Cefaliello e Vescovi
Cefaliello e Vescovi

Lo “scudetto” è lì e l’Acos può ormai raggiungerlo. Grazie alla vittoria in trasferta conto il Caravaggio, i gialloneri si portano a tre lunghezze dagli avversari. I ragazzi di Festa invece si vedono ormai sfumare le chance di vittoria. Ortori è molto soddisfatto: «Oggi abbiamo fatto una grande vittoria, dominando per gran parte della partita. Sul finale ci stava soffrire, ma penso che il risultato sia giusto». Festa, invece, è amareggiato: «Oggi eravamo qui a giocarci il campionato. Abbiamo incontrato una squadra molto forte in una gara che non è girata nel verso giusto. C’è rammarico, anche perché nel finale potevamo pareggiarla». Inizia la partita e l’Acos passa subito in vantaggio con Cefaliello che prende palla sulla destra e con un diagonale potente e preciso batte Corna. Il Caravaggio soffre tanto e non riesce ad imbastire un’azione degna di nota. Al 17’ Vescovi vince un contrasto con Moreschi, ma davanti a Corna incrocia troppo il tiro. I ragazzi di Festa al 21’ sfiorano il pari alla prima occasione: cross di Castelli per Ratti che colpisce di Testa, ma Bosisio tocca con la punta delle dita e il pallone finisce sulla traversa. Al 26’ l’Acos raddoppia: Ferrandi cambia gioco per Cefaliello che tenta il dribbling, ma Talenti tocca il pallone con la mano. Lazzati vede bene ed indica il dischetto. È Salvi ad incaricarsi della battuta e non sbaglia. Nella ripresa è ancora l’Acos a rendersi pericolosa con Vescovi che, dopo essersi mangiato un gol tutto solo davanti a Corna, riesce a sbloccarsi con un pallonetto al 30’. Il Caravaggio accorcia le distanze al 33’: Moreschi entra in area, ma viene abbattuto. Dal dischetto si presenta Pasinelli che è freddo e non sbaglia. Gli ospiti spingono, diventano molto pericolosi e al 38’ trovano il 3-2 che dà grande coraggio, grazie a un cross basso di Zacchetti per Stagnati che in spaccata insacca. L’Acos è in difficoltà, mentre i locali spremono tutte le energie e sul finale, ancora da un cross dalla destra, il pallone sfila per tutta l’area senza che nessun attaccante riesca a finalizzare il tap-in.

CARAVAGGIO-ACOS TREVIGLIO
RETI (0-3, 2-3): 1′ Cefaliello (A), 26′ Salvi (A), 30′ st Vescovi (A), 33′ st Pasinelli (C), 39′ st Stagnati (C).
ARBITRO: Lazzati di Treviglio 6.5 Tiene in pugno la partita fino al triplice fischio. Pochissimi gli errori del direttore di gara.

PAGELLE CARAVAGGIO
All. Festa 6.5 Prova a raddrizzare una gara nata male.
Corna 7 Compie due grandi parate. Tiene a galla i suoi. Bravo.
Merati 6.5 Meno propositivo del solito, copre bene. (28’ st Baruffi sv).
Allmeta 6 Costretto ad uscire. (15’ Talenti 6, 1’ st Marconi 6).
Donati 6 Non riesce ad alzare i ritmi. Sufficiente. (23’ st Coro sv).
Moreschi 6.5 Ci mette una pezza.
Marchesi 6 Un po’ in affanno.
Ratti 6.5 Cerca di saltare l’uomo.
Pasinelli 7 Grande freddezza dagli undici metri. Molto positivo.
Castelli 6.5 Si muove molto bene lungo tutto il fronte offensivo.
Stagnati 7 Cerca sempre la giocata e il passaggio in profondità.
Coita 6 Non riesce quasi mai a rendersi molto pericoloso.
17’ st Zacchetti 6.5 Entra bene.
A disp.: Leo, Zanoli.
Dirigente: Castelli.

PAGELLE ACOS TREVIGLIO
All. Ortori 7 Prepara al meglio la gara e si vede.
Bosisio 7 Quando è chiamato in causa risponde sempre presente.
Airoldi 6.5 Parte bene, poi nel finale cala un po’ per la stanchezza.
Dougboyou 7 Una freccia.
Rochi 7 Lavatrice in mezzo al campo. Sempre concentrato.
Janca 7 Sbaglia pochissimo.
Togu 7 Leader difensivo.
Cefaliello 8 Una spina nel fianco.
Salvi 7 Imposta bene la manovra.
Ferrandi 7 Sempre pericoloso.
Vescovi 8 Crea sempre superiorità numerica. Sforna tanti palloni.
Perego 7 Lotta e combatte come un leone. Esce stremato. Imprescindibile per la sua squadra. (35’ st Mazzocchetti sv).
A disp.: Faverani, De Lucia, Sprenger, Della Polla, Pelaez, Mani, Miano, Magrypi.
Dirigente: Gritti.


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.