24 Gennaio 2021

Virtus Aurora Travagliato Under 14, Morris Cotali: «Le partite si vincono prima con l’educazione e poi sul campo»

Le più lette

Inter – Juventus Serie A Femminile: Girelli non sbaglia mai, Galli-Pedersen perfette in mezzo ed è 0-3

Un derby d'Italia senza storia e Juventus che espugna il campo dell'Inter per 0-3 con un primo tempo di...

Casale – Chieri Serie D: Drago e la traversa sgambettano gli azzurri di Didu

Il classico sgambetto da turno infrasettimanale. Casale e Chieri, entrambe molto rimaneggiate tra infortuni, squalifiche e massiccio turnover, si...

Speranza Agrate – Pinerolo Serie C Femminile: Milone respinge l’Agrate, vittoria pesante per il Pinerolo di Zummo

Si apre al meglio il 2021 del Pinerolo che passa in rimonta sul campo della Speranza Agrate grazie ai...

Si sa che a 13/14 anni si cresce molto velocemente. Ma sotto il punto di vista calcistico, visti i continui stop, può sembrare assurdo pensare di migliorare. Questo non è il caso dei ragazzi dell’Under 14 della Virtus Aurora Travagliato che, nonostante il fermo di 6 mesi, sono migliorati molto sia a livello tecnico che a livello fisico. Tant’è che il loro allenatore Morris Cotali ha dovuto modificare il sistema di gioco: «Solitamente ho sempre utilizzato il modulo 4-4-2 perché secondo me è l’unico che permette ai ragazzi di occupare tutto lo spazio del campo. Dopo aver giocato le prime amichevoli mi sono ricreduto ed ho iniziato ad utilizzare il modulo 3-5-2 perché ho notato che i miei difensori sono migliorati molto e riescono ad occupare bene tutto il campo. In più in questo modo sono riuscito a guadagnare un giocatore in centrocampo». E tra questi difensori troviamo Diego Bianchetti che, oltre ad essere il neo-capitano di questa squadra, é anche, a detta dell’allenatore, migliorato molto a livello tecnico. Inoltre si tratta di un ragazzo educato e serio che, nonostante il suo carattere introspettivo, quando scende in campo riesce a gestire da solo e con successo la difesa senza che l’allenatore gli dica niente. Altri elementi di spicco in questa squadra sono: Samuele Nicolini che a livello tecnico è uno dei migliori; Klevi Bedeli che ama pressare i suoi avversari; Stefano Pitossi, capace di recuperare tutti i palloni. Questi miglioramenti si sono fin da subito visti in campo: «Le prime amichevoli e la prima partita di campionato ci hanno dato ragione a livello di gioco. Infatti non tanto a livello tecnico ma quanto a livello fisico siamo riusciti a dominare sulle squadre avversarie». Ed effettivamente fin da inizio stagione Cotali si aspettava grandi cose dai suoi: «Sono molto fiducioso perché vedo che i miei ragazzi hanno tanta voglia di fare e di dimostrare. Ho tante aspettative perché fin da subito mi è sembrato un gruppo che a livello tecnico è molto forte». Dunque questo allenatore è davvero fortunato ad avere a disposizione questa squadra da cui però ha sempre preteso molto anche al di fuori del campo: «Ai miei ragazzi insegno il rispetto, l’educazione e la disciplina. Quando giochiamo fuori casa e li convoco a una certa ora pretendo che al mio arrivo siano già tutti nel punto di incontro previsto con i borsoni in ordine. Per me la disciplina e l’educazione sono fondamentali». E i classe 2007 della Virtus Aurora Travagliato non hanno mai deluso il loro allenatore sia fuori che dentro al campo: «Abbiamo giocato in casa una partita contro il Breno. Nonostante sia una squadra molto più forte e avanti siamo riusciti comunque a vincere. È stata una bellissima partita dove ho visto in campo undici leone che avevano voglia di chiudere con una vittoria quel match». Non a caso il soprannome di questa società è Furie Rosse e effettivamente le premesse sembrano buone anche per questa squadra che, sotto la guida di Cotali, non deluderà le aspettative regalandoci grandi soddisfazioni

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli