10 Agosto 2020 - 05:02:50

Under 15 Milano: De Vivo e la stagione perfetta del suo Vighignolo

Le più lette

Calcio femminile, un bagno di sangue: cadono Biellese, Femminile Juventus, Novese, Canelli, Sedriano e Luserna

Per fortuna che l'obiettivo dovrebbe essere il professionismo, ma senza una base, senza il calcio dilettantistico, può esserci il...

Elezioni Federcalcio, schiaffo (politico) di Gabriele Gravina a Cosimo Sibilia

La Lega Nazionale Dilettanti stava cercando con un blitz di organizzare tutte le assemblee elettive regionali il 15 settembre...

Promozione, La Spezia pronto! Il pres Siani: «Prima la salvezza, poi si vedrà»

Tempo di preparazione, tempo di programmazione. Fasi della stagione che accomunano tutte le compagini in gioco all’interno del campionato,...

17 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte, primo posto in classifica e sei punti di vantaggio sull’Accademia Vittuone: questo è lo score del Vighignolo, che sta comandando il Girone A del Campionato Giovanissimi Under 15 Milano grazie anche a un allenatore sorprendente, Luca De Vivo. Il tecnico biancoblù ha saputo rivitalizzare una squadra che lo scorso anno aveva concluso il Campionato Under 14 al sesto posto (su undici squadre) lavorando sulla mente dei giocatori. Ma De Vivo non si aspettava di poter guardare tutti quanti dall’alto verso il basso: «Non pensavo di essere primo in classifica a questo punto della stagione. L’anno scorso è stata la mia prima esperienza da allenatore. Nella prima parte di stagione abbiamo fatto bene, arrivando terzi nel girone e perdendo lo scontro nel playoff contro la Rhodense. Nel primaverile, invece, c’è stato un calo mentale e abbiamo concluso a metà classifica, ma di sicuro gli infortuni non hanno aiutato». Il Vighignolo è una squadra che fa del gioco propositivo e dell’intesa le sue armi migliori, ma anche a livello individuale i biancoblù sono molto forti: «A comandare la difesa c’è Gabriel Mina che è stato anche chiamato dal Monza per fare un provino. Poi in attacco c’è Luca Bongiorno, il nostro capocannoniere».

VIGHIGNOLO SEMPIONE HALF UNDER 15 - BONGIORNO GIANLUCA VIGHIGNOLO
Luca Bongiorno, bomber di razza del Vighignolo

Se c’è una cosa che il tecnico chiede alla sua squadra per il futuro è una maggiore continuità, ma nel frattempo pensa anche al passato, in particolare a due partite fondamentali per la costruzione della squadra: «Nella seconda giornata abbiamo affrontato la Pro Novate in trasferta e, per come si era messa la gara, sembrava una partita da amministrare in maniera molto semplice. A fine primo tempo conducevamo 2-0, ma nella ripresa abbiamo cominciato a sbagliare occasioni su occasioni e i novatesi hanno rimontato sul 2-2». Ma a salvare i settimini è Sgura: «Ha fatto un bel gol da limite dell’area, come faceva Del Piero. Abbiamo ottenuto i tre punti grazie a questa meravigliosa giocata». Un altro match memorabile è quello giocato sul campo del Sempione Half: «I padroni di casa avevano subito sbagliato un rigore, poi noi ci siamo difesi alla grande e non abbiamo subito niente. Alla fine della gara abbiamo realizzato che se riusciamo a giocarcela così su un campo complicato e se riusciamo a concedere poco o niente a un’ottima squadra siamo davvero un bel gruppo». Sulla pausa forzata, invece, De Vivo sostiene: «Ovviamente questo stop non era previsto, ma la squadra è consapevole del percorso fatto e che ancora dovrà fare. Qualora riprendessimo a giocare, mi aspetto una squadra carica e pronta, e dal punto di vista mentale voglio una squadra matura. Mi auguro che non ci sia nessun calo di concentrazione, anche perché il campionato è ancora aperto. Esperienze come questa formano».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli