25 Settembre 2020 - 11:55:40
sprint-logo

Cenate Sotto-Nova Montello Under 15: Cosenza fa i fuochi d’artificio, i gialloneri si salvano con Facchinetti, e l’Aurora Seriate ringrazia

Le più lette

Sporting Cenisia – Rapid Torino Coppa Prima categoria: Un Super Popa non basta allo Sporting, la spunta il Rapid con Montani

Vince il Rapid Torino di Ragazzoni nella sfida esterna valida per la Coppa Italia Piemonte di prima categoria, nonostante...

Città di Varese Serie D, presentata la maglia e il nuovo vicepresidente Lo Pinto

A tre giorni dal debutto in campionato a Sestri Levante il Città di Varese ha presentato ufficialmente la maglia...

Virtus Binasco-Assago Coppa Promozione: poche emozioni e meno tiri, pareggio senza squilli

La Virtus Binasco, dopo aver battuto a domicilio il Locate per 2-1, ospita l’Assago in una sfida molto sentita,...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Tra i due litiganti, il terzo gode. I due litiganti sono Cenate Sotto e Nova Montello, prima e terza della classe. Il terzo è l’Aurora Seriate, che sfrutta il 2-2 di altissima classifica tre le squadre di Locatelli e Zanardi per piazzare il sorpasso e impossessarsi della vetta di un girone che ora diventa ancora più appassionante. Il pareggio tra le due sorprese di questo inizio di stagione è il risultato di una partita aperta, ricca di spunti e ribaltoni: con un Cenate Sotto che gioca con intensità e una Nova Montello che ribatte con qualità e carattere. Alla fine, può andare bene così: e se una delle due squadre avesse vinto, tutto sommato non avrebbe rubato nulla. A farsi preferire sul piano del gioco e dell’atteggiamento è il Cenate Sotto, mentre la Nova Montello sembra una squadra più matura: soffre quando deve soffrire, colpisce quando deve colpire e se va in difficoltà non si arrende, riuscendo a rientrare in una partita che stava diventando – ed era diventata – decisamente complicata. La partita, dopo un tiro spiovente di Colleoni che mette i brividi a Vimercati, si apre con un Cenate Sotto arrembante: Cosenza duetta con Meni e calcia a lato (10′), poi lo stesso Meni impegna Pezzotta che mette in corner (12′). Quando sembra maturo il vantaggio dei padroni di casa, arriva il gol della Nova Montello: Meni tocca Signorelli che va giù, per il giovanissimo direttore di gara Tawfek (prodotto dell’ultimo corso arbitri) è rigore. Un penalty forse fiscale, ma che sarebbe stato confermato da un ipotetico Var: dagli undici metri Traore spiazza Vimercati e firma il vantaggio. Trovato l’1-0 la capolista ritrova ritmi e tempi di gioco, e al 28′ sfiora il raddoppio con uno scatenato Traore, ma la conclusione dell’attaccante viene deviata in angolo da un difensore. Sliding doors di una gara che prima dell’intervallo torna in parità grazie al migliore in campo Giuseppe Cosenza, che dal limite dell’area si avventa su una palla vagante e fotografa Pezzotta mettendo il destro a giro nell’angolino alla sinistra del portiere. La Nova Montello che rientra nella ripresa sembra voler invertire la rotta del match e stuzzica subito Vimercati con una punizione pericolosa di Facchinetti, con Magri che poi si immola sul tap-in a botta sicura di Licini. Il Cenate Sotto non si scompone, riprende in mano il pallino del gioco e al quarto d’ora colpisce: cross dalla destra di Pinotti, colpo di testa spettacolare di Cosenza e 2-1 servito per i padroni di casa. La partita è un’altalena, dalla quale i ragazzi di Zanardi non vogliono scendere: il tecnico, che nel frattempo si è giocato la carta Pagani al posto di Guizzetti, ritrova il sorriso al 23′. Nembrini perde un rimpallo al limite dell’area, Vimercati fa un mezzo miracolo su Pagani, la palla arriva sui 25 metri a Facchinetti che dalla distanza con un tiro a palombella trova il 2-2. Nel finale Pagani tenta il colpo grosso con un tiro da lontano che finisce a lato, e alla fine è giusto così.

CENATE SOTTO-NOVA MONTELLO 2-2
RETI (0-1, 2-1, 2-2): 22′ rig. Traore (N), 35′ Cosenza (C), 15′ st Cosenza (C), 23′ st Facchinetti G. (N).
CENATE SOTTO (4-3-3): Vimercati 6, Magri 7, Nembrini F. 6, Milesi 6.5, Mua 6.5, Magazzù 7, Bellini 6 (28′ st Barcella A. 6), Nembrini A. 6.5, Pinotti 7, Cosenza 8, Meni 7. A disp. Barcella S., Lazzaroni, Barcella M., Dullia, Damiani, Mandola. All. Locatelli 7. Dir. Nicoli – Nembrini.
NOVA MONTELLO (4-3-3): Pezzotta 6.5, Licini 7, Pignatelli 6.5, Valente 6 (19′ st Caccia 6), Turitto 6, Cellamare 6, Facchinetti G. 7.5, Signorelli 7, Guizzetti 6.5 (14′ st Pagani 7), Colleoni 7, Traore 7 (23′ st Lazzari sv). A disp. Gritti, Gagni, Pezzotta, Facchinetti K. All. Zanardi 7. Dir. Brignoli.
ARBITRO: Tawfek di Bergamo 6.5.

LE PAGELLE

PAGELLE CENATE SOTTO
Vimercati 6 Spiazzato sul rigore e beffato dal tiro da lontanissimo di Facchinetti che porta al 2-2. Poco prima dell’ultimo pareggio, però, aveva fatto una grande parata su Pagani. In avvio, invece, una grande parata sullo spiovente di Colleoni.
Magri 7 Prestazione martellante sulla destra. Dà il suo apporto continuo alla fase offensiva, oltre a svolgere un gran lavoro in quella difensiva perché dalla sua parte gravita un Traore sempre guizzante e pericoloso. Alla lunga, però, riesce a limitarlo bene.
Nembrini F. 6 Attento, preciso, sul pezzo. Guizzetti per trovare ossigeno deve per forza allargarsi, perché nella sua zona il muro è alto e non scavalcabile. Ha però la sfortuna di incappare nel rimpallo sbagliato che dà il via libera al pareggio definitivo della Nova Montello.
Milesi 6.5 Come il compagno di reparto, un’ottima prova a respingere l’attacco della prima in classifica. Ci riesce quasi sempre, uscendo dal campo a testa altissima.
Mua 6.5 Terzino più difensivo che propulsivo: naturale, perché dall’altra parte già ci pensa Magri a spingere come un dannato. L’asse con Meni funziona, gli copre le spalle con la solita attenzione.
Magazzù 7 In mezzo al campo detta i tempi e rompe il gioco, copre le spalle a Cosenza e dà copertura alla difesa. Lavoro preziosissimo di filtro e interdizione senza trascurare la regìa, sempre pulita e precisa.
Bellini 6 Il tridente pende dalla parte di Meni, e lui dall’altra parte – la destra – pensa più a fare l’equilibratore che altro. Apre spazi e cerca pertugi, il suo apporto è positivo anche se non sfonda. (28′ st Barcella A. 6).
Nembrini A. 6.5 Con Cosenza che in mediana fa il tuttocampista, lui si occupa degli orpelli tattici e di copertura. Come Magazzù, il suo lavoro è prezioso perché libera le sgroppate del capitano, che così è libero di scatenarsi.
Pinotti 7 Riferimento offensivo, tiene palla quando serve e fa sponde precise per le ali. Quando vede che al centro non c’è trippa per gatti, si defila sulla fascia aprendo spazi per i centrocampisti. Da un suo cross perfetto nasce infatti il 2-1 di Cosenza.
Cosenza 8 Partita pazzesca la sua. Parte mezzala ma gioca a tutto campo: accelerazioni alla Kakà, conclusioni alla Seedorf e grinta alla Gattuso. La conclusione che vale l’1-1 è perfetta, il colpo di testa del 2-1 anche. Giocatore completo, giocatore totale.
Meni 7 Vero, ha sulla coscienza l’intervento che porta al rigore dello svantaggio, ma ha poco di cui crucciarsi. Perché è l’unica sbavatura di una partita ad altissima intensità: duetta con Cosenza manco fosse il suo fratello gemello, tiene sempre basso il diretto marcatore (Licini, non certo uno qualunque) e dà fisicità all’attacco del Cenate.
All. Locatelli 7 La squadra comincia con piglio e voglia di vincere, e non si abbatte una volta subito l’1-0. Pareggia, piazza il sorpasso e poi si arrende innanzi a un gol rocambolesco che gli rovina il capolavoro. I meriti, però, sono tanti e non si cancellano.

La formazione del Cenate Sotto

PAGELLE NOVA MONTELLO
Pezzotta 6.5
Ottima impostazione, interventi sempre precisi e sicuri, parate in bello stile. Nel primo tempo sbarra la strada a Meni, nulla può fare sulle due invenzioni di Cosenza.
Licini 7 Grandissima prova sulla destra: si fa trovare sempre in appoggio sul giropalla e attacca senza farselo ripetere due volte.
Pignatelli 6.5 Sempre presente nella sua zona di campo, gioca bene con la linea difensiva e prova anche a spingere quando ne ha la possibilità.
Valente 6 In mezzo al campo il Cenate Sotto fa una grande partita, e a lui tocca arginare come meglio può. Non è un compito facile, lo assolve senza affondare mai. (19′ st Caccia 6).
Turitto 6 Partita non facile, il tridente dei padroni di casa prova a sfondare in tutti i modi e quando arriva anche Cosenza sono guai. Si rimbocca le maniche e respinge il respingibile.
Cellamare 6 Prova ad alzare la diga, e la sua qualità serve per tenere in piedi la baracca.
Facchinetti G. 7.5 L’ex Brusaporto è il migliore dei suoi. Non si risparmia giocando con carattere e ha un calcio sempre pericoloso: prima fa le prove generali su punizione, poi trova il jolly dalla distanza e salva i suoi dalla sconfitta. Fantastico.
Signorelli 7 Anche lui nuovo innesto, anche lui già nel cuore della squadra. Lavoro preziosissimo in mediana, dove taglie e cuce palloni interessanti e sempre utili. Ha anche il merito di guadagnarsi il rigore del momentaneo vantaggio.
Guizzetti 6.5 Ha il compito di fare salire la squadra e lo svolge egregiamente. In più si diletta in un paio di spizzate di testa che mandano in profondità sia Traore che Facchinetti. 14′ st Pagani 7 Entra benissimo nella partita. Ci mette lo zampino sul gol del definitivo 2-2, e nel finale quasi non tira fuori il coniglio dal cilindro con un tiro da fuori che termina a lato.
Colleoni 7 Pronti-via ci prova con uno spiovente che per poco non beffa il portiere avversario, poi si dedica alla zona di centro-sinistra con idee e risultati.
Traore 7 Parte a mille all’ora, con sgroppate e giocate decisive. Sblocca il match con un rigore perfetto, sfiora subito il raddoppio con un tiro deviato. Poi piano piano si spegne, ma la sua è un’ottima prova. (23′ st Lazzari sv).
All. Zanardi 7 Non la prestazione più scintillante e livello di gioco, sicuramente però una gara di grandissimo carattere. Il Cenate va a bomba ma è la Nova a passare in vantaggio, e una volta sotto di un gol reagisce trovando il pareggio. Se la squadra è nelle zone altissime, un motivo c’è.

La formazione della Nova Montello

GLI SCHIERAMENTI

Lo schieramento del Cenate Sotto

Lo schieramento della Nova Montello

LE INTERVISTE

ASCOLTA GIGI LOCATELLI (CENATE SOTTO)

ASCOLTA VALTER ZANARDI (NOVA MONTELLO)

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli