28 Settembre 2020 - 08:34:10
sprint-logo

San Tomaso Under 19, Daniele Mayer tra passato e futuro: «L’anno prossimo un mix di talento ed esperienza»

Le più lette

Base 96 – Vogherese Eccellenza: Becchi giustizia, Annoni silura, la Voghe espugna Seveso con concretezza

La prima storica doppietta in Serie A del prodotto del settore giovanile rossoverde Luca Caldirola in Sampdoria-Benevento poteva essere...

Milan-Brescia Primavera Tim Cup: Giunti non sbaglia e il Milan avanza

Il Milan torna al Vismara, tra le mura amiche, a quasi sette mesi di distanza dall’ultima volta e ancora...

Monza-Udinese Under 17: esordio da sogno per i biancorossi, Cereghini fa gioire Lasalandra

Nel finale il Monza ottiene 3 punti alla prima giornata di campionato contro l’Udinese, grazie al gol che porta...

Il San Tomaso Under 19 è allenato da Daniele Mayer, e prima della sospensione dei campionati, stazionava nella bassa classifica del Girone E provinciale. Il tecnico motiva così una stagione magari non entusiasmante a livelli di risultati, che però all’interno di un contesto oratoriale non sono certo la cosa più importante: «Avremmo potuto ottenere risultati migliori se non avessimo perso contro le squadre più forti subendo molti gol. Spesso in gara avevamo molte assenze e problemi di ordine tattico. I ragazzi si demoralizzavano facilmente dopo aver subito le prime reti, non riuscendo più a reagire alla pressione avversaria». La squadra del quartiere San Tomaso Apostolo ha subito la pesante sconfitta per 7-3 in trasferta contro la Polisportiva Orio, dopo aver terminato il primo parziale in parità: «La classica partita in cui i ragazzi reggono solo un tempo anziché essere costanti fino allo scadere del match: anche in quella partita siamo crollati nella ripresa». I goleador dei rossoblù sono Serigne Diop, che nella grande vittoria al ritorno per 6-1 contro l’Osio Sopra ha segnato con un bel pallonetto da fuori area, e la seconda punta esterna Mamadou Thiombane, che nella vittoria casalinga in rimonta di misura per 4-3 contro l’Uso Zanica, ha segnato un gol fantastico in girata da fuori area. Le lacune del reparto difensivo sono spesso colmate dai rapidi e agili terzini Marco Gelmetti e Francesco Pelucchi. Autocritico Mayer: «I ragazzi formano un gruppo coeso, omogeneo ed educato: abbiamo un buon potenziale offensivo e infatti abbiamo sempre segnato nonostante i risultati non fossero stati a nostro favore. A volte ammetto di aver sbagliato dei cambi, e di non aver motivato abbastanza i ragazzi a giocare con più grinta e agonismo, perché a calcio si gioca anche con la ragione, e ha molta importanza anche l’aspetto psicologico. All’inizio adottavo il 4-3-3, poi ho optato per il 3-5-2, che ci permetteva di coprire meglio gli spazi a centrocampo. I nostri centrocampisti sono bravi tecnicamente, ma a volte un po’ disattenti sul piano tattico, fattore che ha inciso sull’esito di diverse gare». Conclude l’allenatore: «In generale i ragazzi in partita dovrebbero giocare con più concentrazione, e applicare ciò che svolgiamo durante gli allenamenti. Contro avversarie più abbordabili, privilegio il pressing alto e il tentativo immediato a finalizzare, e dinnanzi alle più ostiche consiglio di rimanere ordinati e chiusi a metà campo per poi ripartire. La stagione prossima la nostra Under 19 sarà formata dagli attuali classe 2003, che sono molto promettenti, e intendo tenere in squadra alcuni di questi ragazzi nati nel 2001 per dare esperienza. Ai nuovi chiederò impegno, sacrificio, voglia di divertirsi e di giocare una stagione migliore».

San Tomaso Under 19
San Tomaso Under 19

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli