8

Allora, dove eravamo rimasti? Il tempo corre e, ormai, anche solamente un mezzo passo falso potrebbe fare la differenza tra la gioia ed un baratro profondo. Il Palazzolo, rimaneggiato a causa di alcune assenze, scende in campo con il dente avvelenato e determinato a cancellare la debacle maturata durante l’andata. Impresa ardua perché, sebbene la Voluntas, abbia il coltello dalla parte del manico, non è certo venuta sulle rive dell’Oglio per una gita fuori porta. La disputa, sin dagli albori, è contrassegnata da una fase di studio. Le formazioni non concedono punti di riferimento agli avversari, grazie ai quali provare a costruire una diligente manovra offensiva, annullandosi a vicenda. La poca lucidità, complice un violento nubifragio, è la vera padrona della prima frazione di gioco, poche emozioni sul terreno e tanti sbadigli in tribuna, così nemmeno le indicazioni di Morandi e i rimproveri di Gambardella sono in grado di far compiere quel salto di qualità ad una gara ingessata da un rigido tatticismo. La ripresa delle ostilità, almeno per i primi 10’, segue la falsariga del primo tempo. Tuttavia, dopo 15’, la Pro decide di alzare il baricentro e di intensificare il ritmo del fraseggio, costringendo la retroguardia ospite a ripiegare ordinatamente negli ultimi metri. Passano 17’ e Busetti, in seguito ad un’eccellente finta di corpo, lascia secco Bartoli, entra in area e lascia partire un velenoso diagonale sinistro che fa la barba al palo. L’incontro si accende, la Voluntas ritrova la tramontana, uscendo da un lungo periodo di flessione, attaccando a testa bassa mediante le iniziative di Lembo e Scognamillo, capaci di scaldare le mani ad un attento Perletti, senza però pescare la conclusione vincente. Tutti pensano già ad un sostanzioso pranzo domenicale, ma Busetti, artefice di una prestazione generosa, offre champagne a tutti. Siamo, infatti, in piena “zona Cesarini”, quando il Palazzolo recupera il possesso, lanciando dalle retrovie “el diez” biancoceleste, il quale elude la marcatura del diretto concorrente e a tu per tu con Bonometti non può fallire, dando il via alla festa.

PAGELLE PRO PALAZZOLO

Perletti 7 Riflessi felini e piedi discreti. Tiene a galla i suoi con interventi essenziali
Rashid 7 Usa il bastone e la carota. Difensore intelligente e preciso nelle chiusure.
Strabla 6.5 Fluidifica la manovra lungo la destra.
Terzi 6.5 Fatica a contenere Lembo, ma poi prende le misure e cresce. Milaqi 6.5 Svolge il compito assegnatoli in maniera dignitosa.
Moretti 7 Metronomo del centro campo casalingo. Dirige l’orchestra.
Ruggieri 7 Un mastino. Fa sentire il fiato sul collo del diretto avversario. Mezzaro 6.5 Va a corrente alternata, ma il bilancio è ampiamente positivo. Morandi 6.5 Qualche errore in fase di letture. Prova positiva (41’ st Murati sv.).
Busetti 8 Hombre del partido. Il più continuo durante tutto l’arco della gara. Belotti 7 “La tigre dell’Oglio” non timbra il cartellino, ma è prezioso alla causa.
All. Morandi 8 Il Palazzolo vince una partita tosta ed intensa.

PAGELLE VOLUNTAS MONTICHIARI

Bonometti 7 Ottimo impasto tecnico, vince il confronto con gli attaccanti avversari.
Bartoli 6 Non sempre contiene Busetti.
Cherif B. 7 Grande carisma (19’ st Cerqui 6.5).
Pali 6.5 Commette qualche sbavatura.
Bellandi 6.5 Gioca la palla a testa alta, purtroppo non sempre viene seguito.
Codarin 6 Senza infamia né lode. Nella ripresa cala vistosamente.
Guarnera 6 Dalla sua i padroni di casa passeggiano (33’ st Cherif L. 6).
Borghi 6.5 Catalizza la sfera verso il reparto offensivo.
Monselice 6 Sufficiente. Potrebbe fare di più.(28’ st Quaglio 6.5)
Lembo 7 Giocatore squisito. La sua tecnica palla al piede fa la differenza.
Scognamillo 7 Battaglia strenuamente contro Strabla e Rashid.
All. Gambardella 7 Sconfitta di misura per la Voluntas Montichiari. Malgrado la sconfitta i suoi ragazzi riescono ad esprimere comunque un buon calcio.

LE INTERVISTE

ASCOLTA LE PAROLE DI MORANDI

Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.