Il Città di Dalmine
Il Città di Dalmine

Tritium – Città di Dalmine, valevole per il campionato provinciale Under 15 di Bergamo, è un contenuto PREMIUM. Se non sei abbonato trovi tutto nel giornale in edicola.

Su un piatto della bilancia una squadra di ragazzi terribili che gioca ad occhi chiusi, consapevole della propria qualità tecnica ben sopra alla media. Sull’altro la grinta, la coscienza di quel che va fatto e quel pizzico di fisicità in più. Fino al triplice fischio di Fassio, è stato difficilissimo prevedere da che parte avrebbe puntato l’ago, viste le diversissime armi messe in campo da Curcio e Giupponi.

Emanuele Baccalà, Città di Dalmine.

Il filo del match è però stato sempre lo stesso: più trame di gioco per la Tritium e più occasioni davvero pericolose per il Città di Dalmine, molto efficace in fase difensiva. Già dopo una manciata di secondi Baccalà fa capire che la gara non va presa sottogamba, ma Fumagalli risponde negativamente.
Nel primo tempo si distinguono soprattutto Pecis e Mereu, due centrali che non fanno passare nulla dalla propria dogana. Il primo stoppa le offensive con classe, alza la testa e riparte con un’ottima visione di gioco, mentre il secondo strappa il pallone agli avversari quando è più necessario, badando alla sostanza. Nella ripresa, piano piano, il fiato dei padroni di casa inizia a scarseggiare, e il Dalmine si presenta con più convinzione davanti a Fumagalli. Il gol matura e al 13’ Pietra scappa sulla sinistra in slalom e serve al puntualissimo Baccalà che insacca. La Tritium non incassa benissimo la rete e si fa sorprendere ancora con un’imbucata centrale, ma Fumagalli chiede la beatificazione con l’ennesimo salvataggio, questa volta su Fabbris. Con il passare dei minuti la squadra di casa si riorganizza e torna a fare gioco, pur concedendo spesso il fianco alle ovvie ripartenze. A dieci minuti dalla fine Mbaye è però rapido ad anticipare la difesa, che lo stende in area: dal dischetto Mereu mira l’angolino basso, ma Alborghetti spinge la palla lontano dalla rete. L’occasione persa è troppo amara da mandare giù e la partita scivola tra le mani del Città di Dalmine. Esulta Giupponi: «Vittoria meritata contro un’ottima squadra, la squadra sta crescendo a vista d’occhio». Amaro invece Curcio: «Primo tempo dominato, peccato per il rigore fallito».

La Tritium.