Ausonia Under 14
Ausonia Under 14

È stato un rientro indigesto, quello dalle vacanze pasquali, per l’Atletico Alcione che, in una partita di quelle che valgono una stagione, come si usa dire in gergo, è stato sconfitto da una non troppo brillante, ma cinica e fortunata (elemento essenziale nel calcio moderno) Ausonia, con i ragazzi di Di Benedetto che sono riusciti a imporsi per 2-0. La sfida inizia col botto e, dopo appena un minuto, su un rinvio imperfetto di De Chiara, Lasme Gnagne ha la palla del vantaggio, ma la sua conclusione è debole e Barotac blocca senza affanni. Al 4’ minuto, però, ecco il cinismo e la fortuna di cui parlavamo prima: lancio da centrocampo di Sbrogio, Chimenti sbaglia il controllo di petto, ma la sua deviazione coglie in controtempo un non perfetto Nocera e i neroverdi si portano in vantaggio. La partita va via via spegnendosi, con grossi errori tecnici e un po’ di nervosismo di troppo, senza grosse occasioni da ambo i lati se non qualche conclusione potente, di Lasme Gnagne prima e di Zanca poi, che si spegne a lato di poco e una bella punizione di Fratino (il migliore dell’Atletico Alcione) respinta bene da Barotac. Proprio quando il primo tempo è destinato a concludersi sull’1-0, ecco la bella girata di testa di Brogio che mette alle spalle di Nocera la palla del 2-0 su preciso angolo di Sciancalepore, tagliando di fatto le gambe ai ragazzi di Padayachy. Rispetto al primo tempo la ripresa, se possibile, è ancora più noiosa e con ancora più errori tecnici per entrambe le squadre, fatta eccezione per le uniche due grandi palle gol per l’Ausonia tra il 16’ e il 19′; prima, su cross pennellato di Seulean, Chimenti spedisce fuori di testa da due passi, poi Di Maio, entrato dalla panchina, si mette in proprio con un’irresistibile azione sulla fascia sinistra, accentrandosi e calciando forte sul secondo palo, ma Nocera risponde alla grandissima. Senza altre grandi occasioni da rete si conclude anche l’ultimo spareggio per accedere alle finali, con l’Ausonia di Di Benedetto che raggiunge, meritatamente, Assago e Schuster, oltre alle altre vincitrici dei gironi.

ATLETICO ALCIONE      0

AUSONIA                     2

RETI: 4’ Chimenti (Au), 33’ Sbrogio (Au).

ARBITRO: Mattiacci di Milano 6.5 Bravo nell’interrompere frequentemente il gioco quando la partita si incattivisce.

 

4-3-3 Atletico Alcione

All. Padayachy 6 Ci ha provato fino all’ultimo, ma sfortuna e poca cattiveria hanno avuto la meglio.

Nocera 6 Un ottimo intervento nella ripresa, poco reattivo sulle reti subite.

Valeri 6.5 Si fa vedere spesso in proiezione offensiva. (22’ st Mazzolini 6).

Santamato 6 L’Ausonia sfonda spesso dalle sue parti.

Fratino 7 Ovunque, sia in avanti che in ripiegamento difensivo. (31’ st Sotelo sv).

Catalano 6.5 Grande cuore, un solo errore sul primo gol.

Arioli 7 L’ultimo a mollare, perde pochi duelli.

Agrani 6 Si intestardisce troppo spesso.

Prodomi 6 Stretto nella morsa dei mediani neroverdi. (24’ st Pergher 6).

Istoc 6 Gioca bene di sponda, ma davanti alla porta è un fantasma. (3’ st Carotenuto 6).

Ponteggia 6 Un fantasista senza ispirazione, pochi palloni giocabili per lui. (18’ st Castelli 6).

Lasme Gnagne 6.5 Uno dei più pericolosi senza però centrare mai lo specchio della porta.

A disp: Catalano C.

Dirigente: Catalano G.

 

4-1-4-1 Ausonia

All. Di Benedetto 7 Poca freschezza, ma tanta sostanza, ora le finali.

Barotac 6.5 Sempre pronto e reattivo quando chiamato, raramente, in causa.

Cogrossi 6.5 Poca spinta, ma dietro non fa passare nulla. (11’ st Favole 6.5).

Sbrogio 7 Prende bene il tempo e in tuffo realizza il gol che chiude i giochi.

Vozzo 6 Buone geometrie, spesso fuori posizione però. (1’ st Riggio 6).

Di Raco 7.5 Un gigante, vince ogni duello, sia in terra che in cielo.

Schiesaro 7 Buonissima partita, come testimoniano le poche chance concesse agli avversari.

Seulean 7 Primo tempo timido, esce alla grandissima nella ripresa giocando da terzino.

Sciancalepore 7 Suo ogni calcio piazzato, seguito da una preghiera avversaria. (18’ st Bazano 6).

Chimenti 7 Un toro, non bellissimo da vedere, ma fa reparto da solo. (18’ st Spiniella S. 6).

Zanca 7 Il ragazzo ha qualità, ma anche la grinta giusta per lottare in mezzo al campo.

De Chiara 6.5 Buona partita di sacrificio e coraggio. (11’ st Di Maio 6.5).

A disp: Meskaoui.

Dirigente: Spiniella G.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI PADAYACHY

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI DI BENEDETTO

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LE FOTO DELLE DUE SQUADRE


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.