportellate con tutti, ma non ha occasioni. (17′ st Bettoni 6).
Taramelli 7 Un paio di assist al bacio. Tecnicamente indiscutibile.
Faccini 6.5 Spreca due chance colossali ma è uno dei più vivi là davanti.
All. Perico 6.5 Risultato pesante ma la prestazione d’orgoglio è da salvare.
PAGELLE USO ZANICA
Colombi 6 Effettivamente senza parate all’attivo.
Ravizza 7.5 Una furia sulla corsia. Gol e assist.
Bolis 6.5 Tiene bene a bada Feruglio. (29′ st S Colleoni 6).
Zanchi 7 Regista che detta i tempi a tutta la squadra. (37′ st Rovelli sv).
Rota 7.5 È ovunque. Roccioso in difesa.
Nesi 6.5 Se Marrucci non calcia in porta il merito è suo.
Abazi 6.5 A parte il gol, un po’ nascosto. (34′ st Agazzi 6).
Gotti 6.5 Alta intensità in fase di non possesso. (32′ st Locatelli 6).
Ronzoni 7 Gol e buoni movimenti. (22′ st F Colleoni 6).
Vergani 6.5 Mezzala tecnica che spesso si inserisce. (18′ st S Paone 6).
V Paone 6 Non pericolosissimo ma fa il suo. (26′ st Antari 6).
All. Zambelli 7 Vittoria meritata. Ora mirino sul Ciserano.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli