Cristo si è fermato a…Epoli. Lentatese in finale di Coppa

Nello scenario transilvanico di una Robecco sferzata dal vento, la Lentatese supera il Concordia e accede alle finali di Coppa Lombardia

Sampe, a noi due! Michael Mastrapasqua, numero 8 lentatese

Una squadra per rasserenare un calendario (Rovellasca e Inverigo) da frantumare le ossa. Un’altra alla disperata ricerca di un miracolo che, di quell’ultimo filo che li lega alle speranze di regionali in questa Coppa Lombardia Juniores. Le due periferie dell’impero, Lentatese e Concordia, si sfidano per decidere chi andrà in finale. I brianzoli calano dal planisfero settentrionale sulle prode agitate del Naviglio per difendere il 2-1 dell’andata. La meteora robecchese – la presenza dei biancoblù in mezzo a tante capolista è qualcosa di unico già di suo – per ribaltare il 2-1 di Lentate.

Opere d’arte I due gol con cui la banda di Luca Valente si aggiudica l’incontro sono anche lo specchio della gara degli ospiti: nel siluro di Mastrapasqua c’è la tecnica cristallina della squadra, nella ribattuta di Epoli pressoché allo scadere tutto il sudore e la tenacia. Il Concordia non demerita, tutt’altro. La squadra in tenuta gialloblù esce sfiancata, consapevole di aver dato tutto. Umberto Pagani, che si è sbracciato e ha dato la carica per 90’, commenta col filo di voce rimasto: «Peccato, finisce qui. Loro erano più forti. Noi abbiamo dato tutto».

Difese ermetiche I Sevesini partono col piede sull’acceleratore, letteralmente. Foltran sullo scatto brucia i marcatori di almeno cinque metri, ma al momento del tiro si fa ipnotizzare da Garlaschelli. Tosto fa partire un sinistro strozzato di poco. Nel Concordia Pollinzi si muove tra le maglie della difesa e accarezza il palo. Dopodiché al 38’ Mastrapasqua lascia partire un tiro da una distanza inconcepibile che si adagia nel sette. Il grido di esultanza della Lentatese si perde nell’ululio rabbioso del vento. L’unica maniera per aggirare una difesa impenetrabile (martedì semmai erano gli esterni a mostrarsi in ambasce). Nel primo quarto d’ora della ripresa il Concordia si accampa nella metà campo ospite, Pestarino continua a logorare il cuore della difesa ospite come nella prima frazione.

La carta Barbato Gli equilibri cambiano però quando entra Barbato. Neanche il tempo di scaldare i tacchetti, e il numero 17 incorna a botta sicura, ma Garlaschelli salva con l’aiuto della traversa. Sulla respinta l’estremo difensore robecchese è ancora una volta strepitoso. Poi al 43’, col Concordia sbilanciato in attacco, Meroni crossa dalla destra per l’accorrente Epoli e la pratica è chiusa. Non per Pestarino, l’ultimo ad arrendersi, ma La Rosa gli nega il gol con due prodigi. La finale sarà Lentatese-San Pellegrino. Valente, dalla cengia sotto la vetta, guarda il panorama sotto di sé e constata: «Ora che siamo arrivati qui, sarebbe un peccato non arrivare fino in fondo».

 

Concordia (4-4-2) 

Garlaschelli 7 Inizio da incubo: raccoglie con le mani un retropassaggio volontario e poco dopo rinvia quasi sui piedi di Tosto. Poi si riscatta, e con gli interessi. Almeno 5-6 interventi che denotano grandi riflessi.

Colombo 6 Soffre le percussioni di Foltran ma in qualche modo riesce sempre a limitare i danni.

18′ st Sansotera 6 Recupera diversi palloni, ma viene imbavagliato dal centrocampo lentatese.

Catenazzi 7.5 Insuperabile sulla fascia destra, un attimo dopo lo trovi nell’area avversaria. Stop eleganti, coast to coast sono solo alcune trovate del suo vasto repertorio.

Sciannamea 6 Un po’ in affanno a centrocampo. Dopo l’uscita di Colombo viene arretrato in difesa e amministra con ordine.

Marascio 6.5 Classe 2001 che non sfigura affatto contro avversari con cinque primavere in più sulle spalle. Il futuro di via Decio Cabrini.

Parini 6.5 Di testa, di piede, quasi mai una sbavatura. Regge il cardine della difesa.

Pollinzi 6 Cresce nella ripresa, ha energia da vendere, ma i suoi cross vengono costantemente murati.

Rossi Raccagni 5.5 Vaga in affanno nella metà campo. Serata difficile.

Pestarino 7 Spina costante, fa salire la squadra e costringe la difesa lentatese all’errore. È l’ultimo ad arrendersi. Il gol l’avrebbe meritato.

Bonomelli 5.5 Meno vivace del compagno di riparto, si crea poche occasioni.

Rosti 5.5 Per carità: il talento c’è e non si discute. Però i palloni persi e gli appoggi sbagliati sono davvero troppi.

All. Pagani 7 Era già un’impresa essere qui. Non scordiamo che questo Concordia è approdato in semifinale di Coppa Lombardia superando la Baranzatese. Gioca tutte le cartucce che ha. Contro una Lentatese così era arduo per chiunque.

Lentatese (4-3-3) 

La Rosa 7 Esce un paio di volte a valanga ma i fatti gli danno ragione. Nel finale è prodigioso su doppio Pestarino.

Fedrigo 6.5 In difesa se la cava senza grossi patemi. Per non annoiarsi, a tempo perso fa qualche scampagnata in area.

Colombo 6.5 Come Fedrigo, corre poche affanni sulla fascia di competenza, ma se si apre qualche vuoto, fa da salvabuchi.

Rampoldi 6.5 Un mastino, sempre alle caviglie dei centrocampisti gialloblù.

Bellusci 7 Sempre nel vivo della situazione, sempre puntuale negli anticipi. Intrappola gli avversari intorno a sé come mosche nella ragnatela.

Meroni 7 Impeccabile al centro della difesa. Condisce la prestazione con l’assist per Epoli-gol.

Fornaro 6.5 Mobilissimo, non dà mai punti di riferimento agli avversari. L’uscita è accompagnata da uno scroscio di applausi.

31’ st Gulmini 6.5 Entra per fare legna e spezzare il gioco. Esegue il compito.

Mastrapasqua 7.5 Alla Nainggolan. Abbina interdizione e mira sopraffina. La meteora che ha illuminato il cielo di Robecco al 34’ è ancora lì che sfolgora.

Epoli 7 Insidioso per tutta la gara e, quando ne ha l’occasione, lascia il morso.

Foltran 6.5 Scatto da duecentometrista, fa ammattire la difesa robecchese. Mezzo voto in meno per i gol mangiati.

Tosto 6.5 A differenza dell’andata di questa Coppa Lombardia non segna, ma tiene sempre alto il baricentro.

16’ st Barbato 6.5 Quando entra lui, la squadra esce dal cul de sac in cui il Concordia l’aveva ricacciata. Semplice coincidenza?

All. Valente 7.5 Con questi ritmi, con questi giocatori, può andare davvero lontano.

Il tabellino

CONCORDIA-LENTATESE 0-2: 34′ Mastrapasqua (L), 43′ st Epoli (L)

CONCORDIA (4-4-2): Garlaschelli 7, Colombo 6 (18’ st Sansotera 6), Catenazzi 7.5, Sciannamea 6, Marascio 6.5, Parini 7, Pollinzi 6, Rossi Raccagni 5.5, Pestarino 7, Bonomelli 5.5, Rosti 5.5. A disp. Mor, Cogni, Campolongo, Lachina, Granzini All. Pagani 7. Dir. Decio.

LENTATESE (4-3-3): La Rosa 7, Fedrigo 6.5, Colombo 6.5, Rampoldi 6.5, Bellusci 7, Meroni 7, Fornaro 6.5 (31’ st Gulmini 6.5), Mastrapasqua 7.5, Epoli 7, Foltran 6.5 (38’ st Alboretto sv), Tosto 6.5 (16’ st Barbato 6.5). A disp. Ortolan, Peternazzi, Tagliabue, Porro. All. Valente 7.5. Dir. Milano.

ARBITRO: Chimento di Saronno 7. Ammoniti: Garlaschelli (C), Mastrapasqua (L).

Clicca qui per leggere l’approfondimento sul turno di campionato prepasquale. Acquista l’edizione digitale per ascoltare l’intervista a Luca Valente, tecnico dei rossoblù.