28 Settembre 2020 - 18:22:03
sprint-logo

Bresso – La Spezia Under 14: Avella apre le danze e Scalera illude, cinquina bressese

Le più lette

Alicese Orizzonti – Ivrea Banchette Under 19: Antoniono riacciuffa l’Alicese

Un 1-1 non bugiardo tra Alicese Orizzonti e Ivrea Banchette, che fanno qualche bella azione ma per lo più...

CBS – Cit Turin Under 19: Torrero apre le danze

Buona la prima per i rossoneri di Miles Renzi che grazie a Carlo Alberto Torrero mettono subito sui binari...

AlbinoGandino-Vobarno Under 19: Bettinaglio-Gualdi-Incarbone, Football Is Back

Uno spot di Fox Sports dedicato alla nuova stagione di football americano recita 3 semplici parole: Football Is Back....

Il Bresso ha inaugurato la seconda parte di stagione con un sonoro 5-1 sul La Spezia, grazie ad una prova corale e compatta. Riparte il campionato dopo la sosta invernale ed ecco un incontro sulla carta equilibrato e molto avvincente. Bresso e La Spezia sono tornate in campo dopo una parte invernale positiva per entrambe, per ambire ad un posto nella fase finale di questa primavera. Il tecnico del Bresso Amodio ha schierato sul pesante campo del Comunale un 4-4-2 volto al controllo delle zolle centrali del campo. Viceversa Santoro ha provato l’effetto sorpresa con un insidioso 4-3-3. Si è partiti con qualche problema di carattere cromatico, in quanto le maglie di entrambe le squadre sembravano praticamente identiche, creando non più di un dubbio soprattutto agli spettatori più attempati. Il primo agguanto alla porta del La Spezia lo porta Avella, con una girata insidiosa di testa. I primi 5’ di gioco sono del Bresso, che preme l’area ospite, con Zheng ancora pericoloso in area: la sua conclusione però è risultata troppo centrale. Si è ripresentato al rito nuovamente Avella poco dopo, a seguito uno scambio veloce con Chitoran, tuttavia anche stavolta senza esito. Il vantaggio del Besso è giunto poco dopo, al 6’, sempre per mano di Avella, lasciato libero di involarsi a rete senza pressione alcuna. Momento di particolare difficoltà per il La Spezia, incapace di frenare la pressione del Bresso con manovre di alleggerimento. Al 10’, però, il pareggio firmato da Scalera, servito splendidamente da Fittipaldi, bravo nel resistere alla carica di Bonometti e ad allargare sul compagno largo sula sinistra. Per Scalera è un gioco da ragazzi superare il portiere con un tiro a spiovere. Pareggio meritato per il cinismo mostrato dagli 11 di Angelo Santoro. La parità dura tuttavia il tempo di un amen, perché al 13’ Vergato, risolvendo splendidamente una mischia, ha ripristinato il vantaggio locale (2-1). Il Bresso, grazie alla mediana composta da Soriente, Zheng, Chitoran e Lazzari, ha potuto contare su un discreto vantaggio territoriale, spezzato solo dalle veloci ripartenze del La Spezia. Non per nulla Bonometti e Rapilli hanno avuto filo costantemente filo da torcere visti i repentini guizzi di Fittipaldi. La partita è proseguita sugli stessi ritmi dell’avvio, con il Bresso intento nella gestione della palla e il La Spezia in agguato con i suoi giocatori offensivi. Verso la mezz’ora, complice l’allungamento delle 2 formazioni, si è assistito ad una fase di particolare confusione, con tanti duelli preferiti alla manovra. Nel frattempo, Zheng impegnava di tanto in tanto Airoldi con buone conclusioni dalla distanza. Interessante anche il duello sulla fascia fra Iotti e Lazzari, con tanti contrasti molto ruvidi. Si riparte senza rivoluzioni, con dentro solo il veloce Damini tra le fila del Bresso. Scelte parsimoniose da parte dei 2 tecnici, forse dettate dalle corte panchine di entrambi le formazioni. La prima occasione della ripresa ha visto ancora come protagonisti i giocatori locali, con Avella murato in angolo da un ottimo Airoldi. Damini, tra i più reattivi della ripresa, è stato abile nel creare scompiglio sulla destra. Al 10’ l’espulsione di Franzoso ha lasciato il La Spezia in 10. Nonostante l’inferiorità il La Spezia non ha mollato, proiettandosi offensivamente con Fittipaldi e Tranca in diverse occasioni. Al 12’ della ripresa è arrivato pure il rigore per il Bresso, a causa di una trattenuta che nessuno in tribuna ha visto: dagli 11 metri Dell’Anna è stato freddissimo a siglare il 3-1. Il 4-1 è maturato con Chitoran, magico nel mettere sotto la traversa una punizione dal limite dell’area. In chiusura spazio anche per Damini, bravo ad entrare nel gabellino marcatori calando la manita definitiva sugli avversari.

IL TABELLINO DI BRESSO – LA SPEZIA UNDER 14

RETI (1-0, 1-1, 5-1): 6’ pt Avella (B), 10’ pt Scalera (L), 13’ pt Vergato (B), 13’ st rig. Dell’Anna (B), 19’ st Chitoran (B), 31’ st Damini (B).
BRESSO (4-4-2): Cereghini 7, Errico 7 (1’ st Damini 7.5), Fenizia 7.5, Bonometti 7, Zheng 7.5, Rapillo 7, Chitoran 7, Lazzari 7, Vergato 7.5 (18’ st Armetta sv), Soriente 7 (15’ st Moussaid sv), Avella 8 (6’ st Dell’Anna 7). All. Amodio 7.5.
LA SPEZIA (4-3-3): Airoldi 7 (26’ st Rugginenti sv), Cesareo 7, Granda 7, Franzoso 5.5, Arte 6, Masera 6, Scalera 7.5, Cedero 7, Fittipaldi 7, Iotti 6, De Renzis 6 (6’ st Tranca 7). A disp. Mazzucchi. All. Santoro 6.5.
ARBITRO: De Santis di Cinisello Balsamo 6 Un po’ in affanno nelle chiamate degli offside, forse confuso dalle maglie identiche delle 2 squadre. Giusto il rosso.

Bresso - La Spezia Under 14 - Scalera
Vito Luigi Scalera, marcatore e migliore in campo del La Spezia

LE PAGELLE DI BRESSO – LA SPEZIA UNDER 14

PAGELLE BRESSO
All. Loris Amodio 7.5 La squadra spadroneggia sul campo con una buona intensità nel mezzo.
Cereghini 7 Un tempo da spettatore, sull’unica fiammata è sorpreso. Buone le uscite di piede.
Errico 7 Anche se solo per un tempo, gara positiva (1’ st Damini 7.5 Entra e segna, opportunista).
Fenizia 7.5 Grande chiusura nel finale a suggellare una prova impressionante.
Bonometti 7 Qualche titubanza nel primo tempo nella marcatura, poi cresce moltissimo.
Zheng 7.5 Ottimo movimento nel mezzo, è il metronomo della squadra. Resiste alle cariche avversarie.
Rapillo 7 Guida la difesa senza prendersi particolari rischi, efficace nella lettura delle situazioni.
Chitoran 7 Punizione magistrale degna del miglio Andrea Pirlo. Grande prestazione.
Lazzari 7 Polmoni pieni d’aria, una grande prestazione di quantità e qualità nel mezzo.
Vergato 7.5 Tra i migliori: in area rapace e poi passaggi efficaci e grande visione di gioco (18’ st Armetta sv).
Soriente 7 Poco più di un tempo basta e avanza per mettersi in luce (15’ st Moussaid sv).
Avella 8 Sempre letale negli ultimi 16 metri, man of the match (6’ st Dell’Anna 7 Freddissimo dal dischetto, specialista).

Bresso - La Spezia Under 14 - Bresso
Il Bresso prima del match vinto contro il La Spezia

PAGELLE LA SPEZIA
All. Angelo Santoro 6.5 Squadra poco convinta, un pò disordinata e fragile dietro.
Airoldi 7 Bersagliato per un tempo dagli avversari, si difende strenuamente evitando la debacle. Ottima gara (26’ st Rugginenti sv).
Cesareo 7 Recupera tante palle a centrocampo, però non è aiutato dai compagni nell’impostazione.
Granda 7 Anche se scavalcato, torna a coprire le falle sulla sinistra. Prova meritevole.
Franzoso 5.5 Grande apporto fisico ma l’espulsione pregiudica una buona prova.
Arte 6 Insieme al compagno di reparto ha qualche affanno nella gestione degli attaccanti avversari.
Masera 6 Qualche svista dietro, deve rivedere alcuni meccanismi difensivi.
Scalena 7.5 L’unico acuto della squadra è il suo, concentrato.
Cedero 7 E’ l’ultimo ad arrendersi, getta il cuore oltre l’ostacolo contrastando bene nel mezzo.
Fittipaldi 7 Sempre pericoloso, offre sponde e movimenti utili all’inserimento dei compagni.
Iotti 6 Marcato bene, non riesce mai ad andare sul fondo con pericolosità.
De Renzis 6 Prova generosa, ma si smarrisce nel traffico del centrocampo (6’ st Tranca 7 si propone spesso ma a volte può dare di più).

Bresso - La Spezia Under 14 - La Spezia
Il La Spezia al completo prima del fischio iniziale del match

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli