24 Novembre 2020 - 14:17:25

Città di Segrate, pronti per ripartire: tante conferme e il ritorno di Alberto Bianchi

Le più lette

L’Ac Leon pensa in grande: pronta una tribuna con una capienza di 300 persone e spazi poliformativi

L'Ac Leon è una società che investe numerose risorse per i propri ragazzi e per far crescere il club...

Rosta Calcio, dalla scuola calcio al nuovo campo in sintetico: viaggio nella realtà torinese

Dall'approdo al SuperOscar alla realizzazione del campo in manto sintetico. Quella del Rosta Calcio non può essere una storia...

Duomo Chieri: Parato e i suoi 2001 all’assalto della Terza categoria

Giocare al Buozzi per un chierese è un brivido e una responsabilità. Per la struttura che è, per la...

Tra le tante società che in questi mesi si sono rimboccate le maniche per ripartire, anche il Città di Segrate, che riapre per gli allenamenti a partire dal 15 giugno e intanto attende disposizioni dal comune e dalle autorità per ciò che riguarda i camp estivi. Per l’Attività di Base è stato sicuramente uno scossone l’abbandono della società di Gianni Sementilli, storico responsabile della preagonistica legato alla maglia gialloblù da un rapporto quasi trentennale, ma conferme e novità nella conseguente riorganizzazione dell’organigramma rimettono i tasselli a posto in vista della stagione 2020-2021: lo staff tecnico rimarrà per la maggior parte invariato, vista la «già significativa offerta formativa per i nostri ragazzi», e sarà anzi arricchito dall’innesto di «qualche nuova figura qualificata e di esperienza». Tra le novità, invece, il lieto ritorno a Segrate di Alberto Bianchi: se in passato aveva occupato il ruolo di Responsabile Tecnico, questa volta darà il suo contributo nelle vesti di Consulente Organizzativo per la parte sportiva. Bianchi, che negli anni è stato impegnato anche per conto della Federazione, ha già avuto modo di ricoprire questa figura, dimostrando le sue capacità e maturando sempre più esperienza – il Città di Segrate cita in proposito il lavoro da lui svolto per i tornei di Origgio allo Sport Village, e afferma: «Praticamente non dovremo preoccuparci per l’organizzazione di amichevoli e tornei». Infine, una questione calda ma fondamentale per i genitori dei più giovani atleti: le quote di iscrizione. Immaginando le difficoltà economiche derivanti dall’emergenza sanitaria, la società prenderà consistenti provvedimenti tra esenzioni, riduzioni e sconti, anche per ciò che riguarda i kit di abbigliamento.

 

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli