7 Agosto 2020 - 21:11:09

Assago Under 15, colpaccio di Dargenio: per la panchina dei 2006 arriva Franco La Rocca

Le più lette

#Calciocultura, ecco il secondo episodio della rubrica sul lato culturale del calcio!

Eccoci al secondo appuntamento con l'esplorazione dei media riguardanti il calcio! Nella scorsa puntata abbiamo preso in analisi alcuni...

Brebbia Terza Categoria, prima sgambata in attesa della presentazione. Arbore punta in alto

In attesa della presentazione ufficiale prevista per i prossimi giorni, questa mattina a Brebbia si è svolta la prima...

Telenovela Aloia, la spunta il Fossano

Come anticipato stamattina, il Fossano non ha mollato l'osso Aloia neanche dopo la notizia dell'allenamento tenuto in casa del...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia
Franco La Rocca è il nuovo allenatore dell’Under 15 dell’Assago. Colpo pazzesco quello messo a segno da Michele Dargenio e dal club gialloblù, che continua così nella programmazione della prossima stagione. Ecco il comunicato della società: «Prende ormai forma il settore agonistico gialloblù, che stasera ha acceso i riflettori sull’Under 15 con la presentazione del nuovo mister in sostituzione della coppia Bottara – Colabella. A sedere sulla panchina dell’under 15 sarà un’allenatore con una smisurata esperienza nel settore giovanile: mister Franco La Rocca, a lungo inseguito dal nostro direttore sportivo Michele Dargenio raggiunge Assago dopo aver legato il suo nome al Trezzano in cui ha allenato per tanti anni nei campionati regionali; negli ultimi anni l’esperienza al Mazzo di Rho sia come allenatore che come D.S.». Un colpo messo a segno dopo anni di tentativi, come racconta lo stesso Michele Dargenio: «Inseguo Franco da 3 anni e finalmente sono riuscito a portarlo ad Assago, ho lavorato con lui già in altre esperienze: lo ritengo un lusso per la categoria». Morale alle stesse per Franco La Rocca, ecco le sue prime parole riportate dall’ufficio stampa dell’Assago: «Sono venuto non volentieri, ma di più. Conosco Dargenio che professionalmente è un rullo compressore, vive di calcio 24 ore al giorno e in questo siamo simili. Conosco già la squadra, che in un’amichevole ci ha dato una bella rigirata; abbiamo già una buona base e cercheremo quei 3 o 4 tasselli per completarci ed essere competitivi in tutti i reparti. Sono contento anche perché lavorerò affiancato da Massimo Sala che mi farà da vice dopo che in passato l’ho avuto come capitano di una mia squadra».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli