28 Settembre 2020 - 16:33:58
sprint-logo

Concesio Under 19: Fulvio Guerra e Giacomo Saleri raccontano la prima parte di stagione

Le più lette

CG Bresso – Bresso Under 19: De Marco e Abd El Gawwad fissano il pari nel derby

Finisce senza né vinti né vincitori il derby di sabato pomeriggio tra CG Bresso e Bresso. Lo scontro tra...

Colpo Lascaris, preso l’ex Chisola Guarnieri

Ancora un colpo di mercato del Lascaris, preso il centrocampista classe 2004 Cristian Guarnieri. Accordo raggiunto ieri tra i...

Desenzano Calvina-Casatese Serie D: nulla di fatto al Tre Stelle, pari e patta per una gara all’insegna dell’equilibrio

Finalmente ritorna il campionato di Serie D dopo la lunga astinenza per l’emergenza sanitaria. Al Tre Stelle il Desenzano...

Fulvio Guerra è nato in una famiglia numerosa, con fratelli tutti calciatori. Fra essi solo Ugo Guerra (attuale tecnico della Prima squadra del Concesio) raggiunse livelli professionistici militando anche nel Brescia. Dopo le giovanili nell’Ospitaletto, Fulvio fece una breve carriera fra la Promozione e l’Eccellenza nel Montichiari, per poi finire a Nave prima di smettere anticipatamente per problemi di salute. Nel mondo sportivo conobbe il compianto Livio Scaramella, col quale divenne molto amico. Fa l’agente di commercio ma con la moglie gestisce anche un maneggio. E’ padre di una bambina di 5 anni. Prima di fare l’allenatore ha fatto il vice di suo fratello Ugo per anni. Negli ultimi 2 anni ha allenato la juniores regionale del Bovezzo e quest’anno quella del Concesio. Si ispira a Guradiola e fa giocare le sue squadre con un 4-3-3 o un 4-2-3-1 a seconda delle caratteristiche dei giocatori.

Ciao Fulvio, come ti trovi ad allenare in questa società?
«Concesio è una bellissima realtà, ben strutturata. Gianluca Maurigi ha fatto un bel cambiamento in società e la mano di gente che è stata nel professionismo si vede. Anche i ragazzi della prima sono trattati come dei professionisti. Credo sia la giusta mentalità. Peccato per il campo in terra ma a breve dovrebbero rifarlo, una volta superati gli inghippi burocratici. Questa realtà non può che crescere». 

Da chi è composto il tuo staff?
«Michele Calvetti è il mio vice-allenatore. E’ un’ottima persona e un allenatore con una passione sfrenata. Giorgio Renzi è il preparatore atletico, nonché lo psicologo che saggia il polso dello spogliatoio con la sua grande esperienza, lavorando sulla testa dei ragazzi».

E com’è quest’anno la squadra?
«Questo squadra è un bellissimo gruppo, molto unito e tutti loro mi hanno sempre dimostrato grande affetto. E’ grazie a loro se non ho smesso di allenare per via del lavoro che mi lascia poco tempo»

Come sta andando la stagione, qualche rammarico circa l’andata?
«Abbiamo chiuso e iniziato bene l’anno. Nell’andata abbiamo qualche rammarico su alcuni episodi ma l’unica sconfitta meritata è stata contro il Lume, mentre con Botticino e Valtrompia ce la siamo giocata mettendo in forte difficoltà gli avversari. Rispetto all’inizio però abbiamo avuto miglioramenti sotto il profilo tecnico-tattico, forse senza l’errore dei 6 cambi potremmo avere benissimo 8-9 punti in più. Per cui credo che al ritorno potremmo prenderci delle belle soddisfazioni»

Dagli Allievi o dalla Prima squadra qualcuno viene a dare man forte?
«Nessun rinforzo dagli Allievi, ho una rosa molto ampia, composta da 24 ragazzi. Anche dalla Prima nessun rinforzo, tranne i ragazzi che erano aggregati al gruppo della Prima a inizio anno e si dividono fra le 2 squadre».

Qualche tuo ragazzo è già salito?
«Qualcuno ha già fatto anche qualche presenza e qualche allenamento con la Prima. Gottardi, Bresciani e Solini vanno spesso in Prima. Di recente ha iniziato ad andare anche Leonardo Marino e adesso di turno in turno qualcuno salirà per fare esperienza».

Fra poco arriva il derby contro il Sant’Andrea…
«Adesso stiamo preparando la partita contro il Mompiano, non stiamo pensando al derby. Per me è una partita come le altre e va preparata come le altre, anche se qualcuno a Concesio la sente particolarmente».

L’obiettivo da qui a fine stagione?
«Un obiettivo fattibile potrebbe essere quello di arrivare davanti al Sant’Andrea, facendo magari meglio in termini di punti dell’andata. Anche se la cosa che mi preme di più è lasciare un bel ricordo nei ragazzi di questa esperienza. Mi piacerebbe che un giorno, quando giocheranno in altre squadre, i ragazzi mi possano ricordare con affetto per il fatto di aver lasciato loro qualcosa, per aver insegnato loro qualcosa. Spero che in futuro mi ringrazieranno e che i rapporti non si interrompano dopo questa annata».

Siamo al momento dei ringraziamenti…
«Sì ringrazio il mio staff, il ds Vairani che mi ha voluto qui e Gianluca Maurigi, una persona seria che sta facendo grandi cose per la società».

Bomber Saleri festeggiato dai compagni

Giacomo Saleri, nato a Brescia l’ 8/3/02, abita a Concesio e proviene da una famiglia di giocatori talentuosi. E’ il fantasista della squadra e in questa stagione ha già realizzato 13 reti, diventando la punta di diamante dei biancoblù. Tifa Juventus, è trequartista proprio come il suo beniamino Dybala e attualmente alterna gli allenamenti con lo stage previsto dal suo istituto scolastico. Sprint e Sport gli ha chiesto qualche impressione sulla stagione in corso.

Ciao Giacomo, come sta andando la stagione? 
«E’ iniziata un pò così ma ora sta andando bene. Abbiamo buttato via dei punti per la partita persa a tavolino e alcune gare potevamo gestirle meglio».

Con chi hai maggiormente feeling in squadra?
«Sia in campo che fuori mi trovo bene con Nicolò Nassini (esterno di centrocampo), Luca Pedersini (difensore) e Davide Sonzogni (attaccante)».

Il gol a cui tieni di più?
«Il gol che mi è rimasto più impresso è stato quello contro il Collebeato nell’ultima gara d’andata, vinta 4-3 proprio grazie alla mia rete su punizione all’ultimo minuto».

Che obiettivi ti sei prefissato quest’anno?
«Dopo l’anno passato a Lumezzane nei Regionali ora penso solo a divertirmi con i miei compagni della Juniores. Non è ancora il momento di pensare alla prima squadra, per quella ci sarà tempo quest’estate».

Fra poco arriva il derby…
«Sicuramente il derby contro il Santa lo vinceremo noi stavolta, perché siamo cresciuti molto rispetto alla terza giornata d’andata e già allora il pareggio ci stava stretto. In casa nostra non avranno speranze».

Grazie Giacomo, allora in bocca al lupo.
«Grazie a voi».

Un esultanza di Giacomo Saleri, numero 10


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli