Vince l’Orione in casa del Real Crescenzago e si porta a distanza di quattro lunghezze proprio sulla squadra di Agnesi, rimanendo in corsa per le prime posizioni del girone. La partita inizia subito con la squadra ospite in attacco: con pochi passaggi e con manovre di gioco fluide i giocatori riescono ad arrivare velocemente nell’area avversaria e a creare molte occasioni pericolose. Però, come ribadisce anche l’allenatore Castiglioni a fine partita, la squadra pecca in termini di realizzazione: sono tante le occasioni create, ma poche le reti segnate. I tre attaccanti, Di Carlo, Bassino e Mascetti, giocano quasi a memoria e i due terzini accompagnano le azioni, regalando ai tre davanti molti cross al bacio, non sfruttati al meglio. Il primo dei tre goal segnati, però, non arriva su azione, ma da un calcio piazzato: Bassino si incarica della battuta, forte e centrale, dove il portiere avversario non riesce ad arrivare. Dopo pochi minuti arriva anche il secondo: Di Carlo si inventa un goal fantastico, girandosi da fermo e centrando la porta. Il Real Crescenzago prova a reagire, portandosi nella metà campo avversaria con una intuizione di Gagliano Buzzone che da centrocampo pesca Rizzi solo in area davanti al portiere avversario. Tuttavia il guardalinee alza la bandierina, vanificando di fatto l’azione creata dal centrocampista della squadra di casa. Sempre l’attaccante in maglia biancorossa va vicino al goal calciando una punizione al limite dell’area: il pallone però non si abbassa come il numero dieci avrebbe voluto e termina di poco sopra la traversa. Con questa punizione termina un primo tempo piacevole e vivace. Nella ripresa l’Orione concede più campo ai giocatori del Real Crescenzago, che riescono quindi ad arrivare in area più spesso di quanto non abbiano fatto nel primo tempo, impegnando il portiere in maglia bianca. Nelle incursioni dei biancorossi c’è sempre il piede di Rizzi, senza dubbio il migliore dei suoi. È ancora vicino alla rete l’attaccante, trovatosi da solo davanti all’estremo difensore dell’Orione, tira a botta sicura, ma un intervento provvidenziale di Carr gli impedisce di esultare. Ora il gioco si sposta di nuovo nella metà campo opposta: Di Carlo cerca di replicare il goal segnato nel primo tempo, controllando la palla al volo e girandosi, ma questa volta Gusmeri è attento e reattivo e gli nega la doppietta. L’ultimo goal della squadra di Castiglioni porta la firma di Corno, che, dimenticato in area dai ragazzi di Agnesi, la piazza nell’angolino, alle spalle di un incolpevole Gusmeri. Arrivati quasi al termine della partita sotto di tre goal, il Real Crescenzago non ha più nulla da perdere e quindi attacca a pieno organico. Messi sotto pressione, i giocatori della squadra in maglia bianca commettono un fallo da rigore, perfettamente realizzato dal solito Rizzi, che spiazza il portiere. La partita si chiude con uno splendido salvataggio di Danciu, rimasto ultimo giocatore, anche dopo il portiere.

TABELLINO REAL CRESCENZAGO ORIONE
RETI (0-3; 1-3): 17’ Bassino (O), 20’ Di Carlo (O), 26’ st Corno (O), 33’ st rig. Rizzi (R).
REAL CRESCENZAGO: Gusmeri 7, Arleo 6.5, Mari 6.5 (28’ st Nazionale 6.5), Soresinetti 6.5 (33’ st Gherardini 6.5), Sartelli 6.5, Belotti 6.5, Zio 6.5 (20’ st Fusco 6.5), Gagliano Buzzone 7, Salamone 6.5 (1’ st Danciu 7), Rizzi 7, Melchiorre 6.5 (30’ st Lezzi 6.5). All. Agnesi 7.
ORIONE: Gheorghita 6.5, Bestazza 6.5 (30’ st Sovran 6.5), Carr 7, Cohen Sedgh 6.5, Castiglioni 6.5, De Fanis 6.5 (14’ st Trianni 6.5), Posarelli 7, Brunial 6.5 (25’ st Pescetto 6.5), Di Carlo 7, Bassino 7 (20’ st Corno 7), Mascetti 7 (28’ st Diallo 6.5). All. Castiglioni 7.
ARBITRO: Baccia di Milano 6.5 Gestisce bene la gara.

PAGELLE REAL CRESCENZAGO
All. Agnesi 7 La sua squadra non molla fino alla fine.
Gusmeri 7 Nonostante i goal subiti, fa delle parate importanti durante il corso della partita.
Arleo 6.5 In crescita nel secondo tempo, quando si propone in attacco sulla fascia, riuscendo anche a tirare in porta più volte.
Mari 6.5 Anche lui non brilla. (28’ st Nazionale 6.5).
Soresinetti 6.5 Cerca di mettere ordine nelle fasi di gioco della sua squadra. (33’ st Gherardini 6.5).
Sartelli 6.5 Si vede anche in attacco, partecipando alle incursioni della sua squadra.
Belotti 6.5 Perde le marcature nelle azioni dei goal.
Zio 6.5 Cerca di fare la differenza, ma anche lui è inconcludente, anche perché aiuta i compagni in fase difensiva (20’ st Fusco 6.5).
Gagliano Buzzone 7 Cerca di creare occasioni quando la squadra non riesce ad uscire.
Salamone 6.5 Poco cercato dai compagni di squadra. (1’ st Danciu 7).
Rizzi 7 Il migliore dei suoi, quasi tutte le azioni d’attacco lo vedono presente.
Melchiorre 6.5 Si propone in attacco, ma è inconcludente. (30’ st Lezzi 6.5).
PAGELLE ORIONE
All. Castiglioni 7 Partita giocata bene dai suoi giocatori, molto precisi e ordinati.
Gheorghita 6.5 Partita non particolarmente impegnativa, ma quando è chiamato in causa risponde presente.
Bestazza 6.5 Qualche sbavatura, che permette agli avversari di andare in porta. (30’ st Sovran 6.5).
Carr 7 Spinge sulla fascia, fornendo assist al bacio per i suoi attaccanti.
Cohen Sedgh 6.5 In mezzo al campo fa la differenza, è duro nei contrasti e recupera molti palloni.
Castiglioni 6.5 E’ sempre in anticipo sugli attaccanti avversari.
De Fanis 6.5 Sovrasta i giocatori avversari. (14’ st Trianni 6.5).
Posarelli 7 Frizzante, anche lui è spesso lasciato libero di agire.
Brunial 6.5 Dirige perfettamente i suoi compagni. (25’ st Pescetto 6.5).
Di Carlo 7 Grande prestazione coronata dal gol, cerca sempre di saltare l’uomo, spesso riuscendoci.
Bassino 7 Spazia su entrambe le fasce, rendendosi imprevedibile. (20’ st Corno 7)
Mascetti 7 Dialoga bene con i compagni di reparto, creando occasioni pericolose. (28’ st Diallo 6.5).

REAL CRESCENZAGO ORIONE UNDER 15
L’undici dell’Orione

INTERVISTA AD AGNESI DEL REAL CRESCENZAGO
INTERVISTA A CASTIGLIONI DELL’ORIONE