22 Giugno 2021

Cimiano Under 14: Robert Speziale, una sicurezza tra i pali biancorossi

Le più lette

Novara-Alessandria Under 17 Serie C: Barisone su rigore risponde a Bonacina, pari e patta a Novarello

Finisce col segno X la stagione di Novara e Alessandria nel campionato Under 17 di Serie C. Un girone...

Città di Varese – HLS Derthona Serie D: i Leoni passano all’Ossola, nel finale il rigore di Zerbo vale i 3 punti

L'ultimissimo atto del girone A di Serie D vede affrontarsi Città di Varese e HLS Derthona, una sfida tra...

Giorgio Merlano: 100 presenze e salvezza miracolosa col Fossano

100 presenze in maglia blues festeggiate con un miracolo, con le lacrime, con l'orgoglio. Capitan Giorgio Merlano non appare...

Il protagonista del nostro appuntamento odierno alla scoperta dei portieri più interessanti del panorama calcistico milanese è Robert Speziale, numero uno del Cimiano Under 14.

La seppur breve carriera del giovanissimo calciatore è animata fin da subito da squadre blasonate: «Ho iniziato a giocare a 6 anni come attaccante, anche se guardavo con ammirazione al ruolo di portiere. Tre anni dopo avevo preso la decisione di giocare coi guantoni, ma il tecnico non mi vedeva in quel ruolo. La svolta è avvenuta quando mi hanno preso a giocare tra le fila della Pro Sesto nel ruolo di portiere. Dopo tre stagioni a Sesto San Giovanni, a 12 anni sono arrivato a Cimiano dopo aver superato il provino ed è il secondo anno che faccio parte di questa squadra». L’ambiente della società di Via Don Calabria è molto stimolante e il giovane portiere lo ha percepito subito: «Al Cimiano mi sono sentito subito a mio agio, immediatamente la società ha creduto in me. Ho stretto un ottimo rapporto con i compagni e con i tecnici. Penso di essere cresciuto moltissimo in questi due anni. Per un giovane come me, giocare in questa società è molto stimolante, si ha la possibilità di vivere il grande calcio come, per esempio, il Torneo Memorial Zagatti, a cui hanno partecipato molte squadre professionistiche e dove sono stato premiato come Miglior Portiere».

Per capire che tipo di portiere sia, riportiamo l’autoritratto che il giovane dà di sé: «Sono molto istintivo tra i pali e mi sento molto sicuro nel posizionamento. Mi piace giocare alto e usare i piedi per dare una mano ai miei compagni del reparto arretrato. Sono consapevole che bisogna sempre puntare a migliorarsi e sto lavorando molto sulle uscite e sul chiamare la palla, due aspetti dove so che posso fare di più. Mi ispiro a Donnarumma, il portiere della mia squadra del cuore, e cerco di imparare il più possibile dai suoi movimenti e dalla sua tecnica». Le parole del tecnico Andrea Nicoli arricchiscono il quadro: «Anche se quest’anno ha potuto dimostrare poco sul campo a causa dello stop, Robert ha ampi margini di miglioramento. Tra i pali è una sicurezza: legge bene le situazioni e le traiettorie. Ci mette un impegno davvero fuori dal comune e si vede che vuole arrivare lontano. Oltre alle capacità tecniche, è dotato di tanta personalità e carattere, caratteristiche che tra i pali fanno la differenza. Robert ha tutte le carte in regola per stupire».

Un portiere di prospettiva con ambizioni all’altezza, come emerge dalle parole di Speziale: «Io punto in alto e spero di arrivare al professionismo. A breve farò un provino col Piacenza e darò il massimo per essere preso; sarebbe l’esperienza nel grande calcio che tutti sognano. Anche se dovessi rimanere qui a Cimiano non mi mancherebbero gli stimoli: l’anno prossimo giocheremo il campionato Élite, in cui si affrontano grandi squadre e dove bisogna giocare un ottimo calcio. Sono pronto e determinato a dare il massimo».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli