24 Novembre 2020 - 17:08:28

Arconatese, Bienate è la nuova casa degli oroblù. Il racconto di Marco Rossi

Le più lette

Ispra Under 17: Cerri vuole maturità dai suoi ragazzi

In prima posizione per differenza reti nel campionato provinciale Under 17 di Varese c'è l'Ispra, allenata da Cerri. Tra...

Calcio Bosto Under 19, il lavoro di Sorrenti alla ricerca della degna conclusione di un ciclo

È un Calcio Bosto capolista quello del girone A dell’under 19. La squadra di Biagio Sorrenti non ha perso...

Andrea Angeli e un cuore che batte da sempre per l’Ivrea, da due stagioni guida i 2006

Andrea Angeli e l'Ivrea si sono sempre ritrovati. Un legame con radici lontane, che risalgono a quando il tecnico...

Da quest’anno l’Arconatese ha una nuova “casa”; tutto il settore giovanile e la Scuola Calcio oroblù si sono trasferiti a Bienate.

Queste le parole del numero uno Sannino, pubblicate sui canali social della società:
«Ringrazio tutte le famiglie, i nostri ragazzi e lo staff tecnico per la pazienza portata in questo mese per noi così difficile ed oneroso, in cui abbiamo dovuto affrontare continui spostamenti su campi esterni. Ma ora lo possiamo dire, abbiamo una nuova casa ed anche molti progetti per il futuro. Grazie davvero al paese di Bienate Magnago che ci ha accolti e naturalmente alla Polisportiva Bienatese per la costante disponibilità. Già da oggi siamo al lavoro per cominciare una nuova emozionante stagione tutti insieme, lasciandoci alle spalle l’amarezza per aver dovuto “salutare” lo storico centro di Via delle Vittorie ad Arconate e le tante inutili polemiche da parte di qualche personaggio “circense”. L’impegno, lo spirito di squadra ed il sacrificio come sempre han dato buoni frutti…e la nostra lunga storia proseguirà ora più serena».

C’è tanta soddisfazione anche nelle parole di Marco Rossi, responsabile e Direttore Sportivo del settore giovanile dell’Arconatese: «Sicuramente siamo un ambiente molto bello e grande; abbiamo una tribuna molto ampia, un bar dove si può sostare con anche possibilità di sedersi, una segreteria separata dalla sala riunioni, e un salone molto grande, già utilizzato dalla prima squadra per il pranzo pre partita. Tengo a sottolineare che la società si sta ulteriormente muovendo per ampliare anche di più questa nuova casa oroblù. Non nego che uno degli obiettivi futuri sia riuscire a far giocare la nostra prima squadra sullo stesso campo delle giovanili; è la volontà del presidente e di tutta la società».
Arconatese che ha anche avuto la “fortuna” di trovare la tribuna proprio con i loro colori: «Lo scorso anno a Bienate giocava la Nuova Fiamme Oro, e i nostri colori sono gli stessi loro».

Qualche timore con lo spostamento della società c’è stato, e lo stesso Marco Rossi, racconta: «Avevamo paura di perdere qualche ragazzo, ma invece siamo riusciti ad allestire anche una squadra di 2005, categoria di cui non disponevamo lo scorso anno. Nonostante le difficoltà di questo periodo siamo rimasti tutti assolutamente soddisfatti del lavoro fatto».

In merito alla situazione attuale, Marco Rossi continua: «I ragazzi hanno preso molto male la questione dello stop. Lunedì proveremo a ripartire seguendo il nuovo protocollo, dividendo i gruppi e cercando di aumentare la distanza. Però questo non è calcio, perlomeno cerchiamo di regalare un momento di svago a tutti i nostri tesserati; i momenti di socializzazione sono importantissimi, e lo sport è soprattutto fatto di quello. Ovviamente per la società ricominciare sarà un costo, ma ci proviamo».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli