Cinisello Ausonia under 14
La fiammata dell'Ausonia ha portato la vittoria per 2-0.

Una partita a due facce, quella che ha visto l’Ausonia Academy trionfare per 0-2 sul campo del Cinisello. I ragazzi di mister Dorigo sono usciti vincitori da un incontro in cui fino al 15’ st hanno subito il gioco dei padroni di casa, oltremodo sfortunati. L’allenatore dell’Ausonia è il vero artefice del successo: i cambi azzeccati nella ripresa hanno trasformato una partita problematica a dir poco in una vittoria tutto sommato meritata. L’Ausonia ha giocato in apnea per tutto il primo tempo. Fatti salvi i primissimi minuti, il gioco è un monologo dei padroni di casa, che, nonostante gli sforzi non riescono a metterla dentro. La spinta d’attacco del Cinisello si fa subito opprimente: angolo già all’8’ e un rigore al 9’ per un fallo di mano in area. Parato. Zucaro si fa ipnotizzare da Marascio che riesce addirittura a bloccare il pallone. E’ la metafora del resto della prima frazione: Cinisello inconcludente e gli avversari un po’ in bambola. Il Cinisello prende sempre più campo, mentre il reparto mediano degli ospiti è in evidente difficoltà sia nella fase di costruzione che nella fase di copertura. Molto spesso la retroguardia dell’Ausonia si trova a dovere fermare le scorribande di Zucaro, Fiore e Ori, che liberi di scorrazzare, danno enorme filo da torcere ai difensori. E’ in questa fase che si segnala l’ottima prova di Marascio, costretto più volte a difficili interventi per tenere la squadra in partita. Il giovane portiere riesce a bloccare in sicurezza un tiro da fermo di Giacobbe al 15’ e subisce eroicamente una carica da parte di un Vescera (poi ammonito) nel tentativo di stopparne l’avanzata solitaria verso la porta. Al 19’ è invece Dadda a subire il giallo per un disperato intervento da dietro ai danni di Ori. Quest’ultimo servirà poi un bell’assist a Fiore su punizione. Il tentativo del centravanti cinisellesi chiamerà di nuovo all’intervento del solito Marascio. La porta sembra stregata per i ragazzi di Meneghin: dopo una sassata dal limite di De Benedectiis finita a un centimetro dalla traversa, il brivido è su calcio di punizione al 28’. De la Vega cuce un’ottima palla sulla testa di Fiore, che fa la barba al palo. Il secondo tempo si apre con numerosi interventi tattici. Da segnalare l’entrata di un Porri oltremodo (1’ st) decisivo e di Menocci (16′ st) che ha dato più equilibrio al reparto centrale dell’Ausonia. Il primo quarto d’ora è però la conseguenza logica del primo. Al 6’ uno sfortunatissimo Mauri stampa di testa sul palo un pallone d’oro servitogli da Ori su calcio d’angolo. E’ al 16’ che le scelte tattiche di mister Dorigo iniziano a dare i loro frutti. Finalmente un’azione ben costruita mette pressione alla retoguardia cinisellese (fino a questo momento superba): un rinvio scomposto di Verrecchia non è sfruttato da Spuza. Immediatamente dopo è Dadda a sprecare con la porta avversaria sguarnita. Questi due minuti per l’Ausonia sono la vera e propria miccia della partita. La vera fiammata dell’Ausonia si accende al 18’ con un’azione deliziosa parte dai piedi di Menocci, che smista per Niccolò Pugliese. Il numero 17, pressato, dipinge una palla per Porri che, dopo una sgroppata sulla sinistra si trova solo davanti al portiere. Appoggia in rete con un piatto preciso. E’ gol. Il Cinisello accusa il colpo: al 20’ Ori traccia un filtrante insidiosissimo area che serve De la Vega a due passi dalla linea di porta. La traiettoria impressa dal capitano del Cinisello è verticale: clamorosamente alto e fuori bersaglio.  La formazione rosso-blu è scomparsa dal campo. La situazione si è ribaltata, l’Ausonia divampa come un incendio. Infatti, il raddoppio degli ospiti non si fa attendere. Al 27’ è sempre Pugliese N. che, lasciato colpevolmente libero di tirare, concretizza un calcio d’angolo: mezza girata e una traiettoria col contagiri diretta all’incrocio dei pali. Le partite si vincono e si perdono a centrocampo: Dorigo ce ne ha dato conferma.

Cinisello Ausonia under 14
I padroni di casa del Cinisello.

CINISELLO – AUSONIA ACADEMY (0-2)  
RETI (0-2): 18’ st Porri (A), 27’ st Pugliese N.(A).
CINISELLO (3-1-4-2): Verrecchia 6, Vescera 6.5 (13’ st Cultraro 6), Sacchetto 6.5 (13’ st Pugliese G. 6), Mauri 6, De Benedictis 6, De la Vega 6.5 (28’ st Todisco), Zucaro 6.5 (11’ st Brienza 6), Giacobbe 6, Fiore 6.5 (31 st Cultraro 6), Ori 6.5 (26’ st Fortuna), Atzeni 6 (16’ st Catena 6). A disp.: Chiatto, Lagadari. All. Meneghin 6.
AUSONIA (3-5-2): Marascio 8, Pirozzi 7, Popescu 7, Ferrari 6 (1’ st Porri 8), Salazar 7, De Fabritiis 6 (22’ st Ariotti 6), Molinaro 6 (31’ st Matera 6), Pugliese N. 8, Spuza 6, Dadda 6.5 (16’ st Menocci 7), Bono 6.5 (1’ st Reginato 6). A disp.: Natale. All. Dorigo 7.
AMMONITI: Vescera (C), Dadda (A), Pirozzi (A).
ARBITRO: Etzi di Milano 6.5, amministra una partita equilibrata.

Cinisello Ausonia under 14
Niccolò Pugliese: un assist e un gol. Il migliore in campo.

 

CINISELLO

All. Meneghin 6 La squadra è disposta bene all’inizio, ma non riesce ad adattarla al cambio degli avversari.

Verrecchia 6 Scelto all’ultimo minuto, si fa trovare pronto a qualche sbavatura difensiva.

Vescera 6.5 L’ammonizione ci sta, ma copre bene e il suo gioco è efficace sulla sinistra (13’ st Cultraro 6).

Sacchetto 6 Esegue bene il suo compito sulla fascia (13’ st Pugliese G. 6).

Mauri 6.5 Se nel primo tempo la difesa dorme sonni tranquilli, lo si deve a lui. Sfortunato con il palo.

De Benedictis 6.5 Superbo nel primo tempo, nel secondo crolla coi compagni

De la Vega 6.5 Come il collega De Benedictis, ma quell’occasione grida vendetta (28’ st Todisco sv).

Zucaro 6 Corre ed è sempre al posto giusto senza palla. Sbaglia il rigore che avrebbe reso la partita, forse, diversa (11’ st Brienza 6).

Giacobbe 6 Esegue diligentemente i compiti di centrocampo fino a che la partita cambia completamente.

Fiore 6.5 Spreca un po’, ma si rende spesso pericoloso (31 st Cultraro 6).

Ori 6.5 Buone proposte per i compagni, soprattutto sui calci da fermo (26’ st Fortuna).

Atzeni 6 buone idee per gli attaccanti dal suo lato, ma non sono concretizzate (16’ st Catena 6).

AUSONIA ACADEMY

All. Dorigo 7 La maestria nel cambiare il centrocampo e vincere la partita.

Marascio 8 Tiene a galla la squadra nel primo tempo, para il rigore e sta tranquillo nel secondo. Grande prestazione.

Pirozzi 7 Bravo a limitare i danni nel primo tempo, riesce a essere più dinamico nel secondo.

Popescu 7 Costretto agli straordinari a inizio gara. Si guadagna la pagnotta.

Ferrari 6 Un po’ in affanno, come tutto il reparto nella prima frazione di gara.

Salazar 7 Chiude sicuro e mette una pezza dove serve. Pronto anche nel secondo tempo.

De Fabritiis 6 Soffre un po’, ma meglio nel secondo tempo (22’ st Ariotti 6).

Molinaro 6 Come i colleghi di reparto cresce con l’andare della partita (31’ st Matera 6).

Pugliese N. 8 l’assist-gol al bacio e il pallonetto del raddoppio lo incoronano migliore in campo.

Spuza 6 Un po’ timido all’inizio, ma riesce a venire fuori nel lungo.

Dadda 6.5 Più incisivo nel secondo tempo, ma viene sostituito (16’ st Menocci 7).

Bono 6.5 Propone buone cose e cerca la profondità sulla destra (1’ st Reginato 6).

1′ st Porri 8 Non è migliore in campo solo perché non ha un assist-gol. Ma i suoi servizi sono ottimi, sgroppa su tutta la fascia e segna il primo gol. Ottimo.

Menocci 7 Dà qualità al centrocampo. Si vede la differenza.

 

Le parole di mister Dorigo (Ausonia Academy)

Il commento di mister Meneghin (Cinisello)

 

Visita la nostra edicola digitale: https://edicoladigitale.sprintesport.it/sprintesport/newsstand