24 Gennaio 2021

Brescia, call infuocata tra attacchi hacker e al Comitato Regionale: le società sono con Alberto Pasquali

Le più lette

Caravaggio – Desenzano Calvina Serie D: Ruffini, Perrotta e Franzoni calano il tris, crollo dei bergamaschi

Dura solo 30’ il Caravaggio di Terletti che in casa crolla sotto i colpi di un Desenzano Calvina che...

Casale Under 14: Davide Di Donato, la ripresa per vedere di nuovo i ragazzi sul campo

Con il quinto posto in classifica nel Girone E e con sei punti guadagnati su nove possibili, il Casale...

Le prime voci delle società varesine: «Solidarietà a De Carli, della sua rimozione non sapevamo nulla»

Da venerdì, giorno in cui è stato pubblicato il Comunicato che ha designato Lorenzo Bianchi come nuovo Delegato di...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Mattinata decisamente movimentata quella vissuta dal calcio dilettantistico bresciano, con i club impegnati nella prima call-conference del secondo lockdown organizzata da Alberto Pasquali. L’iniziativa, che il Delegato aveva già lanciato nel marzo scorso dopo la prima sospensione dei campionati e poi ripresa anche dal Comitato Regionale e da altre Delegazioni come Bergamo, Lodi, Cremona e Milano, anche stavolta ha dato diversi spunti. Uno su tutti: le società sono infuriate con il CRL. Dopo il discorso introduttivo di Pasquali, infatti, a succedersi negli interventi ci sono stati Simone Valetti del Gussago, Stefano Susio del Gavardo, Enrico Gheda dell’Ospitaletto, Tony Scotti della Mario Rigamonti tutti più o meno con gli stessi appunti e interrogativi. E poi, la sempre presente questione economica – messa sul piatto da Giorgio Fontana e non solo – ma anche quella politica, sulla quale si sono soffermati un po’ tutti: decisamente piccate, e spesso anche sopra le righe, le risposte dei consiglieri Andreino Bignotti e Dario Silini. A rendere ancora più “frizzante” l’appuntamento mattutino, il doppio attacco “hacker” subito dalla call stessa. Il primo (contornato da espressioni blasfeme e insulti di vario genere) ha costretto Pasquali a resettare la conference e riattivarla, tentativo risultato vano visto che poco dopo la situazione si è ripetuta: dopo aver faticosamente bannato gli infiltrati, l’incontro è stato poi portato al termine. Nel video, uno stralcio del secondo attacco.

SU SPRINT E SPORT DI LUNEDI’ AMPIO SERVIZIO E APPROFONDIMENTI

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli