7 Marzo 2021

Ghedi Under 15, l’intelligenza del centrocampista Francesco Botti

Le più lette

Aurora CMC Under 16: il ritorno a casa di Alessio Marangotto, tecnico dei 2005

Alessio Marangotto, tecnico dell’Aurora Cerro Maggiore Cantalupo Under 16, è in società da questa stagione, dopo aver passato quattro...

Tavagnacco-Orobica Calcio Bergamo Serie B Femminile: Tuttino e Grosso per le gialloblù, che chiudono i conti nel primo tempo

Partita conclusa nel corso del primo tempo per il Tavagnacco, che in questa giornata lottava per rimanere nei primi...

L’Under 15 Femminile dell’Independiente Ivrea: la realtà tutta rosa di Paola Cordella

Dall’Under10 alla Prima Squadra: l’Independiente Ivrea del Presidente Roberto Tridello è una realtà che cura con attenzione un ampio...

Dopo l’intervista all’allenatore Umberto Margonari del Ghedi Under 15 (clicca qui per leggerla) e al suo attaccante Federico Formenti (clicca qui per leggerla), ecco la bellissima storia del centrocampista centrale Francesco Botti. Classe 2006, il giovane ragazzo gioca a calcio da ormai 10 anni. Questa stagione calcistica è la seconda in casa Ghedi, precedentemente infatti il ragazzo ha giocato in diverse società e racconta: «La mia prima società è stata us Flero in cui ho trascorso un anno, poi sono passato all’ASD Poncarale per 5 anni, poi ho fatto due anni alla Castenedolese e infine all’A.C. Ghedi da due anni». Nonostante questi cambi di squadra, tuttavia, il ragazzo è fiero e felice del suo team, e non smette di ricordarlo sin da subito: «Sia nella mia squadra che nella società mi trovo parecchio bene». Tuttavia, una pecca forse c’è e riguarda il suo ruolo come centrocampista centrale: «Il mio ruolo è il centrocampista – ha infatti dichiarato Botti – e pur divertendomi molto, preferirei giocare nella trequarti». Nonostante ciò però il ragazzo si adegua molto all’occorrenza, e nel suo reparto cerca sempre di far il meglio che può. «Le qualità che sfrutto quando gioco – ha raccontato Francesco – sono il dribbling e mettermi a disposizione per i compagni facendo girare il pallone». Parlando invece dei punti che forse il giovane potrebbe allenare e migliorare, dice: «Io cerco sempre di migliorare in tutti gli ambiti anche se la mia pecca principale è il fisico purtroppo». Grandissimo tifoso della Juventus, l’idolo del ragazzo è sempre un bianconero: Paulo Dybala. Il Ghedi Under 15 di Umberto Margonari ha iniziato questa stagione a razzo, ottenendo una vittoria di 5-1 contro la Pontevichese e portandosi così tra i primi posti del girone E, accanto a Remedello e Castenedolese. Il Ghedi si porta in vantaggio senza difficoltà sin da subito, quando al 5′ il giovane Federico Formenti sigla il primo gol su rigore. Gli avversari rispondono subito, pareggiando al 10′ con Sordini. Ma il Ghedi non molla e continua a farsi sentire: al 15′ e al 25′ Formenti realizza altre due reti. A chiudere e sigillare la partita sarà il compagno Michele Pini. «La partita a cui tengo di più l’ho disputata a Bellaria nei nazionali che si erano svolti nel 2014». Proprio raccontando di questa partita, l’allenatore Margonari aveva dichiarato: «Sono tutti ragazzi molto ambiziosi e responsabili, Francesco Botti ha giocato un’ottima prima gara; è un trequartista molto intelligente, sia per i tempi di gioco, sia a livello tecnico». Solo ottime parole, quindi, anche da parte di chi guida i giovani ragazzi. Ogni giocatore porta nel cuore una partita in particolare, che sia per un gol in particolare, per una parata, per un intervento fondamentale. Anche Francesco ne ha una e spiega: «La prima partita del torneo la disputammo noi dell’ASD Poncarale contro il Sacro Cuore (squadra pugliese). La partita incominciò con un mio gol in diagonale diretto all’incrocio dei pali, ero felicissimo». Tuttavia, anche Botti come i suoi compagni si trova in una situazione difficile e limitante, per chi lo sport lo ama e lo pratica. «Penso che questo periodo non sia dei migliori – ha infatti sottolineato il ragazzo – anche se la vita è solo una e bisogna viverla con il sorriso. È da qualche mese che non mi alleno con la mia squadra e questo mi manca, ma non abbiamo perso i contatti perché 2 volte a settimana ci scambiamo qualche parola tramite rete». Pensando ad un futuro prossimo il migliore possibile, il giovane giocatore conclude: «Io spero che le cose si rimettano apposto. Il mio sogno è continuare a intraprendere la mia carriera calcistica».

GHEDI UNDER 15

STAFF

UMBERTO MARGONARI, ALLENATORE

IN CAMPO, I 18 RAGAZZI 2006

FILIPPINI FEDERICO

LANCELOTTI ANDREA

CAPUZZI MANUEL

BOTTI FRANCESCO

DE MICHELE ACHILLE

ZADRA MICHELE

SALL MOUHAMED

CHAKIRI ABDELLAH

NARJIS OMAR

PINI MICHELE

FORMENTI FEDERICO

RUBES ANDREA

OSIO ANDREA

CAMPANELLI MARCO

CASCINO DAVIDE

COMAROLI GIACOMO

ECHALLAOUI ILIAS

MEDEGHINI LUCA


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli