Il protagonista della partita, Sola, autore di una doppietta.

Il Montorfano continua la sua corsa e consolida la prima piazza vincendo per 3-2 sul campo del Castegnato. Per gli uomini di Bucci comunque una prova solida, condannati nel risultato dagli episodi. Le squadre si schierano con moduli interscambiabili, che cercano di non dare riferimenti. Il Montorfano con un uomo a protezione della difesa, Gussago, e con due uomini in attacco come Sola e Ferrari. Bucci risponde con un 4-4-2 che in fase di possesso si trasforma in un 4-2-4, con gli esterni abili a recuperare il pallone e riversarsi in attacco. I primi minuti sono contraddistinti dalla classica fase di studio, in cui non succede granché. Intorno al 15′ il Montorfano prende in mano le redini del gioco, mandando un po’ in confusione la difesa di casa che deve fare i conti con la velocità del tandem d’attacco rovatese. Come da copione in questi casi la squadra più cinica ha la meglio e passa in vantaggio al 18′. Il Castegnato giostra sulla sinistra e mette in mezzo un cross che viene spazzato dalla difesa, il campanile diventa buono per Savoldini che colpisce al volo e batte l’estremo difensore. Gli ospiti accusano il colpo lasciando l’amministrazione del pallone alla squadra in vantaggio. La partita si spezzetta un po’ a causa di tanti contrasti a centrocampo, che non aiutano l’innalzamento del ritmo. Per poter rimettere in equilibrio la gara serve un episodio che puntuale arriva al 37′. Ferrari entra in area e viene sgambettato da Archetti, l’attaccante non cade neanche ma l’arbitro decide di punire l’intervento. Dal dischetto è glaciale Sola a spiazzare Balzarini. La frazione si chiude in parità, giusto risultato visto l’andamento dei primi 40′. Il Montorfano entra più aggressivo nel secondo tempo deciso a vincere per confermare la prima posizione in classifica. In particolare è la posizione di Fofana a creare grattacapi al Castegnato, col numero 18 bravo a inserirsi tra le linee. La partita diventa più vibrante, con le due squadre che non si tirano indietro e cercano con insistenza la profondità. La fase appena citata dura poco e introno al 10′ è di nuovo il disordine ad impadronirsi della gara. Il Montorfano non ci sta e spinge alla ricerca del gol vittoria, ma devono sbattere contro il muro eretto dal Castegnato. La squadra biancoviola trova il gol del momentaneo 2-1, concretizzando il grande possesso palla, con De Palma al 27′: il neoentrato Mazzelli fa partire un cross telecomandato che il centravanti dei padroni di casa deposita in rete di testa. Due minuti più tardi lo stesso numero 9 avrebbe l’occasione per chiuderla ma davanti al portiere spara in bocca. La legge del gol sbagliato gol subito condanna il Castegnato che al 30′ si fa riacciuffare per la seconda volta. A segnare è Hoxha che semina due difensori e poi dribbla anche il portiere depositando poi di sinistro. Il numero 15 si scatena sfiorando l’impresa per i suoi, Balzarini risponde presente e tiene a galla i suoi. Impresa che diventa tale al 38′ quando Guienne lancia sul filo del fuorigioco Sola, che è glaciale a battere l’estremo difensore per il 3-2 rovatese. All’ultimo respiro il Castegnato trova la rete del pareggio, ma l’arbitro ravvede un fuorigioco e fischia la fine.

IL TABELLINO DI CASTEGNATO-MONTORFANO

CASTEGNATO-MONTORFANO 2-3

RETI (1-0; 1-1; 2-1; 2-2; 2-3): 18′ Savoldini (C), 37′ e 38′ st Sola (M), 27′ st De Palma (C), 30′ st Hoxha (M).

CASTEGNATO (4-4-2): Balzarini 6.5, Archetti 6 .5 (dal 1′ st Rizzola 6.5), Foccoli 6.5, Di Matteo 7, Guindo 6.5, El Fakharany 7, Zorzi 6.5 (dal 1′ st Persich 6.5), Micale 6.5 (dal 23′ st Mazzelli 7), De Palma 7.5, Savoldini 6.5, De Giglio 6.5 (dal 14′ st Maranza 6.5).A disp. Torchio, Bui, Maffettone, Maranza, Rizzola, Persich, Vigorito, Passador, Mazzelli.

All. Bucci 7 Dir. Lo Mondo

MONTORFANO (4-3-1-2): Lo Re 6.5, Bettoni 6.5, Catalano 6.5, Gussago 7 (dal 25′ st Ronchi 6.5), Zani 6.5, Borgogni 7, Aidi 6.5 (dal 20′ st Anelli 6.5), Maina 6.5 (dal 1′ st Fofana 7), Sola 8 (dal 39′ st Bocchi s.v.) Guienne 7, Ferrari 6.5 (dal 7′ st Hoxha 7). A disp. Rodenghi, Anelli, Bocchi, Hoxha, Ronchi, Marzuillo, Fofana.

All. Massetti 7 Dir. Maranesi

ARBITRO: Coccoli sez. Brescia 6 Gli episodi sono tanti, sbagliarsi è facile.

AMMONITI: 38′ Di Matteo (C), 18′ st Savoldini (C).

ESPULSI: 36′ st Savoldini (C).

PAGELLE CASTEGNATO 

Balzarini 6.5 Quando viene chiamato in causa è presente.

Archetti 6.5 Viene punito per un intervento dubbio. Dal 1′ st Rizzola 6.5 Abbina corsa a qualità nello stretto.

Foccoli 6.5 Media tra il 7 del primo tempo e il 6 del secondo.

Di Matteo 7 Chiude di tutto e di più. Muro

Guindo 6.5 Difensore dal fisico statuario soffre la velocità di Ferrari.

El Fakharany 7 Partita di sostanza. Corre dal primo all’ultimo minuto.

Zorzi 6.5 Gli manca sempre l’ultimo passaggio. Positivo. Dal 1′ st Persich 6.5 Parte bene poi esaurisce la sua spinta.

Micale 6.5 Dirimpettaio di El Fakharany. Metronomo. Dal 23′ st Mazzelli 7 Gli bastano neanche venti minuti per incidere sulla gara.

De Palma 7.5 Corre, lotta, recupera e segna. Un leone.

Savoldini 6.5 Prima del pasticcio dell’espulsione è tra i migliori in campo.

De Giglio 6.5 Luci e ombre in un’ora di gioco. Dal 14′ st Maranza 6.5 Non punge.

All. Bucci 7 La sua squadra conduce la partita ma non porta a casa punti. Il campionato è lungo e si rifarà.

Il Castegnato in gran completo per la foto di rito

PAGELLE MONTORFANO

Lo Re 6.5 Incolpevole in occasione dei gol.

Bettoni 6.5 Non lesina recuperi e diagonali difensive. Attento.

Catalano 6.5 Su quella fascia Persich è pimpante. Lo marca bene.

Gussago 7 Motorino instancabile del centrocampo rovatese. Instancabile. Dal 30′ st Ronchi 6.5.

Zani 6.5 Compie un paio di interventi da ultimo uomo fondamentali.

Borgogni 7 Usa il bastone e la carota con tutti gli attaccanti di casa.

Aidi 6.5 Si accende e si spegne ad intermittenza. Dal 20′ st Anelli 6.5.

Maina 6.5 Viene ingabbiato dal lavoro di Micale. Dal 1′ st Fofana 7 La sua imprevedibilità cambia la partita.

Sola 8 Segna una doppietta che regala i tre punti ai suoi. Mattatore della gara. Dal 39′ st Bocchi s.v.

Guienne 7 Ha la lucidità di fare l’ultimo passaggio per il gol partita di Sola.

Ferrari 6.5 Il rigore procurato è l’unico sussulto della sua gara. Dal 7′ st Hoxha 7 Segna un gol di rapina e ne sfiora un altro. Cambio azzeccato.

All. Massetti 7 Azzecca i cambi e vince una partita che fino a 10 minuti dalla fine era persa.

La squadra di Massetti ha dimostrato grande carattere e unione di intenti.

LE PAROLE DEL DOPOGARA: BUCCI

LE PAROLE DEL DOPOGARA: MASSETTI


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.