18 Giugno 2021

Concordia Under 17: voglia di continuare e fedeltà indiscutibile, Landriani veste biancoazzurro

Le più lette

Azalee-Campomorone Serie C Femminile: Pampolini cala il poker e si prende il quarto posto

Grande vittoria del Campomorone che battendo per 4-1 le Azalee allungano ulteriormente in classifica, conquistando il quarto posto e...

Alberto Zoia e gli altri dirigenti al lavoro per il progetto Angerese

Non sembrano esserci cambiamenti, per ora, tra i dirigenti dell'Angerese: tutti al lavoro per rimettere in piedi i progetti...

Seguro: arriva Gandolfi dalla Brianza Olginatese, confermati Acquaro in Under 15 e Albano in Under 16

Alessandro Gandolfi è il nuovo allenatore dell'Under 14 del Seguro. L’ex Brianza Olginatese, il quale ha ricoperto ruoli di...

Christian Landriani è il tecnico dell’Under 17 del Concordia; fedelissimo alla società, allena dal 2015 e nel mentre ha preso in mano tutte le categorie giovanili, da ormai due stagione siede sulla panchina dei 2004. In passato il tecnico ha giocato a calcio, sempre a livello dilettantistico, giocando nelle giovanili del Corbetta e poi la maggior parte della sua carriera l’ha passata nella società dove allena ora, il Concordia. Ha giocato in prima squadra, che ai tempi oscillava fra la Seconda e la Prima categoria, il tecnico abita a Robecco e per comodità ha scelto i biancazzurri, così come per comodità non si sposta dal Concordia, nonostante abbia ricevuto molte proposte da altre realtà, ma ancora oggi non ha intenzione di lasciare la squadra del suo paese.

Landriani racconta così la sua squadra: «Siamo un grande gruppo, i ragazzi hanno molta voglia di giocare e sono molto disponibili e presenti agli allenamenti. Facendo tre allenamenti a settimana, pensavo che non venissero o che ci ritrovassimo in numero ristretto in campo, invece sono rimasto stupito dall’impegno e dalla volontà di questo gruppo che è sempre presente. Il capitano della rosa è Matteo Di Dio, molti ragazzi quest’anno sono cresciuti come giocatori, questa cosa mi ha impressionato perché secondo me l’anno prossimo alcuni di questi potrebbero esordire addirittura in prima squadra». L’allenatore continua spiegando gli obiettivi del proprio gruppo: «Le aspettative della squadra erano quelle di fare bene in campo, facendo belle prestazioni aldilà del risultato. Anche a livello di classifica non ci siamo imposti degli obiettivi, così come non ce li ha imposti la società; la cosa importante era quella di fare un bel campionato, giocandocela alla pari con tutti e giocando bene. Quello che ci chiede la società è educazione in campo, rispetto per l’avversario e chiaramente l’impegno, di conseguenza se si lavora bene arrivano anche i risultati. Per migliorare bisogna lavorare, i ragazzi come ho detto prima sono molto disponibili in questo. La rosa è molto buona a livello provinciale, stiamo crescendo piano piano, il gruppo ormai è formato, bisogna solo fare quello step per maturare definitivamente».

Il tecnico Landriani conclude presentando il suo staff: «Io non ho un secondo allenatore, non lo avevo neanche l’anno scorso, mi trovo bene ad allenare da solo. Ho due grandi dirigenti, Daniele Bertocco e Giancarlo Podda, ottime persone, sempre presenti e che svolgono molto bene il loro lavoro, oltre che ad essere attenti e precisi nel farlo».

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli