8 Maggio 2021

Pagazzanese Under 19, Seghezzi lascia: «Quando viene a mancare la fiducia si è costretti a fare scelte anche non volute»

Le più lette

Bulè Bellinzago Promozione: il nuovo tecnico è Emiliano Palazzi, direzione sportiva affidata a Massimo Autunno

Doppio arrivo in casa Bulè Bellinzago: la società novarese, negli scorsi giorni, ha ufficializzato sia il nuovo Direttore Sportivo...

Torino-Inter Primavera 1: un eurogol di Lovaglio e l’ex Cancello regalano il miracolo a Coppitelli

La fenice che risorge dalle sue ceneri. Questo il riassunto delle ultime due partite del Torinoo, coincise con altrettante...

Speranza Agrate-AC Leon Eccellenza: Paparella bomber del derby, ma il cuore di Pagani vale un punto per i padroni di casa

Sorpresa al "Salvatore Missaglia", con la Speranza Agrate che con un uomo in meno per oltre 60 minuti di...

Termina l’avventura di Alex Seghezzi sulla panchina dell’Under 19 della Pagazzanese. Con una dichiarazione sui social l’ex tecnico dei biancorossi parla della situazione e della mancanza di fiducia che si è venuta a creare con la società dopo tre anni e mezzo alla guida della squadra. Rimane così scoperta la panchina dell’Under 19 per la prossima stagione. Ora si tratta di capire quale sarà il futuro del giovane tecnico e chi prenderà il suo posto nella gestione della squadra. Di seguito le parole di Seghezzi e il suo saluto di commiato: «Ora purtroppo è ufficiale, finisce la mia storia d’amore con la Pagazzanese. Non era mia intenzione presentarle (le dimissioni), ma quando viene a mancare la fiducia da ambo le parti si è costretti a fare scelte anche non volute. Dispiace perché la juniores negli ultimi tre anni e mezzo è stata completamente gestita e portata avanti da me, e lo sapete, senza che io abbia mai preteso un euro, proprio per l’amore e la passione che ho per il calcio, per la Pagazzanese e, soprattutto, per tutti i ragazzi che ho allenato. Peccato perché, ci tengo a ribadirlo, chi mi conosce sa che ho sempre posto davanti ai miei interessi personali la MIA Pagazzanese, anche quando ho avuto l’opportunità di intraprendere percorsi più comodi e redditizi ma, certamente, ineguagliabili a livello affettivo. Detto ciò auguro ogni bene a livello sportivo e societario alla Pagazzanese, certo che nella strada che intraprenderò saprò essere apprezzato di più di quanto, ahimè, non hanno voluto fare loro».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli