10 Agosto 2020 - 21:53:36

Cellatica – CazzagoBornato Brescia Under 16: Dereyany e Pedersini i Matador

Le più lette

La Biellese, in mediana c’è Dylan Kambo

I lanieri di Rizzo continuano a puntare alto e l'ennesimo segnale arriva dal mercato che regala un centrocampista di...

Villa Valle, aspettative alte e la giusta esperienza: con Bolis idee chiare e squadra tecnica

È nella splendida cornice dell’hotel ristorante Settecento a Presezzo che nella serata di mercoledì 5 agosto si è tenuta...

Verbania, Domenico Vono si dimette dall’Under 19

Dopo aver confermato Luca Porcu alla guida della prima squadra, il Verbania dovrà cercare un nuovo allenatore per l'Under...

Vittoria, tre punti e sorpasso in classifica è il bottino pieno che si porta a casa il Cellatica al termine di una sfida ricca di gol ed episodi giocata con carattere ed il giusto agonismo sportivo da ambedue le squadre. La posta in palio è alta e nella prima fase entrambi gli allenatori decidono di giocare con lanci lunghi con i padroni di casa che verticalizzano per Dereyany ed il CazzagoBornato che predilige giocare in ampiezza soprattutto a sinistra con Morandi a rifornire palle pregiate ad Alari. Passano pochi minuti ed il metronomo del Cellatica Cropelli serve al bacio Dereyany che si defila, punta la rete ma non riesce a superare Paganotti bravo a chiudere lo specchio della propria porta e a neutralizzare il suo avversario. Nessuna delle due compagini imposta il proprio gioco partendo dalle retrovie così il fulcro della gara si sviluppa a centrocampo ove il CBC ha la meglio grazie alla caparbietà di Botticini, alla tecnica di Amichia e alle galoppate di Paderni. Al 29’ l’episodio che cambia l’inerzia della partita: il trequartista del Cazzago Amichia ingabbiato da due giocatori subisce forse fallo, cade a terra, blocca con le mani e grida all’ingiustizia imprecando ad alta voce con l’arbitro a pochi passi. L’arbitro ligio al dovere non si lascia sfuggire l’imprecazione, non richiama il giovane atleta e non lo ammonisce ma mostra irreprensibile il cartellino rosso allontanando il giocatore dal campo. Nonostante l’uomo in meno gli ospiti macinano gioco e si rendono pericolosi nel finale con Alari, servito da Botticini, che spalle alla porta si gira centra il palo a portiere spiazzato. Al rientro dagli spogliatoi il Cazzago si organizza proponendo un 4-3-2 e non modificando il proprio gioco ma in pratica viene a mancare il collegamento palla a terra tra centrocampo ed attacco e le azioni pericolose nascono da palle alte. Nei primi istanti Alari si rende pericoloso due volte entrambe di testa su palle scodellate sparando un soffio a lato la prima opportunità e centrando in pieno la traversa un minuto dopo. Il gol dell’1-0 parte da un’azione in forte sospetto di fuorigioco e, su una palla calciata e non trattenuta dall’estremo difensore del CBC, si avventa Dereyany che dalla corta distanza non perdona. Fino al 16’ regna in campo l’equilibrio quando sul solito lancio lungo il potente attaccante ‎Cellatichese Dereyany intercetta, manovra a testa alta e serve Pedersini che infila un bel rasoterra portando il risultato sul momentaneo 2-0. Il 3-0 arriva su punizione dal limite calciata con potenza da Dereyany che scocca un tiro che aggira la barriera e prende una traiettoria infingarda rimbalzando davanti a Paganotti. La gara si chiude al 24’ quando Zanotti scarica a rete, il portiere non trattiene e Pedersini si avventa come un falco ed imbusta il definitivo 4-0. Il CBC recrimina su qualche episodio ma il Cellatica ha l’onere di agire con calma, determinazione e soprattutto fame mettendo all’angolo l’avversario sfiancandolo e costringendolo a compiere errori meritandosi di fatto il primato in classifica.

I padroni di casa del Cellatica.

Il Tabellino di Cazzago Bornato – Montorfano Rovato Under 17

A.S.D. Cellatica:4
ASD CazzagoBornato Calcio: 0
RETI (4-0): 7’ st Dereyany (CE), 16’ st Pedersini (CE), 20’ st Dereyany (CE), 24’ st Pedersini (CE).
A.S.D. Cellatica (4-1-3-2)
Castrezzati 7, Zanotti 6.5, Paderni 7, Barbaglio sv (5’ Agosti 6.5), Delorenzi 6.5, Cavalleri 6.5, Dereyany 7.5, Cropelli 7, Pedersini 7.5 (31’ st Traina sv), Rampazzo 7 (33’ st Palumbo sv), Tiburzi 6.5 ( 11’ st Zanotti 6.5). A disp. Tortarolo, Gradinariu, Adbaya, Ibraheem, Paletti. All. Lorandi 7. Dir. Loda.
ASD CazzagoBornato Calcio (4-3-1-2)
Paganotti 6.5, Coradi 7, Morandi 7, Tonelli 6.5, Buizza 7 (41’ st Sartori sv), Rizzi 6.5, Gerbini 6 (30’ st Faccoli 6.5), Botticini 7 (30’ st Manenti 6.5), Alari 7 (25’ st Barbi 6.5), Amichia 6, Ashicov 6.5 (25’ st Mentesana 6.5). A disp. Perani. All. Morisini 7. Dir. Zamboni, Corradi.
Espulso: 29’ Amichia (CB)
Ammoniti: 9’ st Dereyany (CE), 19’ st 5 Delorenzi (CB)Arbitro: Pollini di Brescia 6 Le regole sono le regole e punisce con l’espulsione una bestemmia di troppo cambiando fisionomia alla gara. Sul primo gol c’è il forte dubbio di un fuorigioco sfuggito. Per il resto dirige sapientemente.

L’arbitro Pollini di Brescia

A.S.D. Cellatica
All. Lorandi 7 Gioco pratico e redditizio basato su lanci lunghi alla ricerca delle punte che vanno entrambe in gol. Conquista la vetta della classifica.
Castrezzati 7 Dirige con tranquillità il reparto difensivo trasmettendo sicurezza e affidabilità.
Zanotti 6.5 Compensa con grinta e qualche buona chiusura la mancanza di peso.
Paderni 7 Dalle sue parti non si passa, nello stretto è invalicabile e il suo interlocutore può solo lanciare lungo.
Barbaglio sv Costretto a dare forfait dopo quattro minuti (5’ Agosti 6.5 Ordinato e ben posizionato).
Delorenzi 6.5 Tiene bene la linea anche se a volte si fa scappare l’uomo.
Cavalleri 6.5 Detta ritmi e geometrie.
Dereyany 7.5 Punto di riferimento offensivo della squadra, lotta e fa reparto.
Cropelli 7 Belle serpentine in solitaria impreziosite da efficaci interscambi con i compagni.
Pedersini 7.5 Non si risparmia e all’occorrenza viene a prendersi palloni dalle retrovie. Capitalizza al meglio le occasioni da gol (31’ st Traina sv).
Rampazzo 7 Lavoro sporco a pulire le azioni non limpide (33’ st Palumbo sv).
Tiburzi 6.5 Prova a mettere qualità alternando cose ben fatte ad imprecisioni (11’ st Zanotti 6.5 Molto attivo e presente durante le azioni pericolose).
A disp. Tortarolo, Gradinariu, Adbaya, Ibraheem, Paletti.
Dir. Loda

ASD CazzagoBornato Calcio
All. Morisini 7 Anche con l’uomo in meno la Squadra dimostra di meritarsi i primi posti in classifica. Punito dagli episodi paga anche calo fisiologico e mentale nel finale.
Paganotti 6.5 Ben posizionato, fatica a trattenere i tiri velenosi.
Coradi 7 Interventi senza sbavature fuori e dentro l’area. Capitano carismatico.
Morandi 7 Spinta di qualità costante sulla fascia. Prende botte, non si lamenta e si propone con carattere.
Tonelli 6.5 Bene in copertura da rivedere in impostazione.
Buizza 7 Un mastino in marcatura che ringhia sulle caviglie dell’avversario (41’ st Sartori sv).
Rizzi 6.5 Svolge il compito assegnato dall’allenatore, non impeccabile in costruzione.
Gerbini 6 Qualche timida giocata poco incisiva. Meglio nelle aperture che nello stretto (30’ st Faccoli 6.5).
Botticini 7 Vince molti duelli a centrocampo, imposta e si propone con interessanti sovrapposizioni (30’ st Manenti 6.5).
Alari 7 Alla continua ricerca di spazi con e senza palla. Sa sempre dove è la porta e avrebbe meritato maggior fortuna (25’ st Barbi 6.5).
Amichia 6 Frullatore di energia col piede educato. Compie un’ingenuità e si fa espellere lasciando in difficoltà la sua squadra.
Ashicov 6.5 Tanto movimento ma non riesce ad esprimere al meglio le proprie doti (25’ st Mentesana 6.5).
A disp. Perani.
Dir. Zamboni, Corradi

Gli ospiti del Cazzago Bornato Calcio.

ASCOLTA LE PAROLE DEL TECNICO MOROSINI DEL CBC

ASCOLTA LE PAROLE DEL TECNICO LORANDI DEL CELLATICA

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli