16 Maggio 2021

Oratoriana Vittuone Under 16: allenatore giovane ma con l’esperienza di un veterano, Cucchi alla guida dei rossoblù

Le più lette

Chieri-Fossano Serie D: espugnato il De Paoli, Alfiero tiene vivo il sogno salvezza

Ogni spiaggia deve essere l'ultima. Solo così il Fossano può realizzare il sogno salvezza. Lo sa bene Fabrizio Viassi...

Empoli-Atalanta Primavera 1: Rosa prima e Sidibe poi vestono la Dea per il gran galà dei playoff

Quasi all’inglese i nerazzurri sono passati nel fortino della temibile formazione empolese con una rete nel primo tempo di...

Renate-Pro Sesto Primavera 3: Proverbio para di tutto, Bianchi la decide nella ripresa tra le mille proteste

Tre punti sudati al termine di una vera e propria battaglia quelli conquistati dal Renate di Battilana che ferma...

Carlo Cucchi è il tecnico dell’Oratoriana Vittuone Under 16 ed è anche nello staff di allenatori della prima squadra che milita in Seconda Categoria. Il tecnico non ha avuto una carriera calcistica molto lunga, giocò al Cisliano le giovanili, fino agli Allievi, quando si infortunò gravemente al femore e quindi si appassionò alla giovane età ad una visuale diversa del calcio. La sua formazione inizia proprio nella società dove ha giocato, il Cisliano, dove allenò per otto anni, vincendo tre campionati e conquistando due finali di Coppa Lombardia e portando la Juniores dai provinciali fino ai Regionali A, giocando le fasi finali dopo essere arrivati a pari punti con la Roncalli; inoltre, un anno ha vestito un doppio ruolo, allenando sia la Juniores che gli Allievi 1995, vincendo un campionato con quest’ultima categoria. Dopo il Cisliano, il tecnico ha svolto il ruolo di secondo allenatore all’Accademia Vittuone, ottenendo una promozione in Eccellenza. La sua esperienza da tecnico inizia alla Polisportiva Oratoriana Vittuone, dove allena da ormai 7 anni. L’allenatore racconta: «Peccato per lo stop di quest’anno, avevamo iniziato bene il campionato, vincendo contro una delle pretendenti al campionato, la Castanese. Andando oltre l’unica partita disputata, le aspettative per questa stagione erano positive; la squadra all’inizio era acerba, ho sposato questo progetto di due anni per sistemare la squadra e la categoria, ma a causa della pandemia abbiamo giocato davvero poco. Ho avuto delle risposte positive dei ragazzi, grazie alla loro voglia di giocare; abbiamo migliorato molto la tecnica, facendo un mese importante anche dal punto di vista atletico. Le premesse erano ottime, riprenderemo a breve ad allenarci in modo individuale, i ragazzi hanno voglia di tornare a giocare. Fondamentalmente ho una squadra che sta imparando a lavorare, vedremo poi come si evolverà la cosa all’inizio del prossimo campionato, ho consigliato ai ragazzi di provare a mantenere il lavoro atletico fatto ad inizio anno; a febbraio c’è stato uno spiraglio per la ripresa ma è stata solo un’illusione».
Cucchi presenta la sua squadra: «La rosa è composta da 22 giocatori, abbiamo delle individualità importanti come Barbieru e Greco che sono due giocatori ai quali la qualità non manca, così come a Perricone, esterno d’attacco, molto veloce e tecnico. Paitoni e Manno hanno fatto un grande miglioramento da inizio anno, ma in generale la squadra è di livello medio, i ragazzi hanno tanta voglia di mettersi in gioco. Dal punto di vista fisico siamo ben strutturati, mentre dal punto di vista tecnico dobbiamo migliorare, ma sono certo che col tempo miglioreranno tutti».
L’allenatore conclude presentando lo staff con cui lavora: «Ho un vice allenatore, Simone Cassani, ragazzo che ha iniziato a 20 anni a vedere il calcio da un’altra prospettiva; allena con me da tre anni e sono sicuro che tra non molto allenerà una squadra da solo. Abbiamo un preparatore dei portieri, De Gennaro, che si occupa dei 2004 e dei 2005. Infine, abbiamo due dirigenti accompagnatori che sono Nicolardi e Bollati, ci danno una mano a gestire il lavoro e sono sempre disponibili».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli