28 Settembre 2020 - 08:54:55
sprint-logo

Pianico Under 19, pensieri e parole dell’allenatore Gianfranco Benzoni

Le più lette

Aurora Induno – Calcio Bosto Under 19: Trani la sblocca, Gioia e Cervini sigillano

Dopo un testa a testa serrato e ricco di occasioni, il Calcio Bosto riesce a imporsi in casa sull’Aurora...

Città di Varese Serie D, altre tre ufficialità: Siaulys, Polo e Parpinel

Il Città di Varese ufficializza le firme del portiere Ovidijus Siaulys, del terzino destro Tommaso Polo (nella foto ai...

Milan-Brescia Primavera Tim Cup: Giunti non sbaglia e il Milan avanza

Il Milan torna al Vismara, tra le mura amiche, a quasi sette mesi di distanza dall’ultima volta e ancora...

Pensieri e parole di Gianfranco Benzoni, allenatore del Pianico Under 19 che milita nel Girone C dei campionati di Bergamo. Una squadra forse ancora un po’ acerba, ma sulla quale il tecnico può lavorare: «I ragazzi devono maturare tecnicamente e non solo: abbiamo subito diverse sconfitte di misura a causa di nostri errori banali, dovuti alla mancanza di esperienza in campo». Il penultimo posto prima della sospensione non rende giustizia comunque a questa squadra, che è stata capace anche di grandi partite come quella contro il Casazza, vinta per 4-2 con rete decisiva di Giulio Carrara: un grandissimo gol dal limite dell’area. Un’altra pedina importante, oltre a Carrara, è Matteo Faccanoni, autore di una stagione sopra le righe. Nonostante qualche buona individualità, il Pianico prima dello stop aveva collezionato solamente 8 punti, frutto di 1 vittoria e 5 pareggi: «I ragazzi sono compatti, educati e grintosi, sotto questi punti di vista non posso certo lamentarmi. In partita però sono spesso deconcentrati soprattutto nelle fasi iniziali, un fattore che alla lunga incide sui risultati finali». L’occasione mancata è arrivata nella partita contro l’Endine Gaiano fanalino di coda, un 1-1 maturato subendo il pareggio nelle battute finali del match: «In quella partita abbiamo sprecato molte occasioni da gol e nel finale i ragazzi sono andati un po’ nel panico, commettendo qualche errore di troppo e subendo la reazione avversaria. Stavo lavorando in allenamento proprio per superare questo ostacolo». Non solo atteggiamento, ma anche educazione e rispetto della classe arbitrale secondo Gianfranco Benzoni: «In partita tengo molto anche all’educazione e al rispetto di avversari e arbitri, perché se un calciatore perde l’autocontrollo non riesce più a dimostrare le sue abilità, né a livello atletico e né sul piano psicologico». La formazione di Benzoni è dotata di un buon reparto difensivo, anche grazie ad Alessandro Madaschi e a Christian Nodari. L’allenatore osserva: «Abbiamo delle lacune a centrocampo, il reparto che dovrebbe reggere la difesa, lasciamo spesso degli spazi e fatichiamo nel giro palla». Tra i pali dei neroblù Alessandro Giudici, già convocato anche in Prima Squadra, memorabili le sue parate contro la capolista Cenate Sotto nonostante la sconfitta per 3-0, e Giovanni Ravelli. Benzoni conclude: «In generale dovremmo essere più precisi in fase offensiva e segnare più reti. Tra i miei obiettivi, sia nel caso di ripresa della stagione o per la prossima, c’è quello di vincere più partite…».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli