Di Raco, capitano Ausonia Under 14
Di Raco, capitano Ausonia Under 14

Che il calcio fosse uno sport crudele lo si sapeva, se ne hanno continue dimostrazioni ogni weekend, dai campi di provincia alla Serie A; ecco, quindi, che a volte vincere 3-1 non basta e le lacrime dei vincitori nel post-partita non siano di gioia, bensì di delusione, con la consapevolezza di aver dato tutto, ma che, a quanto pare, non sia bastato. È quanto successo al Seguro di Bozzi che, dopo aver perso il match d’andata per 2-0, ha battuto l’Ausonia per 3-1, ma per via della solita e crudele regola dei gol in trasferta, ha dovuto abbandonare il sogno di andarsi a giocare la finalissima per essere decretata miglior squadra di Giovanissimi Under 14 di Milano. Ad andare avanti è appunto l’Ausonia che non sarà bellissima da vedere, ma ha solidità e grinta da vendere, avendo nel proprio capitano la miglior rappresentazione dello spirito neroverde. Sono proprio i ragazzi di Di Benedetto a partire meglio, ma dopo 9 minuti scatta l’operazione rimonta del Seguro con Sangalli che va via a De Chiara, crossa al centro dell’area piccola dove Menfalout, passato nel frattempo davanti a Balzano e Schiesaro, deposita in rete. Inizia così a crederci tutto l’ambiente dei padroni di casa, dai giocatori al pubblico sugli spalti, nonostante la rimonta contro una squadra come l’Ausonia appaia come un qualcosa di eroico; la gioia, infatti, dura appena 2 minuti: Di Raco batte una punizione dalla propria metà campo, il pallone cade davanti a Broglia che calcola malissimo il rimbalzo e finisce per essere scavalcato, subendo il gol che risulterà essere decisivo. La ripresa comincia subito coi fuochi d’artificio e, dopo 5 minuti, Tremolada segna di testa anche grazie a un’incertezza di Barotac in uscita. I padroni di casa iniziano ad assaltare la metà campo dell’Ausonia e, al 18’, trovano il gol che riapre del tutto il discorso qualificazione grazie al rigore perfetto di Bianchini, conquistato poco prima da Molteni. Nei restanti 17 minuti di gioco che restano l’Ausonia si arrocca a protezione del risultato e diventa una fortezza inespugnabile, portandosi a casa la qualificazione alla finalissima.

Seguro 3
Ausonia 1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 9′ Menfalout (S), 11′ Di Raco Mattia (A), 5′ st Tremolada (S), 18′ st rig. Bianchini (S).
SEGURO (3-4-1-2): Broglia 5.5, Bestazza 6, Pienti Binda 6.5, Bianchini 7, Dossena 6, Giuliani 6.5, Sangalli 7, Molteni 7, Menfalout 7.5, Tremolada 7.5, Gualberto 6. A disp. Volkan Suer, Ligreci, Cicale, Arbitrio, Fusetti, Albanesi. All. Bozzi 7.5. Dir. Vaccariello.
AUSONIA (4-4-1-1): Barotac 6, Balzano 7, De Chiara 6 (19′ st Cogrossi 6), Sbrogiò 6.5, Di Raco Mattia 7.5, Schiesaro 6, Zanca 6, Vozzo 6, Seulean 6, Favole 6 (13′ st Braiotta 6), Sciancalepore 6 (30′ st Riggio sv). A disp. Meskaoui, Spiniella, Turetti. All. Di Benedetto 6.5. Dir. Spiniella.
ARBITRO: Santarsiero di Busto Arsizio 6.5.
AMMONITI: nessuno.
ESPULSI: nessuno.

3-4-1-2 Seguro
Broglia 5.5 Il suo errore di valutazione risulta decisivo, ma è giovane e ha tutte le qualità per rifarsi.
Bestazza 6 Sufficiente, ma serve più cattiveria.
Binda 6.5 Punta mobile, rapido nell’uno vs uno.
Bianchini 7 Perfetto dal dischetto, lucido in regia.
Dossena 6 Ha carattere, pecca fisicamente e in marcatura, ma non soffre tantissimo.
Giuliani 6.5 Guida la linea difensiva e non solo, carisma degno di un buon capitano.
Sangalli 7 Nell’assist del primo gol c’è tutto: caparbietà, voglia di vincere e velocità.
Molteni 7 Vicinissimo al gol a inizio ripresa, poi conquista il rigore che dà speranza.
Menfalout 7.5 Segna e dà tantissimo alla squadra. Cala fisicamente nel forcing finale.
Tremolada 7.5 Gol d’astuzia, il resto è tecnica e lavoro sporco utilissimo alla squadra.
Gualberto 6 È il meno appariscente dei giocatori offensivi, si limita alla sufficienza.
All. Bozzi 7.5 I suoi ragazzi hanno dato tutto vincendo con merito contro un grande avversario, peccato per la brutta partita d’andata. Il futuro non può che essere roseo.

4-4-1-1 Ausonia
Barotac 6 Brutto errore sul gol del 2-1 di Tremolada, si riscatta con gli interventi nel primo tempo.
Balzano 7 Con il piedone evita un gol già fatto.
De Chiara 6 Il fisico non lo aiuta, ma lotta sempre.
Sbrogiò 6.5 In gol all’andata, vicino alla rete anche al ritorno. Qualche volta, però, va in difficoltà con Binda e, soprattutto, Sangalli.
Di Raco 7.5 Anima dei suoi. Gol fortunoso e perfetto in ogni lettura difensiva. Mvp.
Schiesaro 6 Superato spesso dalle rapide punte avversarie, ma ci mette una pezza.
Zanca 6 Poco aiutato dai compagni. Ha tecnica, ma ci vorrebbe più di personalità.
Vozzo 6 Avulso dal gioco per larghi tratti, fatica a tenere il passo dei mediani di Bozzi.
Seulean 6 Aveva sbloccato il match di andata, polveri bagnate nella gara di ritorno.
Favole 6 Non cambia passo e non dà fantasia tra le linee, utile però in fase difensiva.
Sciancalepore 6 Non è il solito gran dispensatore di palloni ammirato fino ad ora.
All. Di Benedetto 6.5 Brutta partita, ma ciò che conta è la conquista della finale.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI BOZZI

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI DI BENEDETTO

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LE FOTO DELLE DUE SQUADRE


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.