16 Maggio 2021

Boffalorese Under 16: grandi ambizioni e voglia di vincere, ecco il segreto di Stefano Alberti

Le più lette

Milan Under 17: Antonio Gala e la carica dei 2004 all’inseguimento della rivincita Tricolore

Il 13 giugno 2019, in quella maledetta finale Scudetto persa contro la Roma, Antonio Gala è stato in panchina...

Sancolombano, ecco il primo volto nuovo: in arrivo Alessandro Zoppetti, guiderà l’Under 17

Il Sancolombano è quasi pronto a rilanciarsi verso la prossima, si presume calda, stagione e lo fa riconfermando un...

Caronnese-Arconatese Serie D: il sinistro di Santonocito spegne le speranze rossoblù e rilancia la squadra di Livieri

Entrambe per riprendersi, entrambe per guadagnare punti che possano – dal canto della Caronnese – portare alla zona playoff,...

Stefano Alberti è l’allenatore della Boffalorese Under 16; Alberti è in società da tre anni e ha iniziato allenando gli Esordienti 2007 per due anni e quest’anno siede sulla panchina dei classe 2005. Il tecnico classe ’82, in passato ha vestito la maglia del Corbetta (che militava in Eccellenza), successivamente andò in prestito per un anno al Galliate (in Promozione) e infine concluse la carriera alla Marcallese che militava in Seconda Categoria. Proprio da quest’ultima società inizia la sua esperienza da allenatore, iniziando con i Pulcini. Il tecnico racconta: «Mi sono appassionato a questo nuovo ruolo, avrei potuto giocare ancora qualche anno, ma ho preferito dedicarmi alla squadra, mi trasmetteva qualcosa di importante e di nuovo. Negli anni successivi ho fatto corsi e ho preso il patentino Uefa C, diventando anche Responsabile del Settore Giovanile della Marcallese per tre anni e allenando i Giovanissimi, con i quali ho raggiunto la promozione ai campionati regionali. Poi ho allenato per un anno i Giovanissimi del Casorezzo e successivamente mi hanno chiamato a Boffalora. Questa è una bella realtà, con voglia di lavorare e di migliorarsi e con obiettivi concreti. Le aspettative di questa stagione sono state decise con la società ovviamente, e volevamo  portare più categorie possibili nel panorama dei campionati regionali. La nostra era una di quelle categorie che avrebbe potuto vincere il campionato, la rosa è molto valida. Quest’anno abbiamo giocato solo una partita, contro l’Accademia Bustese, abbiamo pareggiato e sono soddisfatto di come la squadra si sia approcciata, i ragazzi hanno voglia di giocare e di dimostrare quanto valgono sia come squadra che individualmente».
Il tecnico aggiunge: «Ci stiamo allenando online, le presenze agli allenamenti sono sempre superiori all’80% e questo dimostra che i ragazzi si tengono pronti e che vogliono migliorarsi anche da casa, ma ovviamente quando si potrà tornare in campo ci alleneremo in modo totalmente diverso. È il primo anno che alleno questo gruppo, a inizio stagione abbiamo fatto un ritiro in montagna dove ci siamo conosciuti meglio; ci sono molti giocatori di prospettiva in tutti i reparti, essendo in una fascia di età molto particolare, è importante riuscire ad aiutarli in questo percorso, dal portiere fino all’attaccante sono dei ragazzi eccezionali, si impegnano molto. Il gruppo col tempo è cresciuto e si sta rafforzando, abbiamo giocatori che arrivano da diversi paesi e il lato “positivo” di questo stop è proprio il fatto che i giocatori stiano continuando a fare amicizia tra di loro. Ci stiamo preparando per ripartire, la società è già al lavoro per colmare le mancanze che ci sono».
Stefano Alberti poi conclude presentando il suo staff: «Ho due vice allenatori, Luigi Ravizza e Giacomo Lamera, mi aiutano con la squadra negli allenamenti e il fine settimana. Abbiamo un preparatore dei portieri, si chiama Paride Sesti e due dirigenti che ci accompagnano alle partite, Davide Albanesi e Giancarlo Papetti».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli